INFO

Scienza e cultura dell'alimentazione

Microrganismi e malattie alimentari
A: I protozoi sono funghi microscopici
B: I virus sono parassiti obbligati che si riproducono negli alimenti di origine animale
C: Si definiscono batteri psicrofili quelli che crescono a bassi valori di umidità
D: I batteri presentano dimensioni comprese fra 0,5 e 1 µ
E: L'Anisakis, un parassita  che può contaminare  diversi prodotti ittici, viene ucciso dal congelamento  a – 20°C per almeno 24 ore
F: Si definiscono cisticerchi le  larve della Tenia incistate nei tessuti dell'animale infetto
G: L'influenza aviaria è una malattia altamente contagiosa che si può contrarre attraverso il consumo di carne di pollo infetta
H: Si definisce virulenza  il numero di microrganismi nocivi  presenti nell'alimento
I: La contaminazione  biologica degli alimenti può avvenire mediante veicoli o vettori
J: Le salmonelle sono batteri sporigeni che preferiscono vivere in ambiente anaerobio
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

Rappresentano un veicolo di trasmissione della teniasi:
A: l'acqua inquinata
B: le carni bovine o suine crude
C: tutte le carni crude
D: la frutta o la verdura non lavate accuratamente
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

l Clostridium botulinum può trovarsi:
A: sotto forma di spora nel terreno
B: in forma vegetativa nell'acqua
C: sotto forma di tossina negli alimenti
D: in forma vegetativa in tutti gli alimenti crudi
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

La maggior parte delle intossicazioni batteriche si manifestano:
A: al massimo entro due ore dall'ingestione dell'alimento contaminato
B: non oltre le 24 ore dall'ingestione dell'alimento contaminato
C: dopo circa tre giorni dall'ingestione dell'alimento contaminato
D: entro una settimana dall'ingestione dell'alimento contaminato
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

Rappresentano una nuova classe di agenti infettivi:
A: i batteri
B: i lieviti
C: i bacilli
D: i prioni
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

L'anisakidosi è una parassitosi causata da:
A: batteri anaerobi
B: virus dell'epatite
C: vermi tondi
D: ossiuri
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

Lo Stafilococco aureo:
A: produce una tossina inattivata dal calore
B: produce una tossina termoresistente
C: produce una tossina neurotossica
D: non produce tossine
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

La crescita batterica è maggiore a temperature:
A: comprese tra 10-65°C
B: maggiori di 30°C
C: minori di 100°C
D: comprese tra 0-40°C
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

Tutti i microrganismi per crescere hanno bisogno di:
A: ossigeno
B: acqua
C: anidride carbonica
D: un ambiente acido
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

L'infezione alimentare è dovuta:
A: allo sviluppo di microrganismi nell'organismo
B: alla presenza di tossine nell'alimento
C: alla produzione di tossine nell'organismo
D: a contaminazione di tipo chimico
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

L'uomo rappresenta una fonte diretta di contaminazione quando è:
A: ammalato
B: un portatore sano
C: in convalescenza
D: in tutte le condizioni descritte
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione


I ________ sono entità biologiche prive di struttura ________, costituiti da una capsula ________, detto capside che racchiude il materiale ________, generalmente ________. Sono parassiti ________ di cellule ________, di dimensioni circa ________ volte più ________ dei ________.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

I batteri che si sviluppano tra ________°C e ________°C sono detti mesofili, quelli che crescono tra gli 0°C e i 25°C sono definiti ________ e quelli con intervallo di crescita compreso tra ________°C e ________°C sono i ________.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

L'encefalopatia spongiforme bovina, nota come "malattia delle mucche", è una malattia degenerativa ed irreversibile causa di gravi disturbi al fegato che colpisce gli ovini. L'agente eziologico è un lipide modificato, chiamato "priore". La malattia fu osservata la prima volta nel 1956 in seguito all'utilizzo di pascoli contaminati.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienza e cultura dell'alimentazione

Patogeno                                             Alimenti a rischio

Clostridium botulimum                    ________, ________

Staphilococcus aureus                    ________, ________

Vibrio cholerae                               ________, ________  

Salmonella                                     ________, ________

PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza