INFO

Chimica

In relazione agli elettroni di valenza, per ciascuna delle seguenti frasi indica se è vera o falsa.
A: Tutti i metalli alcalini hanno un solo elettrone di valenza.  
B: Gli elettroni di valenza sono quelli che l'atomo utilizza per formare i legami chimici.  
C: Gli elettroni di valenza di un elemento sono tutti quelli presenti nell'ultimo livello occupato.
D: Nella tavola periodica, il numero di elettroni di valenza degli elementi coincide sempre con il numero arabo del gruppo.
E: Nei simboli di Lewis gli elettroni di valenza  vengono normalmente rappresentati da puntini.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

I gas nobili presentano un'elevata inerzia chimica perché i loro atomi hanno il livello più esterno completamente occupato. Il simbolo di Lewis di ciascuno di questi elementi, a eccezione di quello dell'elio, presenta otto puntini, cioè otto elettroni ________; essendo il loro ottetto completo, i gas nobili non manifestano alcuna tendenza a formare legami chimici. Gli altri elementi, invece, formano legami chimici proprio per arrivare alla ________ dei gas nobili, cioè per completare l'ottetto. Per esempio, i metalli ________ tendono a cedere i due elettroni più esterni, mentre gli alogeni tendono ad acquistare l'unico elettrone che a essi manca per arrivare alla configurazione del gas nobile che li ________ nella tavola periodica.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione ai simboli di Lewis, quali delle seguenti frasi sono esatte?

A: Il simbolo di Lewis di tutti gli alogeni presenta 7 puntini.
B: Il numero di puntini nel simbolo di Lewis di un elemento aumenta scendendo lungo un gruppo.
C: Il simbolo di Lewis di un gas nobile presenta solo coppie di puntini.
D: Un metallo alcalino-terroso è un elemento che presenta nel simbolo di Lewis due puntini.
E: Il numero di puntini nel simbolo di Lewis coincide con il numero posto all'inizio di ciascun periodo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione alla figura, che illustra la formazione del bromuro di potassio, indica tra le seguenti affermazioni l'unica sbagliata.
A: Il potassio cede un elettrone e assume una configurazione elettronica simile a quella dell'argo.
B: Lo ione K+  ha due elettroni nel primo livello, otto nel secondo e otto nel terzo.
C: Ogni atomo di bromo acquista un elettrone e diventa un catione.
D: Il cripton è il gas nobile con il numero atomico più vicino al bromo.
E: Gli ioni K+ e Br- sono più stabili degli atomi singoli da cui derivano.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Per legame ionico si intende la forza di attrazione:
A: tra gli elettroni e i protoni in un qualsiasi atomo;
B: tra il nucleo di un atomo e gli elettroni di un altro atomo;
C: tra ioni di segno opposto originati da elementi diversi;
D: tra gli atomi negli elementi;
E: tra ioni con carica opposta dello stesso elemento.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Considera la formula di Lewis di una molecola di acqua e per ciascuna delle seguenti frasi indica se è vera o falsa.
A: Intorno all'atomo di ossigeno ci sono otto elettroni: quattro di valenza e quattro acquistati dai due atomi di idrogeno.
B: L'ossigeno forma un doppio legame con l'idrogeno, perché nella formula di struttura compaiono due trattini.  
C: Ciascun atomo di idrogeno mette in comune un elettrone con l'atomo di ossigeno.  
D: Ciascun atomo di idrogeno completa il primo livello con un elettrone dell'ossigeno, che viene messo in comune.  
E: Ciascun atomo di idrogeno cede un elettrone all'ossigeno, che in questo modo ne acquista due e completa il suo ottetto: si instaurano quindi due legami ionici.  
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

________ legame ionico, il legame covalente si può instaurare tra due atomi uguali; esso, per esempio, è responsabile della molecola ________ di alcuni gas. In un legame covalente non c'è trasferimento di elettroni da un atomo all'altro: gli elettroni condivisi da ________ vengono attratti dai nuclei.  In questo tipo di legame, ciascun atomo raggiunge la configurazione del gas nobile ________ nella tavola periodica. Un legame covalente si dice doppio quando ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Il legame covalente polarizzato si può formare tra:
A: atomi dello stesso elemento
B: molecole in cui sono presenti legami covalenti polarizzati
C: ioni con carica di segno opposto
D: atomi con diversa elettronegatività
E: atomi tra i quali gli elettroni si possono trasferire
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione alla figura, che schematizza un modello per  interpretare la formazione della molecola di HCl, quali delle seguenti frasi sono corrette?
A: Idrogeno e cloro hanno entrambi necessità di un elettrone per completare il loro livello più esterno occupato.
B: Il cloro strappa un elettrone all'idrogeno e diventa uno ione negativo, perché nella formula di struttura al cloro corrisponde il simbolo δ-
C: L'elettronegatività del cloro è maggiore di quella dell'idrogeno, quindi il cloro strappa un elettrone all'idrogeno, che diventa uno ione positivo.
D: Nella molecola di HCl si ha una distribuzione non simmetrica delle cariche elettriche.
E: Cloro e idrogeno mettono in comune una coppia di elettroni, che è maggiormente attratta dal cloro perché ha maggiore elettronegatività.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

L'elettronegatività è una proprietà che:
A: descrive la capacità degli atomi di attirare i propri elettroni di legame
B: indica il tipo di legame che ciascun atomo è in grado di formare
C: indica la forza con cui un atomo attira gli elettroni di legame
D: interpreta la diversa capacità degli atomi di acquistare elettroni
E: spiega l'origine dell'attrazione tra i nuclei degli atomi che si legano
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Se tra due atomi c'è un legame covalente dativo, si può affermare che:
A: due atomi hanno in comune un solo elettrone che è fornito dall'atomo più elettronegativo
B: i due atomi hanno in comune due elettroni che sono forniti sempre dall'atomo che ha  più elettroni di legame
C: i due atomi hanno in comune due elettroni, che sono forniti dall'atomo con numero atomico più elevato
D: l'atomo più elettronegativo strappa un elettrone all'altro atomo e si creano ioni di carica opposta
E: i due atomi hanno in comune due elettroni che sono forniti da uno soltanto dei due
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione alle caratteristiche del legame covalente, indica per ogni affermazione se è vera o falsa.
A: Il doppio legame si forma tra due atomi che condividono due coppie di elettroni
B: Il legame covalente dativo si forma tra due atomi di cui uno solo fornisce la coppia di elettroni di legame.  
C: Il legame covalente apolare si forma tra due atomi a uguale elettronegatività.  
D: Il legame è covalente polarizzato se la coppia di elettroni è ceduta all'atomo più elettronegativo.  
E: Nel legame covalente dativo uno dei due atomi cede la coppia di elettroni all'altro.  
F: Il legame covalente si forma quando due atomi mettono in comune tutti i loro elettroni di legame.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Nella molecola di HNO2 l'atomo di azoto forma un ________ con un atomo di ossigeno e un ________ con un secondo atomo di ossigeno.  Nella molecola di  HNO3 oltre a questi legami l'atomo di azoto forma anche un ________ con un terzo atomo di ossigeno. Il legame dativo è rappresentato da una ________ mentre il legame covalente da un ________, o più di uno se il legame è multiplo.
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Indica il tipo di legame che tiene uniti gli atomi che costituiscono una molecola di zolfo:
A: legame covalente dativo
B: legame covalente polarizzato
C: legame ionico
D: legame metallico
E: legame covalente apolare
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Gli atomi dei metalli sono tenuti insieme da un tipo di legame che spiega una delle loro caratteristiche principali: essere ottimi conduttori di corrente elettrica. Infatti, ciascun atomo del metallo lascia i propri elettroni ________ liberi di muoversi, capaci di migrare da un atomo all'altro all'interno del metallo: per questo motivo si dice che gli elettroni sono ________. La struttura di un metallo è quindi formata da ________ tenuti insieme dalle forze di attrazione con gli elettroni in cui sono immersi. Evidentemente questa forza di attrazione è ________ di quella repulsiva tra ioni dello stesso segno. Gli elettroni di valenza che fanno da collante tra i cationi sono ________ e pertanto questo spiega la capacità dei metalli di consentire il passaggio di corrente elettrica.  
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

A proposito della relazione tra proprietà delle sostanze e modelli di legame chimico, indica l'unica affermazione sbagliata.
A: La proprietà più caratteristica dei metalli è quella di condurre molto bene la corrente elettrica, pertanto il modello che descrive il legame metallico prevede la presenza di elettroni liberi di muoversi.
B: Il modello di condivisione di elettroni tra due atomi è coerente con la proprietà delle sostanze covalenti di non condurre l'elettricità in modo apprezzabile.
C: La struttura cristallina dei metalli è una struttura senza limiti precisi; il fatto che contenga solo ioni positivi permette di spiegare perché i metalli sono duttili e malleabili.
D: I composti ionici possono condurre la corrente elettrica allo stato liquido: solo in questo modo gli ioni sono liberi di muoversi verso gli elettrodi di segno contrario.
E: I modelli che descrivono i legami covalente, ionico e metallico consentono di interpretare il fatto che tutte le sostanze contengono elettroni e quindi possono condurre molto bene la corrente elettrica.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La figura schematizza la struttura cristallina di un ________. La particolare ________ del cristallo è dovuta alla ________ della struttura e alle forze tra ________ di carica opposta. Proprio a causa di ciò il cristallo mostra anche una certa ________. Infatti, se viene deformato, è possibile che ioni dello stesso segno vengano a trovarsi vicini e  che la conseguente forza ________ possa causare la rottura della struttura. In un ________, invece, una deformazione non altera la struttura fondamentale, quindi esso risulta molto più lavorabile (duttile e ________).
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione ai legami che i metalli possono formare, quali tra le seguenti frasi sono corrette?
A: Nell'ambito dello stesso periodo, i metalli hanno un valore di elettronegatività più basso di quello dei non-metalli.
B: Tra un metallo e un non-metallo si instaurano sempre legami ionici, in cui lo ione metallico è negativo.
C: Il magnesio è un metallo alcalino-terroso: nei composti ionici esso è presente come ione Mg2+.
D: Tutti i metalli di transizione hanno due elettroni di valenza di tipo s, quindi in un legame li cedono entrambi formando sempre ioni con due cariche positive.
E: Quando un metallo si lega con altri elementi esso è sempre presente sotto forma di ione con la stessa carica positiva.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Per ciascuna delle seguenti frasi, che si riferiscono agli ioni poliatomici, indica se è vera o falsa.
A: Tutti i composti ionici contengono sempre uno ione poliatomico.
B: L'anione del composto ionico CaSO4 è uno ione poliatomico che presenta due cariche negative.  
C: Nel carbonato di sodio Na2CO3  il sodio compare come ione poliatomico, perché complessivamente perde due elettroni.  
D: In numerosi composti ionici uno ione poliatomico negativo è legato a uno ione metallico positivo.  
E: Nel composto Ca(MnO4)2 lo ione tra parentesi è poliatomico, perché compare nella formula con indice 2.  
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In base alle proprietà degli elementi e alla loro collocazione nella tavola periodica, indica la formula dell'unico composto covalente:
A: NaF
B: BaO
C: CaCl2
D: BeF2
E: HI
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Indica per ognuna delle seguenti affermazioni, che si riferiscono alla formazione di legami, se è vera o falsa.
A: Tra gli atomi di rame e di stagno, elementi che si trovano abbastanza vicini nella tavola e che presentano valori di elettronegatività simili, si possono stabilire legami covalenti polarizzati.  
B: Tra gli atomi di calcio e ossigeno, elementi che si trovano rispettivamente a sinistra e a destra nella tavola e che presentano valori di elettronegatività diversi (rispettivamente 1,00 e 3,44), si possono stabilire legami ionici.
C: Tra gli atomi di bario (II gruppo) e quelli di cloro (VII gruppo) si stabiliscono legami covalenti fortemente polarizzati in quanto hanno una differenza di elettronegatività abbastanza elevata.
D: Tra gli atomi di ossigeno e di fluoro, elementi che si trovano entrambi a destra nella tavola e che presentano una piccola differenza di elettronegatività, si possono formare legami covalenti polarizzati.  
E: Tra gli atomi di carbonio e zolfo, elementi che si trovano entrambi a destra nella tavola e che presentano valori di elettronegatività molto simili, si possono stabilire legami covalenti debolmente polarizzati.  
F: La molecola dell'ozono O3 è costituita da tre atomi tra cui si possono formare solamente legami covalenti debolmente polarizzati.  
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza