INFO

Chimica

Alcuni elementi non presentano sempre lo stesso numero di ossidazione. Per esempio, il cloro può combinarsi con l'ossigeno formando il composto con formula Cl2O, in cui ha N.O. = ________ e il composto con formula  Cl2O7, in cui ha N.O.  ________. Nella tavola periodica si riscontrano alcune regolarità: i ________ hanno tutti numero di ossidazione +1, mentre gli elementi del secondo ________  hanno sempre N.O. = +2; questo fatto ha un riscontro nella ________ di questi elementi: essi infatti presentano rispettivamente uno o due ________ negli orbitali di tipo s dell'ultimo livello occupato.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Considera le seguenti formule: Cr2O72−    MnO4     NH3     Fe2O3   BrO   
Quale affermazione è sbagliata?
A: Il numero di ossidazione del bromo è -1.
B: Il numero di ossidazione dell'azoto è -3.
C: Il numero di ossidazione del ferro è +3.
D: Il numero di ossidazione del manganese è +7.
E: Il numero di ossidazione del cromo è +6.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione ai composti binari con l'ossigeno, quali tra le seguenti frasi sono sbagliate?
A: In base alla nomenclatura tradizionale i composti binari con l'ossigeno si dividono in ossidi e anidridi.
B: Il cloro nelle anidridi può avere N.O. = +1, +3, +5 e +7, per cui il nome tradizionale del composto Cl2O7 è anidride clorica.
C: Il numero di ossidazione più alto del carbonio è +4, pertanto il nome tradizionale del diossido di carbonio è ossido carbonico.
D: Per assegnare il nome tradizionale al composto di un elemento con l'ossigeno è necessario conoscere il numero di ossidazione dell'elemento.
E: Nella nomenclatura tradizionale i composti di un non-metallo con l'ossigeno si chiamano anidridi.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

I composti binari degli elementi con ________ sono detti idruri.  Nella loro formula compare sempre un solo atomo dell'elemento: basta quindi anteporre al nome idruro l'eventuale ________ che indica il numero di atomi di ________ nella molecola. Per esempio, il nome IUPAC di PH3 è ________.  I primi quattro ________ e lo zolfo formano con l'idrogeno composti nettamente acidi, come per esempio HCl. Il nome IUPAC di HCl è ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione alle regole della nomenclatura IUPAC degli ossiacidi, distingui le affermazioni vere da quelle false.
A: Il nome inizia con la parola acido e termina sempre con la desinenza ico.
B: L'ossigeno viene indicato con il termine osso preceduto dal corrispondente prefisso.  
C: Il nome inizia con la parola acido seguita dal nome del non-metallo con desinenza oso o ico a seconda del suo numero di ossidazione.  
D: In fondo al nome si riporta tra parentesi il numero romano che indica il numero di ossidazione del non-metallo che caratterizza l'acido.  
E: La somma del numero di ossidazione totale dell'idrogeno e del numero di ossidazione totale dell'ossigeno è uguale al numero di ossidazione totale del non-metallo.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Nelle formule degli idrossidi si verifica che:
A: la somma algebrica del numero di ossidazione totale dell'ossigeno e del numero di ossidazione totale dell'idrogeno è uguale a zero.
B: la somma algebrica del numero di ossidazione del metallo e del numero di ossidazione totale dell'ossigeno è uguale a zero.
C: il numero di ossidazione totale dell'idrogeno è uguale a quello del metallo.
D: la somma del numero di ossidazione totale dell'idrogeno e del numero di ossidazione totale dell'ossigeno coincide con il numero di ossidazione del metallo.
E: la somma dei numeri di ossidazione totali dell'idrogeno e del metallo è uguale, in valore assoluto, al numero di ossidazione totale dell'ossigeno.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La reazione tra  l'ossido di magnesio MgO e l'acqua dà come prodotto un ________, cioè un composto ________; infatti il magnesio è un ________, quindi il suo ossido ha carattere ________ Invece, il triossido di zolfo (lo zolfo è un ________) reagisce con acqua formando un ________, che è  un composto ________.
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Quale tra le seguenti frasi riguardanti i sali è sbagliata?
A: Nella formula dei sali sono sempre presenti i simboli di un metallo e di un non-metallo
B: I sali che derivano dagli ossiacidi possono essere composti binari o ternari
C: Tutti i sali sono composti ionici
D: Una reazione di neutralizzazione, in soluzione acquosa, produce sempre un sale e acqua
E: Il primo simbolo nella formula di un sale binario è sempre quello di un metallo
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Il nome IUPAC di un sale è tri-________ (IV) di dialluminio. Vogliamo conoscerne la formula. Per prima cosa, il residuo acido è ________, quindi l'acido di partenza è ________,  cioè l'acido ________ (IV). La carica dell'anione derivante dall'acido è -2 invece il N.O. dell'alluminio è +3: la formula del sale è quindi   Al2________.  
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

H2SO4 + Mg(OH)2   ________  ________
CaO + H2O  ________      
Al + O2  ________
CO2 + H2O   ________
Ca + H2    ________
CO2 + Ba(OH)2   ________   ________
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La figura mostra una reazione di precipitazione, descritta dalla seguente equazione:

2 KI(aq) + Pb(NO3)2(aq) →  PbI2(s) + 2 KNO3(aq)    

Tra le affermazioni che seguono indica l'unica sbagliata.
A: L'equazione rappresenta una reazione fra due soluzioni elettrolitiche
B: Il precipitato che si forma a seguito del mescolamento è il nitrato di potassio
C: Il solido giallo si forma non appena le due soluzioni reagenti vengono mescolate
D: Gli ioni K+ e  NO3 possono essere chiamati ioni spettatori
E: L'equazione scritta in forma ionica semplificata è la seguente
2 I-(aq) + Pb2+(aq) → PbI2(s)
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza