INFO

Matematica

Data la funzione quadratica definita da f(x) = 3x2x – 2, scegli quella corretta fra le seguenti affermazioni.
A: Gli zeri sono 1 e  –23; il segno è positivo se e solo se –23 < x < 1.
B: Gli zeri sono 23 e 1; il segno è positivo se e solo se x < 23 o x > 1.
C: Gli zeri sono 1 e  –23; il segno è positivo se e solo se x < –23 o x > 1.
D: Gli zeri sono 23 e 1; il segno è positivo se e solo se 23 < x < 1.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Per ogni proposizione scegli l'opzione corretta, poi fai clic su Conferma.
A: La funzione definita da f(x) = 1 – x2x è negativa per ogni x.
B: La funzione definita da f(x) = x2 + x + 4 è positiva per ogni x.
C: La funzione definita da f(x) = 1 – x2 – 5x non ha zeri.
D: La funzione definita da f(x) = x2 + 2x + 5 non ha zeri.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Sia data la funzione quadratica definita dalla formula f(x) = x2 + (2k – 3)x –1 = 0 con k numero reale. Se la funzione ha valore minimo per x = 2 deve essere:
A: k = 2.
B: k = 32.
C: k = 12.
D: k = –12.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

La parabola avente vertice in (2, 8) e passante per l'origine O (0, 0) può essere rappresentata con la formula:

A: f(x) = (x – 2)2 + 8.
B: f(x) = 2(x – 2)2 + 8.
C: f(x) = –2(x – 2)2 + 8.
D: f(x) = –(x – 2)2 + 8.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Il confronto fra le due funzioni definite da f(x) = 2x + 1 e g(x) = x2 + 1 dà come risultato:
A: se x < 0 o x > 2, allora f(x) < g(x); se x = 0 o x = 2, allora f(x) = g(x); se 0 < x < 2, allora f(x) > g(x).
B: se x < 0 o x > 2, allora f(x) > g(x); se x = 0 o x = 2, allora f(x) = g(x); se 0 < x < 2, allora f(x) < g(x).
C: se x < –2 o x > 0, allora f(x) < g(x); se x = 0 o x = –2, allora f(x) = g(x); se –2 < x < 0, allora f(x) > g(x).
D: se x < –2 o x > 0, allora f(x) > g(x); se x = 0 o x = –2, allora f(x) = g(x); se –2 < x < 0, allora f(x) < g(x).
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

La parabola avente vertice in (1, 2) e passante per il punto O (0, 0) può essere rappresentata con la formula:
A: f(x) = –2x2 + 4x.
B: f(x) = 2x2 – 4x.
C: f(x) = –2x2 + 4x + 2.
D: f(x) = 2x2 – 4x + 2
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Per ogni proposizione scegli l'opzione corretta, poi fai clic su Conferma.
A: La funzione definita dall'equazione f(x) = x2x – 1 non ha zeri.
B: La funzione definita da f(x) = 1+ x2 è minore della funzione definita da g(x) = x2 + x se e solo se x > 1.
C: La funzione definita da f(x) = 1 – x2 assume valore 0 se e solo se x = 1.
D: La funzione definita da f(x) = 1 – 2x + x2 assume valore 0 se e solo se x = 1.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Individua, fra i quattro grafici (clic per ingrandire), quello che può rappresentare la funzione definita da f(x) = 2(x – 1)2 – 3.
A: Grafico 1
B: Grafico 2
C: Grafico 3
D: Grafico 4
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Il grafico della funzione definita da f(x) = x2 viene traslato del vettore [2, –1], come suggerito dalla figura.

Scorri con la freccia e clicca per ingrandire per vedere il grafico traslato e una formula che ne rappresenta la corrispondente funzione. In risposta indica grafico e formula corretti.
A: Grafico 1
B: Grafico 2
C: Grafico 3
D: Grafico 4
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Per ogni proposizione scegli l'opzione corretta, poi fai clic su Conferma.
A: Se G è il grafico di una funzione quadratica y = g(x), allora il trasformato di G in una rotazione di centro O e angolo 30° è il grafico di un'altra funzione quadratica y = f(x).
B: Siano y = f(x) e y = g(x) due funzioni quadratiche i cui grafici si incontrano in due punti distinti P(2, 3) e Q(3, 5). Allora la funzione y = f(x) – g(x) ha come zeri 2 e 3.
C: Non esiste alcun x per cui la funzione quadratica definita da f(x) = x2 – 4x + 4 assume valore negativo.
D: Siano y = f(x) e y = g(x) due funzioni quadratiche aventi due zeri ciascuna. Allora anche la funzione y = f(x) – g(x) ha due zeri.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Sia F il grafico della funzione quadratica rappresentata dalla formula f(x) = x2 + x.
Quale può essere grafico (clic per ingrandire) della funzione quadratica rappresentata con la formula y = f(x – 3) + 1?
A: Grafico 1
B: Grafico 2
C: Grafico 3
D: Grafico 4
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

La disequazione xx2 – 2 < 0:
A: non è verificata per alcun x reale.
B: è verificata solo per  –2 < x < 1.
C: è verificata solo per x < –2 o per x > 1.
D: è verificata per ogni x reale.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

La disequazione (x – 1)2 ≤ 0:
A: non è verificata per alcun x reale.
B: è verificata se e solo se x ≤ 1.
C: è verificata se e solo se x ≥ 1.
D: è verificata se e solo se x = 1.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza