INFO

Chimica

Liquido di ripartizione
Il liquido di ripartizione, da depositare sul supporto solido di una colonna impaccata o sulle pareti di una colonna capillare, deve soddisfare numerosi requisiti, fra cui:
A: elevata tensione di vapore nelle condizioni di lavoro
B: elevata stabilità termica
C: bassa viscosità alle temperature di esercizio
D: buon effetto solvente sulla miscela
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Fasi stazionarie legate
Le fasi stazionarie legate:
A: consentono di evitare la perdita di fase stazionaria
B: sono termicamente più stabili rispetto alle analoghe fasi non legate
C: permettono di effettuare il lavaggio delle colonne con solventi in controcorrente
D: mostrano una minore riproducibilità e un aumento dei tempi di condizionamento
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Derivatizzazione
L'analisi di sostanze altobollenti:
A: richiede temperature molto basse
B: comporta il forte rischio di decomposizioni, polimerizzazioni o addirittura carbonizzazioni
C: è aiutata dalla derivatizzazione delle sostanze che costituiscono il campione in modo da formarne altre più volatili o meno affini alla fase stazionaria
D: può comportare la decomposizione di sostanze al solo contatto con le parti metalliche dello strumento
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Gascromatografia (GC)
La condizione necessaria affinché si possa effettuare una separazione in gascromatografia (GC) è che:
A: il campione possa essere vaporizzato all'inizio del processo cromatografico
B: il campione sia gassoso alla temperatura di lavoro
C: la fase stazionaria non interagisca con il gas di trasporto
D: il campione abbia un punto di ebollizione (p.e.) inferiore alla temperatura della colonna
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

GC su colonne capillari vs GC su colonne impaccate
La GC su colonne impaccate trova oggi meno applicazioni di quella su colonne capillari anche perché:
A: non è adatta al collegamento con lo spettrometro di massa come rivelatore
B: non è possibile usare il FID come rivelatore
C: non è adatta per analisi preparative
D: è molto meno efficiente
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Ordine di uscita di una miscela
L'ordine di uscita di una miscela di acetone, etanolo, benzene, cicloesano su colonna polare (come, per esempio, Carbowax® 20M) e azoto come carrier non è:
A: cicloesano, etanolo, acetone, benzene
B: benzene, cicloesano, acetone, etanolo
C: etanolo, acetone, cicloesano, benzene
D: cicloesano, benzene, acetone, etanolo
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Rivelatore a ionizzazione di fiamma (FID)
L'acqua non viene rivelata dal rivelatore a ionizzazione di fiamma perché:
A: raffredda la camera di ionizzazione
B: non può essere ionizzata nelle condizioni di lavoro
C: si combina con il gas di trasporto
D: dà un segnale troppo debole
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Campione
L'introduzione di quantità sempre più piccole di campione in testa alla colonna consente:
A: una migliore simmetria dei picchi
B: una migliore selettività della separazione
C: tempi di ritenzione più brevi
D: di separare meglio, in linea di massima, picchi molto vicini poiché sono più simmetrici
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Colonne capillari vs colonne impaccate
Le colonne capillari forniscono spesso prestazioni migliori di quelle impaccate perché:
A: sono molto più lunghe
B: hanno un'efficienza per metro nettamente migliore
C: hanno una migliore selettività
D: consentono tempi di lavoro più brevi
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Colonne per gascromatografia
Per effettuare una serie di analisi di tracce di inquinanti organici nelle acque, è opportuno usare:
A: una colonna capillare narrow bore
B: una colonna capillare wide bore
C: una colonna impaccata
D: una colonna capillare a fasi legate
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza