INFO

Chimica

Il destino metabolico degli amminoacidi
Gli amminoacidi, oltre a costituire le ________ e rappresentare una fonte di ________, vengono interconvertiti l'uno nell'altro, con l'esclusione degli amminoacidi ________, e sono precursori del ________, nella via metabolica della gluconeogenesi ________ e di numerose altre molecole di grande rilevanza biologica, tra cui ormoni, basi azotate, ammine ________ ed eme.
Completamento apertoCompletamento aperto
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Il valore biologico delle proteine
Da un punto di vista nutrizionale:
A: le proteine non sono tutte equivalenti tra loro.
B: le proteine a elevato valore biologico sono di origine vegetale.
C: legumi e cereali sono poveri di proteine.
D: il valore biologico di una proteina è un fattore che riflette i livelli di assimilazione dell'azoto contenuto in essa.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La digestione delle proteine
Nel processo digestivo delle proteine, la ________ idrolizza di preferenza i legami peptidici in cui sono coinvolti gli amminoacidi lisina e ________, l'elastasi quelli in cui è coinvolta la ________, mentre la ________ idrolizza il legame peptidico carbossiterminale della catena.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La deaminazione degli amminoacidi
La ________ consiste nel trasferimento ________ del gruppo α-amminico da un amminoacido donatore a un α-chetoacido accettore. Gli enzimi che catalizzano la reazione sono le ________ e utilizzano come coenzima il piridossale-5′-fosfato (PLP), un derivato della vitamina B6. Il più comune accettore del gruppo amminico è l'________, una molecola che si trasforma in glutammato.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Classificazione degli amminoacidi in base al loro metabolismo
Classifica ciascun amminoacido, da un punto di vista metabolico, in base all'intermedio prodotto dalla demolizione della catena carboniosa.
A: Fenilalanina:
B: Istidina:
C: Lisina:
D: Triptofano:
Domande in serieDomande in serie
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Il trasferimento dello ione ammonio al fegato
Lo ione ammonio, prodotto dalla reazione catalizzata dalla glutammato deidrogenasi, nelle cellule del cervello e di altri organi e tessuti reagisce con una molecola di ________ per formare glutammina, in una reazione catalizzata dalla ________, con consumo di una molecola di ________. La glutammina prodotta viene immessa in circolo e captata dal fegato, dove subisce una reazione di idrolisi, catalizzata dalla ________, in cui si rigenera glutammato e si libera lo ione ammonio che viene indirizzato verso la biosintesi dell'________.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Organismi ammoniotelici, uricotelici e ureotelici
L'eliminazione dei prodotti azotati del catabolismo degli amminoacidi prevede diverse strategie, perciò, in base alla molecola escreta, gli animali vengono diversamente classificati. Gli organismi ________ eliminano l'azoto direttamente come ione ammonio. Gli organismi ________ eliminano lo ione ammonio sotto forma di urea. Gli organismi ________ trasformano l'ammonio in acido urico.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Il ciclo dell'urea
Nel ciclo dell'urea:
A: si ha la trasformazione dell'urea in ammonio mediante una serie ciclica di reazioni in cui gli intermedi vengono continuamente rigenerati.
B: le reazioni avvengono tutte nei mitocondri delle cellule epatiche.
C: lo ione ammonio viene trasformato in carbamilfosfato in una reazione, resa possibile da due molecole di ATP e catalizzata dall'enzima carbamilfosfato sintetasi I.
D: il carbamilfosfato reagisce con una molecola di citrullina, producendo ornitina.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Gli amminoacidi come precursori di biomolecole
Gli amminoacidi possono subire una reazione di decarbossilazione, catalizzata da una amminoacido decarbossilasi, PLP dipendente, che porta alla formazione di:
A: un'immina.
B: un'ammide.
C: una base di Schiff.
D: un'ammina.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La biosintesi delle basi puriniche
La biosintesi delle basi puriniche inizia con il ________ al quale vengono aggiunti vari frammenti fino alla produzione del nucleotide ________. Si tratta, nel complesso, di dieci reazioni catalizzate a cui partecipano amminoacidi (glicina, glutammina e ________), frammenti monocarboniosi e CO2, con notevole dispendio energetico di ATP. L'IMP viene successivamente trasformato in ________ e GTP.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza