INFO

Diritto

Le politiche turistiche locali.
Con il d.p.r. del 1977 furono concesse ampie aperture che avrebbero dovuto consentire alle Regioni di formulare autonome politiche turistiche. Questo d.p.r. introdusse altre importanti innovazioni, tra cui il superamento del concetto di ________ a favore della ________. La l. n. 217/1983 istituisce il Comitato di coordinamento per la programmazione turistica. Con la riforma ________ del 1997 lo Stato conserva, in accordo con le ________, la definizione dei principi e degli obiettivi per la valorizzazione e lo sviluppo del sistema turistico, il monitoraggio e il coordinamento delle attività di sua competenza connesse alla promozione, allo sviluppo e alla valorizzazione del sistema turistico nazionale, oltre al cofinanziamento nell'interesse nazionale di programmi regionali o interregionali per lo sviluppo del turismo; alle ________ vengono conferite tutte le funzioni ________ in materia di turismo non riservate allo Stato.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Diritto

L'innovazione dopo la Riforma del 2001.
In termini di principi, l'innovazione più importante della riforma del 2001 riguarda il riconoscimento del ruolo ________ del turismo per lo sviluppo economico e occupazionale del Paese. È con questa riforma che in Italia si comincia per la prima volta a parlare ufficialmente di "________ del turismo". Essa, tra le altre cose, favorisce la crescita ________ dell'offerta del sistema turistico nazionale, regionale e locale, anche ai fini dell'attuazione del riequilibrio territoriale delle aree ________; sostiene il ruolo delle imprese operanti nel settore turistico con particolare riguardo alle piccole e medie ________ e al fine di migliorare la qualità dell'organizzazione, delle strutture e dei servizi; promuove azioni per il superamento degli ostacoli che si frappongono alla fruizione dei ________ turistici da parte dei cittadini, con particolare riferimento ai giovani, agli anziani percettori di redditi ________ e ai soggetti con ridotte ________ motorie e sensoriali; valorizza il ruolo delle comunità locali, nelle loro diverse e autonome espressioni culturali e ________, e delle associazioni ________; promuove la ricerca, i sistemi informativi, la documentazione e la conoscenza del ________ turistico.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Diritto

La Direzione generale per le politiche del turismo.
La Direzione generale per le politiche del turismo, tra le altre cose:
A: Cura l'attuazione escluivamente delle politiche turistiche nazionali
B: Realizza sinergie per conseguire la valorizzazione del made in Italy
C: Attua iniziative per l'innalzamento della quantità dei servizi turistici e per una migliore offerta turistica
D: Promuove investimenti turistici esclusivamente all'estero
E: Cura le relazioni istituzionali con l'Unione europea e i rapporti con le organizzazioni internazionali in materia di turismo
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Diritto

Il Codice del turismo.
Il Codice del turismo ha istituito il ________ permanente di promozione del turismo in Italia, che ha lo scopo di promuovere un'azione coordinata dei diversi soggetti che operano nel settore del turismo con la politica e la programmazione nazionale . Al ________, presieduto dal ________ del Consiglio (o da un ministro delegato), partecipa la ________ di tutti i soggetti pubblici e privati operanti nel settore turistico. Esso promuove le azioni relative ai seguenti ambiti: ________ omogenea delle strutture pubbliche dedicate a garantire i servizi del turista; ________ di programma con le ________ e sviluppo della strutturazione turistica sul territorio; sostegno e assistenza alle ________ che concorrono a riqualificare l'offerta turistica nazionale.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Diritto

Gli Enti del turismo italiano.
Quali sono gli enti del turismo italiano? Ordinali in ordine alfabetico e per esteso senza articolo che li precede.

________
________
________
________
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Diritto

Agenzie di viaggio e professioni turistiche.
A: La disciplina delle strutture ospedaliere
B: La disciplina delle agenzie di viaggio e turismo
C: La disciplina dei B&B
D: La disciplina delle professioni turistiche
E: La disciplina della promozione e dell'informazione turistica comunale
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Diritto

La legislazione turistica in Emilia Romagna.
La legislazione turistica in Emilia Romagna
A: È disciplinata dalla legge regionale 4 marzo 2003, n. 7, detta "Organizzazione turistica regionale-Interventi per la promozione e commercializzazione turistica"
B: Assegna alla Regione interventi per la promozione in Italia e all'estero dell'immagine dell'offerta turistica regionale, nonché per lo sviluppo qualitativo delle attività di comunicazione e di commercializzazione turistica
C: Assegna ai Comuni le funzioni amministrative relative alle commissioni giudicatrici d'esame per l'abilitazione all'esercizio delle professioni turistiche ai sensi delle vigenti leggi regionali
D: Assegna alle Città metropolitane il ruolo di organizzare o compartecipare a manifestazioni di intrattenimento o altre iniziative di animazione e promozione turistica di interesse locale
E: Stabilisce la nascita delle «Unioni di prodotto» ossia aggregazioni di soggetti, pubblici e privati, che operano sul mercato turistico attraverso progetti e azioni di promozione
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Diritto

La legge regionale della Campania.
La legge regionale della Campania
A: È basato sulla legge regionale 8 agosto 2010, n. 18, detta "Organizzazione del sistema turistico in
Campania"
B: Assegna alle Città metropolotane campane la definizione delle modalità di accesso, per i soggetti pubblici e privati, ai finanziamenti di diversa natura
C: Assegna ai Comuni la tutela dei diritti degli ospiti e dei visitatori
D: Assegna alle Città metropolitane campane la promozione dei Poli turistici locali anche attraverso la partecipazione ai Poli turistici locali stessi
E: Assegna ai Comuni l'eventuale partecipazione all'attivazione dei servizi di informazione e di accoglienza turistica (SIAT)
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza