Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Posizionamento,
Vero o falso
INFO

Biologia

La popolazione
Con il termine popolazione si intende
A: l'insieme di tutti gli organismi di una specie che vivono in una determinata area e che interagiscono con l'ambiente.
B: l'insieme degli organismi e delle componenti abiotiche di un determinato ecosistema.
C: nessuna di queste risposte è corretta.
D: l'insieme di tutti gli organismi di una stessa specie.
E: un gruppo di organismi di specie differenti che vivono nello stesso luogo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La popolazione
La ________ di una popolazione è il numero di individui di una specie per ________ di superficie. La ________ di una popolazione, invece, è il modo in cui i suoi individui sono distribuiti sul territorio. Questi due parametri sono aspetti della ________ di una popolazione.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le curve di sopravvivenza
In quali aspetti differiscono le curve di sopravvivenza dell'essere umano e della Spergula vernalis, una pianta erbacea che cresce sulle dune di sabbia?
A: Nella Spergula vernalis la sopravvivenza è inizialmente bassa quindi aumenta, mentre nell'essere umano avviene il contrario.
B: Nella Spergula vernalis la sopravvivenza è inizialmente alta quindi diminuisce e nell'essere umano avviene il contrario.
C: Nella Spergula vernalis la sopravvivenza è sempre alta, mentre ciò non accade nell'essere umano.
D: Nella Spergula vernalis la curva di sopravvivenza è una retta e nell'essere umano è un ramo di iperbole.
E: Nell'essere umano la curva di sopravvivenza è una retta e nella Spergula vernalis è un ramo di iperbole.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La strategia vitale
A: La strategia vitale descrive il modo in cui un organismo ripartisce il suo tempo e le sue energie tra le varie attività che caratterizzano il ciclo di vita.
B: Le popolazioni di elefanti e di esseri umani presentano strategie vitali e curve di crescita molto diverse tra loro.
C: Il numero di individui in una popolazione in ogni istante è uguale al numero che vi si trovava in una data passata, più il numero dei nuovi nati da allora fino al momento del conteggio, meno il numero dei deceduti, meno il numero degli immigrati nella popolazione, più il numero degli emigrati dalla popolazione.
D: Il fenomeno del parassitismo è in grado di influenzare i cicli vitali e l'evoluzione di una specie.
E: Una serie di esperimenti sui guppy, pesci tropicali appartenenti alla specie Poecilia reticulata, ha evidenziato che gli individui provenienti da siti ad alta predazione tendevano a riprodursi in età più precoce e più di frequente degli individui provenienti da siti a bassa predazione.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La capacità portante
Cosa si intende per capacità portante?
A: Il numero medio di individui che abitano un dato ambiente.
B: Il numero di individui in più che una popolazione dovrebbe possedere per saturare l'ambiente.
C: Il numero totale di individui che le risorse possono sostenere per un tempo prolungato.
D: La possibilità di crescita esponenziale di ogni specie in un dato ambiente.
E: L'insieme di tutte le risorse alimentari di un dato ambiente.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Fattori densità indipendente
Quale dei seguenti fattori limitanti è densità indipendente?
A: Diffusione di malattie contagiose.
B: Disponibilità di cibo.
C: Spazio per nidificare.
D: Sono tutti densità dipendenti.
E: Successo nella caccia da parte dei predatori.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Limitazione della crescita demografica
Quale dei seguenti fattori non è direttamente un fattore limitante della crescita demografica?
A: L'invecchiamento della popolazione.
B: La diffusione di malattie.
C: La nascita di nuove guerre.
D: La scarsità di cibo.
E: L'accumulo dei propri prodotti di rifiuto nell'ambiente.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le popolazioni
All'interno del proprio ________, la maggior parte delle popolazioni è divisa in ________ separate e riconoscibili che vivono in distinte porzioni di ________ adatto. La popolazione complessiva a cui appartengono tali ________ è detta ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Tecniche per il contenimento degli organismi dannosi
Il controllo delle popolazioni indesiderate attraverso l'introduzione di specie predatrici o parassite si chiama
A: lotta biologica.
B: interazione ecologica.
C: dinamica di popolazione.
D: lotta demografica.
E: infestazione.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Livelli trofici
In una catena alimentare, in genere, non si superano i 5 livelli trofici, perché nel passaggio da un livello al successivo
A: il numero di individui da sostenere aumenta.
B: ci si avvicina alla capacità portante.
C: si disperde materia.
D: si disperde energia.
E: si accumula energia.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Catene alimentari
Un'aquila che cattura un roditore rappresenta
A: il consumatore primario.
B: il decompositore.
C: il consumatore secondario.
D: il produttore.
E: il vertice della catena alimentare.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La simbiosi
Associa ai tre tipi di relazioni alimentari le caratteristiche corrispondenti.
Mutualismo: ________
Parassitismo: ________
Commensalismo: ________
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'esclusione competitiva
Quale delle seguenti caratteristiche non riguarda l'esclusione competitiva?
A: Le specie devono avere stili di vita simili.
B: Due o più specie competono per una stessa risorsa.
C: Porta al successo della specie che si riproduce più rapidamente.
D: Una delle due specie in competizione soccombe.
E: Una delle due specie in competizione è più abile.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Scomparsa di specie "chiave di volta"
Se all'interno di una comunità una malattia determina la scomparsa di una specie di predatori che funge da "chiave di volta"
A: la biodiversità della comunità rimane invariata.
B: la competizione tra le specie predate aumenta.
C: la competizione tra le specie predate diminuisce.
D: la biodiversità della comunità aumenta.
E: la specie in questione viene in breve sostituita da una nuova specie.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La successione ecologica
Che differenza c'è tra una successione ecologica primaria e una successione ecologica secondaria?
A: Una successione primaria ha inizio in siti del tutto privi di organismi viventi, mentre una successione secondaria ha inizio in siti dove alcuni organismi sono sopravvissuti alla perturbazione più recente.
B: Una successione primaria ha inizio con la colonizzazione di un sito da parte di specie vegetali, mentre una successione secondaria ha inizio con la colonizzazione di un sito da parte di specie animali.
C: Una successione primaria coinvolge al massimo due livelli trofici, mentre una successione secondaria coinvolge da tre a cinque livelli trofici.
D: Una successione primaria può avere inizio soltanto in prossimità di un vulcano o un ghiacciaio, mentre una successione secondaria può avere inizio in qualsiasi tipo di ambiente.
E: Una successione primaria interessa comunità ecologiche distribuite su areali molto ampi, mentre una successione secondaria interessa comunità ecologiche molto localizzate.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza