INFO

Biologia

La prevenzione primaria consiste principalmente negli interventi finalizzati a:
A: evitare i rischi a cui è soggetta l'intera comunità o una determinata categoria di cittadini
B: diagnosticare precocemente le forme morbose in un individuo
C: recuperare alla società in modo attivo l'individuo che ha superato per esempio una malattia debilitante
D: evitare la cronicizzazione di una forma morbosa in un individuo
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'________ rappresenta un metodo mediante il quale ________ tende naturalmente a difendersi dai raggi ________. Per arrestare questi raggi è sufficiente una normale ________, ma specialmente in estate e in ambienti ________ è importante ________ la loro azione ________ mediante il ricorso a ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le malattie infettive soggette all'obbligo di notifica e incluse nella classe II sono:
A: malattie rilevanti in quanto a elevata frequenza
B: malattie soggette al Regolamento Sanitario Internazionale
C: zoonosi indicate nel regolamento di Polizia Veterinaria
D: malattie virali
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

In caso di malattia infettiva la terapia effettuata sul soggetto malato è di fondamentale importanza in quanto:
A: è una misura tramite la quale si evita l'isolamento
B: ripristinando lo stato di salute, elimina una delle maggiori fonti di germi patogeni
C: ripristina lo stato di salute e permette l'individuazione di tutti i portatori sani
D: ripristinando lo stato di salute, evita la necessità di misure di prevenzione primaria
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Un agente chimico è definito germicida quando:
A: distrugge sistematicamente le forme sporali dei batteri
B: limita la propria azione ai germi patogeni
C: distrugge le forme vegetative dei batteri, ma non necessariamente quelle sporali
D: garantisce la completa sterilizzazione del materiale trattato
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Un metodo di disinfezione ottimale dovrebbe essere caratterizzato da:
A: costo ridotto, odore gradevole e bassa degradabilità nell'ambiente
B: rapidità d'azione e facile applicazione, indipendentemente dal costo
C: rapidità e sicurezza d'azione, facile applicazione, innocuità, costo ridotto
D: azione lenta e prolungata, tossicità per quanto possibile limitata, costo minimo
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

I raggi X e γ:
A: sono radiazioni poco penetranti
B: possono esercitare un'azione letale solo sui microrganismi
C: sono caratterizzati da un notevole potere di penetrazione
D: sono radiazioni elettromagnetiche comprese tra 100 e 400 nm di lunghezza d'onda
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le spore batteriche di C. tetani possono essere distrutte mediante un trattamento con calore secco:
A: a 120 °C per 30 minuti
B: a 60°C per 20-40 minuti
C: a 130°C per 20-40 minuti
D: a 100°C per 10-15 minuti
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Per sterilizzazione s'intende:
A: l'uccisione di germi patogeni, non patogeni e loro spore in un determinato ambiente o materiale
B: l'uccisione dei soli germi patogeni in un determinato ambiente o materiale
C: l'inibizione della crescita di germi patogeni su un determinato materiale
D: l'uccisione di germi patogeni e non patogeni in un determinato ambiente, ma non delle spore
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Il bicloruro di mercurio (HgCl2):
A: è usato su materiali organici quali sangue, feci e urine
B: deve essere usato o conservato necessariamente con dei metalli
C: è attivo anche sui batteri tubercolari, in soluzioni al 5-10%
D: in soluzioni al 35-40% è utilizzabile come disinfettante per le mani
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'ossido di etilene, potente agente sterilizzante molto usato negli ospedali:
A: forma reazioni di ossidazione con i composti inorganici, inattivando gli enzimi
B: denatura le proteine strutturali
C: blocca la permeabilità della membrana batterica
D: forma reazioni di alchilazione con composti organici, inattivando per esempio gli enzimi
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Gli interventi di prevenzione primaria tendono a:
A: favorire l'esposizione ai fattori di rischio, al fine di stimolare la risposta immunitaria
B: favorire modificazioni comportamentali, ambientali e sociali che riducano i fattori di rischio
C: favorire l'eliminazione dei fattori di rischio di natura familiare
D: favorire disposizioni normative che limitino un'attività sportiva eccessiva
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Oggi l'utilizzo della molecola del DDT in ambito domestico, in agricoltura, in zootecnia, sui terreni e nelle acque è proibito in quanto:
A: la capacità disinfestante della molecola si è rivelata scarsa
B: la sua azione favoriva il proliferare di insetti come le api
C: è una molecola che va incontro a bioconcentrazione e tesaurizzazione lipidica negli organismi viventi
D: è una molecola che stimola eccessivamente e in modo incontrollato la crescita delle colture
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: Le mosche sono insetti molesti ma fortunatamente pessimi vettori di agenti infettivi.
B: La lotta antilarvale nei confronti delle mosche mediante l'impiego di calciocianamide al 3-4% è attiva anche nei confronti delle larve di Ancylostoma duodenale.
C: In genere gli esteri fosforici sono tossici per gli insetti, ma non per l'uomo e gli animali domestici.
D: Il parathion è una molecola appartenente al gruppo degli esteri fosforici.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: Le zanzare del genere Anopheles sono vettori obbligati dei protozoi della malaria.
B: Le zanzare del genere Culex non sono vettori di malattie virali ma solo batteriche.
C: Il verde di Parigi è un preparato velenosissimo in grado di uccidere le larve di zanzare del genere Culex.
D: Nella lotta alle zanzare gli interventi di bonifica nella Maremma toscana e nell'Agro Pontino sono stati realizzati grazie all'utilizzo su larga scala di miscele melasso-arsenicali.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: I germi patogeni sono in grado di moltiplicarsi nell'ambiente esterno.
B: I vibrioni del colera sono tra i microrganismi più sensibili al fenomeno dell'essiccamento.
C: La sedimentazione rende i germi più vulnerabili e più esposti all'azione dei fattori di disinfezione.
D: La batteriofagia è una caratteristica di alcuni batteri che sono in grado di aggredire gli agenti virali e provocarne la lisi.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'ambiente ospedaliero è caratterizzato da una ________ circolazione di forme ________, che molto spesso presentano anche il carattere di ________. Questi germi sono in grado di dare malattie talvolta refrattarie alle terapie con ________. La possibilità di contrarre ________ crociate e superinfezioni depone a ________ del ricovero ospedaliero quando questo non possa garantire un ambiente di cura ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La ________ degli alimenti tende a ________ la loro contaminazione batterica al di ________ dei livelli di ________, rendendoli ________ da un punto di vista igienico. Questo processo consiste di due fasi: la ________, per eliminare i residui che possono favorire lo sviluppo di ________ e la sanitizzazione, cioè il trattamento con una sostanza ________ in grado di uccidere il ________ dei batteri in accrescimento.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Scopo della prevenzione secondaria è:
A: scoprire e guarire i casi dei soggetti già affetti da malattie ma che non hanno ancora manifestato i sintomi
B: scoprire e denunciare i casi di diagnosi tardiva che hanno implicato gravi conseguenze per il soggetto coinvolto
C: guarire i casi dei soggetti affetti da malattie e con sintomi conclamati
D: favorire la diffusione dell'Educazione sanitaria
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Nell'attività di prevenzione secondaria con il termine "screening" si indica:
A: l'insieme di esami clinici che possono essere compiuti sulla collettività
B: la selezione di soggetti ammalati ma che non presentano i sintomi della patologia
C: la selezione dei soli soggetti appartenenti a una determinata categoria
D: l'insieme di trattamenti clinici che riducono la mortalità dovuta a cause aspecifiche
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La diagnosi precoce riveste un ruolo fondamentale in quanto consente:
A: il trattamento di un'infezione conclamata
B: il trattamento di un'infezione già nel periodo di incubazione della malattia
C: di accelerare la progressione della malattia e quindi permetterne il trattamento
D: il trattamento di un'infezione nel periodo di remissione dei sintomi
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Da un punto di vista epidemiologico la prevenzione terziaria comporta:
A: una riduzione della prevalenza per le malattie che tendono alla guarigione
B: un aumento della prevalenza per le malattie che tendono alla guarigione
C: una riduzione della prevalenza del numero complessivo di ammalati
D: non ha alcun effetto sulla prevalenza, ma soltanto sull'incidenza
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le tecniche di riabilitazione tese a evitare inabilità possono essere annoverate tra le modalità di attuazione:
A: della prevenzione secondaria
B: della prevenzione terziaria
C: dello screening selettivo
D: della prevenzione primaria
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: L'obiettivo della prevenzione sanitaria è eliminare completamente e in ogni caso l'effetto dei fattori dannosi per la salute.
B: In caso di malattie infettive si può usare il termine "prevenzione", ma si preferisce solitamente parlare di "profilassi".
C: Oggi in Italia è meno urgente la necessità di prevenire patologie legate alla sessualità o all'uso di alcol rispetto alle malattie indotte da stati carenziali.
D: Nella prevenzione delle malattie cardiovascolari la raccolta di informazioni sulle abitudini alimentari e sullo stile di vita può rappresentare un'ingiustificata perdita di tempo, a scapito delle indagini diagnostiche.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: Nella prevenzione delle malattie cardiovascolari è necessario limitare il più possibile le attività ricreative.
B: Dedicare almeno 30 minuti a un'attività motoria moderata per 3-4 volte alla settimana è un comportamento positivo ai fini della prevenzione sanitaria.
C: Purtroppo anche la prevenzione sanitaria risulta inefficace nei confronti di alcuni tumori che colpiscono le donne, come il cancro della cervice uterina.
D: La vaccinazione è un mezzo per arginare gli effetti dell'esposizione a determinati fattori di rischio di natura microbiologica.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza