INFO

Italiano

La metrica
La lunghezza del verso di una ________ dipende dal numero di ________ da cui è composta. Il ritmo, più o meno veloce, deriva invece dalla posizione degli accenti ________, che cadono su alcune sillabe toniche delle ________ che compongono il verso.  
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La misura dei versi
Associa il computo delle sillabe del verso, secondo la regola della penultima, al tipo di parola finale che lo determina.
A: Al conteggio va aggiunta una sillaba.
B: Si conta solo una sillaba in più anche se l'accento è un terzultima o quartultima posizione.
C: Il computo delle sillabe coincide con il loro numero effettivo.
Domande in serieDomande in serie
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Le figure metriche
Alcuni fenomeni metrici alterano il computo delle ________ di un verso. Si tratta delle figure metriche che riguardano l'incontro di due vocali, in una stessa parola o tra due parole diverse: nel primo caso si tratta di ________, che fonde le due vocali in una stessa unità metrica, e di ________, che invece le tiene distinte; nel secondo caso, si parla rispettivamente di ________ e di ________.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Tipi di verso
E la fiamma guizza e brilla
(G. Carducci, Congedo, v. 31, in Rime nuove, Zanichelli, Bologna, 1935-40)

Il nome di ogni verso deriva dal numero di sillabe ________ che lo compongono: in questo caso si tratta di un ________ cioè di un verso ________, in cui gli accenti ritmici hanno posizione ________: in questo caso gli ictus cadono sulla 3a e 7a________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Enjambement e cesure
A: Sono chiamate cesure le pause interne alle parole di un verso.
B: Le cesure dividono il verso in due emistichi.
C: Nell'endecasillabo a maiore la cesura divide il verso in un primo emistichio breve e un secondo più lungo.
D: Con l'enjambement la frase continua nel verso successivo, dilatando così il ritmo della poesia.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Tipi di rima
________ Si ha quando una parola rima con se stessa.
________ Le due parole in rima hanno lo stesso suono ma significato diverso.
________ L'identità dei suoni tra le due parole è totale.
________ L'identità dei suoni tra le due parole è solo parziale.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Schemi di rime
Qual è lo schema della rima incatenata?
A: ABAB
B: ABC CBA
C: ABA BCB
D: ABBA
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Schemi di strofe
La strofa è un raggruppamento di sillabe di uguale o diversa misura che seguono un certo schema, codificato dalla metrica tradizionale. Per esempio la sestina è una strofa di otto versi, di solito endecasillabi, con gli ultimi due versi a rima baciata: è la strofa usata nei poemi cavallereschi.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Forme metriche
Tra le diverse strutture metrico-strofiche della tradizione poetica, ci sono ad esempio la ________ di modello petrarchesco, formata da ________ divise al loro interno in fronte e ________, e il sonetto, composto da endecasillabi strutturati in due quartine e due ________. Versi di uguale misura che invece non seguono uno schema fisso di rime e strofe sono invece detti ________.  
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Figure retoriche di suono
Quale figura retorica di suono si nota in questo verso?

là sola una casa bisbiglia
(G. Pascoli, Il gelsomino notturno, v. 6, in Canti di Castelvecchio, La Nuova Italia, Firenze, 2001)
A: Onomatopea
B: Allitterazione
C: Paronomasia
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza