INFO

Fisica

Quale delle seguenti affermazioni è errata?
A: Per trasformare una temperatura espressa in gradi Kelvin nella equivalente in gradi Celsius basta sottrarre 273,15
B: La temperatura di 1°C è uguale alla temperatura di 1 K
C: La temperatura del ghiaccio fondente alla pressione di una atmosfera è 273,15K
D: La differenza ΔT tra due temperature è uguale sia in gradi Celsius che in gradi Kelvin
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un filo di ferro della lunghezza di 1,0 m subisce un allungamento di 1,2 mm quando la sua temperatura aumenta di 100 °C; quale aumento in lunghezza subisce un filo di ferro di 2,0 m quando la temperatura aumenta di 75 °C?
A: 2,4 mm
B: 0,9 mm
C: 1,8 mm
D: 1,2 mm
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Perché possiamo affermare che la legge di dilatazione lineare è una correlazione lineare?
A: Perché la temperatura T e la lunghezza l sono direttamente proporzionali
B: Perché si riferisce alla lunghezza del filo
C: Perché un metallo si allunga lungo una linea mantenendo la direzione
D: Perché la variazione di temperatura ΔT e la variazione di lunghezza Δl sono direttamente proporzionali
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una barretta metallica alla temperatura di 25 °C è lunga 1,000 m; la stessa barretta alla temperatura di 275 °C è lunga 1,005 m. Qual è il valore del coefficiente di dilatazione lineare λ del metallo di cui è fatta la barretta?
A: 5 · 10–6 °C–1
B: 20 · 10–5 °C–1
C: 2 · 10–5 °C–1
D: 12,5 · 10–6 °C–1
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una lamina sottilissima alla temperatura di 25 °C ha la forma di un rettangolo di lati a = 20 cm e b = 40 cm; la lega metallica di cui è fatta la lamina ha un coefficiente di dilatazione lineare λ = 1 · 10-5 °C-1. Di quanto aumenta l'area della lamina riscaldandola alla temperatura di 175 °C?
A: 2,40 · 10-3 cm2
B: 1,2 cm2
C: 2,40 · 10-2 cm2
D: 8 · 10-2 cm2
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Qual è la relazione tra il coefficiente λ di dilatazione lineare e il coefficiente k di dilatazione cubica di una stessa sostanza?
A: k3 = λ
B: 3k = λ
C: k = 3λ
D: k = λ3
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una tazza di acciaio, alla temperatura di 25 °C e alla pressione di un'atmosfera, è piena fino all'orlo di acqua; cosa succede se aumentiamo la temperatura fino a 90 °C?
A: Un po' d'acqua trabocca perché i liquidi si dilatano più dei solidi
B: Non si può dire perché l'acqua ha un comportamento anomalo
C: Non si può dire nulla perché non si conosce il volume iniziale
D: Il volume della tazza aumenta perché è di metallo e quindi l'acqua non sarà più all'orlo
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La legge di Boyle afferma che, a temperatura costante, le grandezze p e V:
A: sono inversamente proporzionali
B: sono direttamente proporzionali
C: rimangono costanti come la temperatura
D: aumentano entrambe
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Nelle due leggi di Gay-Lussac e di Charles che cosa rappresentano p0 e V0?
A: I valori della pressione e del volume alla temperatura di 0 °C
B: Il valore iniziale della pressione e del volume
C: I valori della pressione e del volume alla temperatura di 0 K
D: Il valore del volume quando la pressione è nulla
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un gas, inizialmente allo stato pi, Vi, Ti, viene condotto allo stato finale pf = 2pi, Tf = 2Ti. Quanto vale il volume finale rispetto a quello iniziale?
A: Vf = 2Vi
B: 2Vf = Vi
C: Vf = Vi
D: Vf = 4Vi
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Uno pneumatico è stato gonfiato a una pressione di 1,5 atm, alla temperatura di 27 °C. Dopo un lungo percorso la temperatura del gas è salita a 127 °C. Supponendo che il volume sia rimasto costante, di quanto è aumentata la pressione?
A: 1,5 atm
B: 1,0 atm
C: 0,5 atm
D: 2,0 atm
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Considerando l'energia e la temperatura di un corpo qual è la corretta definizione della capacità termica C?

A: C è la costante di proporzionalità diretta tra l'energia e la temperatura.
B: C è la costante di proporzionalità inversa tra la variazione d'energia e la variazione di temperatura.
C: C è la costante di proporzionalità diretta tra la variazione di temperatura e la variazione d'energia.
D: C è la costante di proporzionalità diretta tra la variazione d'energia e la variazione di temperatura.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

L'unità di misura del calore specifico è:
A: kg · k/J
B: J · k/kg
C: k/(kg · J)
D: J/(kg · k)
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per scaldare una massa M d'acqua da 10°C a 20°C è stata utilizzata una quantità Q di calore; quanto calore è necessario per riscaldare la stessa massa da 10°C a 40°C?
A: 3 Q
B: Non si può calcolare
C: 2 Q
D: 4 Q
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una massa mA alla temperatura TA viene messa a contatto con una massa mB alla temperatura TB:
         - mA è il doppio di mB;
         - TA è il doppio di TB.
In assenza di dispersioni, che cosa è corretto affermare sullo scambio di calore?
A: Il corpo A perde una quantità di calore Q minore della quantità che acquista il corpo B.
B: Il corpo A perde una quantità di calore Q pari alla quantità che acquista il corpo B.
C: Il corpo A perde una quantità di calore Q doppio della quantità che acquista il corpo B.
D: Il corpo A perde una quantità di calore Q metà della quantità che acquista il corpo B.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Due corpi A e B di massa uguale e con calore specifico rispettivamente cA e cB si trovano rispettivamente alle temperature TA e TB; dopo essere stati messi a contatto raggiungono la temperatura di equilibrio Te.
Quanto vale tale temperatura, se le dispersioni di calore sono trascurabili?
A: Te = (cA · TA + cB · TB)/ (cA + cB)
B: Te = ( TA + TB)/2
C: Te = (cA · TA - cB · TB)/(cA - cB)
D: Te = (TA + TB) · (cA + cB)/2
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Durante un qualsiasi cambiamento di stato:
A: il calore assorbito o ceduto rimane costante per tutta la durata del processo di cambiamento di stato
B: la temperatura varia
C: la temperatura rimane costante
D: la massa della sostanza varia
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Nel grafico è rappresentato un processo di cambiamenti di stato di una sostanza inizialmente gassosa. Che cosa rappresentano i tratti AB, BC e CD?
A: AB: Il gas cede calore; BC: il calore rimane costante; CD: Il liquido cede calore
B: AB: il gas viene raffreddato; BC: transizione gas-liquido; CD: il liquido viene raffreddato
C: AB: transizione gas-liquido; BC: il gas assorbe calore; CD: il gas si liquefa
D: AB: il gas diminuisce di volume; BC: Il volume del gas è costante; CD: il volume del liquido diminuisce.
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per quale motivo si ha la sensazione che la temperatura ambiente diventi più mite quando comincia a nevicare?
A: È solo una sensazione, ma la temperatura non varia
B: È solo una sensazione, ma in realtà non si può dire nulla
C: La condensazione del vapore acqueo in fiocchi di neve avviene con cessione di calore all'ambiente
D: È solo una sensazione, ma la temperatura in realtà si abbassa
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale tra le seguenti affermazioni è errata?
A: Il riscaldamento per contatto necessita di spostamento di materia.
B: Il riscaldamento per irraggiamento non comporta spostamento di materia.
C: Il riscaldamento per convezione comporta spostamento di materia.
D: Qualsiasi propagazione di calore richiede un mezzo materiale di propagazione.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza