Filtri

Biologia

L'epidemiologia sperimentale:
A: verifica ipotesi formulate dagli studi sulle malattie e l'efficacia degli interventi di prevenzione
B: verifica il luogo e il momento in cui è insorto un focolaio di malattia
C: indica le cause di malattia e il loro ruolo nell'insorgenza di focolai epidemici
D: permette di limitare gli interventi di prevenzione
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le indagini di prevalenza sono tra i principali metodi di indagine dell'Epidemiologia e:
A: vengono effettuate attraverso rilevamenti diretti, in genere su un campione di popolazione predefinito
B: si basano su dati già esistenti
C: vengono effettuate attraverso rilevamenti indiretti, in genere su un'intera popolazione
D: non si riferiscono mai a un instante preciso
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Con il termine coorte si definisce:
A: un gruppo di individui che non hanno caratteristiche in comune
B: un gruppo di individui che hanno in comune almeno tre caratteristiche
C: un gruppo di individui che hanno in comune una o più caratteristiche
D: un gruppo di controllo eterogeneo
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Nello studio della "reazione causale" la tappa della verifica dell'associazione statistica vera:
A: precede la valutazione di un possibile ruolo causale del fattore di rischio
B: segue la valutazione di un possibile ruolo causale del fattore di rischio
C: rappresenta il quarto e ultimo passaggio
D: segue il riscontro sperimentale
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: Gli errori di selezione sono causati da diagnosi errate.
B: Il termine "fattore di rischio" da solo non implica necessariamente che esso sia la causa dell'insorgenza della malattia.
C: Per "riproducibilità degli effetti" si intende un aumento della probabilità di ammalarsi direttamente proporzionale all'esposizione al fattore di rischio.
D: Un fattore causale certo e diretto può essere necessario ma non sufficiente a determinare la malattia.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Il sistema informativo sulla mortalità si basa su moduli denominati "schede di morte", i quali:
A: sono compilati dall'OMS, che trasmette in seguito i risultati dei dati elaborati alle Regioni
B: sono utilizzati dall'ISTAT per elaborare statistiche di mortalità per tutto il territorio nazionale
C: sono certificati compilati direttamente dai parenti del defunto
D: sono utilizzati dall'ISTAT solo per studi a livello nazionale e i dati non sono trasmessi ad altri enti
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: La notifica di una malattia infettiva e diffusiva avviene a discrezione del medico curante.
B: L'autorità sanitaria competente a ricevere una segnalazione riferita alla presenza di una malattia infettiva è il dipartimento di prevenzione dell'ASL di afferenza.
C: In Italia il sistema di notifica delle malattie infettive non è regolamentato per legge, ma viene attuato per semplice convenzione tra ASL vicine.
D: Una notifica tempestiva permette alla sanità pubblica di intervenire più efficacemente per bloccare la diffusione di una malattia infettiva nell'ambito della popolazione.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: L'AIRTUM coordina le attività delle strutture impegnate nella raccolta delle informazioni sulle patologie infettive nel nostro Paese.
B: Il monitoraggio dei trend di prevalenza non è tra gli scopi dell'AIRTUM.
C: Anche l'impatto dei fattori ambientali e sociali è oggetto di studio sulla base delle informazioni raccolte dalle strutture coordinate dall'AIRTUM.
D: Presso l'Istituto Superiore di Sanità è operativo un registro epidemiologico nazionale unico per le diverse patologie.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Il tasso grezzo si riferisce:
A: a eventi di carattere generale occorsi all'intera popolazione
B: a eventi specifici e/o riferiti a un determinato sottoinsieme della popolazione
C: a eventi di carattere generale, esclusa la morte
D: a eventi specifici e riferiti a un determinato individuo
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Il numero dei casi di malattia evidenziati in un dato istante:
A: appare al numeratore della formula per calcolare l'incidenza della malattia
B: appare al numeratore della formula per calcolare la prevalenza puntuale della malattia
C: appare al denominatore della formula per calcolare la prevalenza puntuale della malattia
D: è la costante per cui moltiplicare la prevalenza nella formula per calcolare la durata della malattia
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Quando si considera la prevalenza (cioè i casi presenti) di una malattia:
A: riveste un significato molto importante il tasso grezzo
B: riveste un significato molto importante il tasso di mortalità
C: si fa riferimento in genere ai tassi di morbosità specifica
D: si fa riferimento in genere sia al tasso grezzo sia a quello di natalità
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: L'istogramma è un grafico a colonne utile per la rappresentazione di variabili qualitative.
B: La piramide dell'età è un istogramma particolare utilizzato in demografia per mettere in evidenza l'andamento della mortalità in funzione dell'età.
C: La disponibilità di beni essenziali è tra i principali indicatori negativi diretti della condizione sanitaria di una popolazione.
D: Tanto migliori sono le condizioni di salute di una popolazione, quanto più la curva di Lexis si avvicina a quella teorica di Gauss.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Per ________ s'intende il ________ tra il numero degli eventi e la popolazione ________ in un certo momento o in un periodo di tempo, moltiplicato per una ________ K. Quest'ultima è un numero multiplo di ________ che viene introdotto per rendere ________ il risultato rispetto a una ________ di riferimento.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza