Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Trova errore,
Vero o falso,
Domande in serie
Libro
Biochimica / Volume unico
Capitolo
Capitolo 4. Gli enzimi
INFO

Chimica

La funzione catalitica degli enzimi
Gli enzimi sono ________ specializzate nella ________, fenomeno attraverso il quale particolari sostanze, chiamate catalizzatori, accelerano le reazioni chimiche. Un enzima agisce in ________ ridottissime, si mantiene inalterato nel corso della reazione e aumenta la ________ del processo attraverso la diminuzione dell'________ di attivazione della reazione stessa, lasciandone tuttavia inalterato l'________.
Completamento apertoCompletamento aperto
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Le ossidoreduttasi
Le ossidoreduttasi catalizzano le reazioni di ionizzazione; all'interno di questa classe di carboidrati rivestono particolare importanza i trigliceridi, molecole in grado di ossidare i substrati mediante l'eliminazione di due atomi di ossigeno che vengono legati da coenzimi, quali NAD+ e FADH.
Trova erroreTrova errore
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Le funzioni delle vitamine del gruppo B
Quale delle vitamine del gruppo B
A: è coinvolta nelle reazioni di metilazione?
B: è il precursore del FAD?
C: partecipa alle reazioni di transaminazione?
D: è coinvolta nelle reazioni di carbossilazione?
E: partecipa alle reazioni di attivazione dei gruppi carbossilici in molecole importanti per il metabolismo?
Domande in serieDomande in serie
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La vitamina C
La vitamina C
A: fa parte delle vitamine del gruppo B.
B: partecipa a numerose reazione enzimatiche come agente antiossidante.
C: dà origine al coenzima C.
D: partecipa ad alcune reazioni di idrossilazione implicate nella biosintesi del collageno, la principale proteina fibrosa dei tessuti muscolari.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Gli isoenzimi
Le cellule possono contenere forme molecolari diverse dello stesso enzima, indicate come ________. Gli isoenzimi di un determinato enzima catalizzano la stessa reazione sul medesimo ________, anche se talvolta con affinità, ________ e meccanismi di regolazione diversi. Gli isoenzimi sono spesso proteine multimeriche che differiscono fra loro relativamente all'organizzazione in ________. Queste molecole presentano una differente distribuzione nei diversi organi e ________ e, per tale ragione, sono considerate tessuto-specifiche e rivestono una notevole importanza in ambito ________.
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Un ciclo a quattro fasi
Assumendo di suddividere in quattro fasi successive l'azione catalitica di un enzima, in quale fase dell'azione catalitica di un enzima
A: la combinazione con l'enzima attiva il substrato rendendo più reattivi alcuni legami chimici presenti nella sua molecola?
B: si attua la trasformazione del substrato nel prodotto?
C: il substrato si combina con il sito attivo formando il complesso enzima-substrato?
D: il prodotto si dissocia dall'enzima, che può iniziare un nuovo ciclo catalitico?
Domande in serieDomande in serie
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

L'attività enzimatica
L'attività enzimatica è l'azione ________ di un enzima misurata in condizioni ________ e definita come quantità di ________ che viene trasformata in prodotto nell'unità di tempo. La misura dell'attività enzimatica è usata nei laboratori di analisi chimico-cliniche: per esempio, la presenza di transaminasi ________ è considerata normale per valori inferiori a ________ U.I./L; nel caso di valori che oltrepassino questa soglia, il reperto può essere riferito alla presenza di alterazioni a carico ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Fattori che influenzano l'attività enzimatica
Quale fattore chimico-fisico NON influenza l'attività enzimatica?
A: Il pH.
B: La temperatura.
C: Il peso molecolare dell'enzima.
D: La concentrazione del substrato.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

L'attività enzimatica è finemente regolata
Uno dei meccanismi con cui l'attività di un enzima può essere controllata è la variazione della temperatura dei substrati all'interno della cellula. Esistono anche altre strategie che consentono di controllare l'attività enzimatica: allosterismo, modificazioni ioniche e inibizione enzimatica. Gli enzimi sottoposti a controllo allosterico sono spesso monomeri provvisti di struttura terziaria. La principale modificazione covalente irreversibile è la fosforilazione dell'enzima. L'inibizione enzimatica ha un ruolo determinante nella regolazione dell'attività degli enzimi multimerici ed è altrettanto importante in campo farmacologico.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Inibizione enzimatica
Nell'inibizione non competitiva gli ________ si legano all'enzima in una regione diversa dal sito attivo, formando un complesso cataliticamente ________ con l'enzima e il ________. L'effetto della presenza di un inibitore non competitivo consiste nella ________ della velocità massima con cui si svolge la reazione.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza