INFO

Biologia

La prevenzione terziaria comporta una riduzione della prevalenza.
A:
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La prevenzione secondaria ha lo scopo di ridurre l'insorgenza di nuovi casi di malattia.
A:
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La Sanità Pubblica si occupa di interventi di prevenzione delle malattie cronico-degenerative.                                         
A:
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

In generale, gli interventi di prevenzione agiscono per individuare i soggetti
A: malati
B: sani
C: portatori
D: nessuno dei precedenti
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

..........................................    è  l'elemento più importante in un intervento di prevenzione terziaria.
A: miglioramento della qualità della vita
B: diagnosi precoce
C: rimozione dei fattori di rischio ereditari
D: rimozione dei fattori di rischio individuali
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Un trial terapeutico
A: è uno studio osservazionale
B: viene condotto su persone sane
C: viene condotto su persone malate
D: è un particolare tipo di studio caso-controllo
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Uno studio caso-controllo
A: fornisce una misura diretta dell'incidenza
B: richiede un tempo di osservazione molto lungo
C: è inadeguato per lo studio di patologie rare
D: verifica la probabilità di esposizione
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La mediana dei valori 2, 3, 9, 11, 7, 58 è
A: 15
B: 10
C: 8
D: non esiste
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'effetto principale di un buon intervento di prevenzione secondaria è
A: riduzione della mortalità
B: diagnosi precoce
C: rimozione dei fattori di rischio ereditari
D: rimozione dei fattori di rischio individuali
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Nei soggetti con fattori di rischio genetici, la prevenzione di malattie croniche si attua generalmente tramite interventi di

A: prevenzione primaria
B: prevenzione secondaria
C: prevenzione terziaria
D: educazione sanitaria
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza