Le grandi trasformazioni sociali tra il II e il I secolo a.C.

15 esercizi
SVOLGI
Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Trova errore,
Vero o falso,
Domande in serie
Libro
Argonauti / Dalla preistoria a Roma repubblicana
Capitolo
Le grandi trasformazioni sociali tra il II e il I secolo a.c.
Libro
Argonauti / Impero romano e Alto Medioevo
Capitolo
Le grandi trasformazioni sociali tra il II e il I secolo a.c.
INFO

Storia

La vittoria romana su Perseo consentì ai Romani di incamerare un bottino di guerra così ricco da...
A: consentire ai cittadini di non pagare tributi fino al 43 a.C.
B: costruire nuove strade.
C: erigere nuovi monumenti.
D: ampliare l'esercito.
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Indica la definizione corretta del termine, poi fai clic su Conferma.
A: Edificio in cui erano rinchiusi gli schiavi
B: Terreno di proprietà dello stato
C: Usanza degli antenati
Domande in serieDomande in serie
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le riforme di Tiberio e Caio Gracco miravano a...
A: proteggere gli interessi dei latifondisti
B: distribuire ai cittadini romani le terre dei socii
C: concedere pari diritti agli abitanti delle province
D: tutelare i piccoli proprietari terrieri e gli alleati italici
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

In questo periodo di forti mutamenti culturali e sociali, emerse Marco Porzio Catone come grande difensore delle ________ di Roma. Nato a Tuscolo nel 234 a.C. da una famiglia di ________ di media agiatezza, trascorse l'adolescenza lavorando egli stesso i campi ereditati dal padre e meditando le memorie dei Romani del tempo antico. Da giovane partecipò valorosamente a molte battaglie col grado di tribuno militare, ma ben presto si distinse per la sua attività di giureconsulto e di avvocato e per i successi nella carriera politica. In ________, dove fu pretore nel 198 a.C., cambiò le abitudini agiate di chi lo aveva preceduto, eliminando sperperi ed abusi, dando esempio di austerità e parsimonia. In Spagna domò una lunga ribellione (dal 197 al 194 a.C.), ma su di lui pendette l'accusa di aver fatto uccidere o vendere come schiavi 7000 ________ (questo il nome del popolo che abitava la regione) che si erano ribellati e che si erano già arresi. A Roma una minoranza della nobiltà era composta da nobili tradizionalisti e conservatori che si appoggiavano soprattutto alla classe rurale, la quale si sentiva minacciata sia economicamente che moralmente dalle profonde trasformazioni in atto e dalla crisi sociale. Di questa fazione Catone divenne il capo, raggiungendo il ________ nel 195 a.C. insieme all'amico e protettore Lucio Valerio Flacco.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Con la riforma dell'esercito attuata da Mario...
A: venne indebolito il potere dei generali.
B: venne assegnato uno stipendio ai soldati.
C: furono esclusi dall'esercito i nullatenenti.
D: assunse un ruolo di primo piano la cavalleria.
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Indica se le seguenti affermazioni su Silla sono vere o false.
A: La dittatura di Silla segnò la fine della repubblica
B: Silla era un esponente della parte senatoria.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Gli schiavi a Roma venivano venduti al mercato; al collo avevano un cartello con l'altezza, la provenienza e l'elenco delle capacità. Uno schiavo greco istruito costava moltissimo; nella casa di un ricco sarebbe stato una specie di sorvegliante per i figli e anche per il padrone sarebbe risultato assai utile. Gli schiavi e le schiave di città, abitando in famiglia, finivano per farne un po' parte e quindi di solito non erano trattati malissimo. Molto dure erano invece le condizioni degli schiavi in campagna. Quasi tutti maschi perché erano per la maggior parte prigionieri di guerra, abitavano insieme negli ergastula, una specie di pensione-prigione: da qui deriva la parola "ergastolo", la pena di chi veniva condannato alla prigione a vita. Gli schiavi di campagna non avevano di solito figli, ma via via che morivano erano sostituiti da altri prigionieri di guerra. Dure erano anche le condizioni di vita degli schiavi che costruivano strade, acquedotti, ponti; durissime quelle di chi lavorava in miniera, per la mancanza d'aria e di luce e il continuo pericolo di crolli. Tutti questi disgraziati, denutriti e malvestiti, dovevano lavorare sempre, fino alla notte. Si ammalavano spesso e la loro vita non era lunga.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Indica se le seguenti affermazioni sui Cimbri e sui Teutoni sono vere o false.
A: Cimbri e Teutoni erano popolazioni germaniche.
B: Aquae Sextiae era una città della Gallia.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Abbina ad ogni evento gli estremi cronologici corretti, poi fai clic su Conferma.
A: Legge agraria di Tiberio Gracco
B: Legge frumentaria di Caio Gracco
C: Guerra contro Giugurta
D: Rivolte di schiavi in Sicilia
E: Guerra contro Cimbri e Teutoni
Domande in serieDomande in serie
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le condizioni di vita si erano fatte più dure anche per i piccoli proprietari terrieri, che costituivano la spina dorsale delle ________ romane e che vivevano solo del proprio lavoro: costretti a stare lontani dai loro ________,  a volte per anni interi,  quando tornavano li trovavano tramutati in boscaglia, abbandonati ai rovi e agli sterpi. Molti di loro cadevano in miseria per l'assenza tanto prolungata e si vedevano costretti a  vendere i loro campi ai grandi proprietari terrieri, che già possedevano enormi distese di terre, i ________ (dal latino latus, «ampio» e fundus, «fondo», podere) e che avevano a disposizione, per lavorarli, un vero esercito di schiavi. Per la maggior parte si trattava di prigionieri di guerra, ma c'erano anche molti schiavi per ________: i poveri, di solito contadini che avevano chiesto un prestito ai ricchi, se non restituivano in tempo quanto avevano ricevuto e se  non possedevano altro, erano costretti a vendere se stessi.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Indica se le seguenti affermazioni sulla classe dei cavalieri e quella senatoria sono vere o false.
A: La legge vietava ai senatori di dedicarsi ad attività finanziarie o commerciali.
B: Le grandi conquiste di Roma impoverirono la classe dei cavalieri.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I senatori si opposero alla riforma di Tiberio Gracco perché andava contro i loro interessi. Non potevano, infatti,...
A: esercitare attività finanziarie o commerciali ed erano tutti grandi proprietari terrieri.
B: controllare le vaste estensioni di terreno senza ricorrere agli schiavi.
C: possedere le terre e, contemporanemente, commerciare.
D: vendere i loro terreni per ricavarne denaro.
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Gaio Gracco fu assassinato...
A: in un tumulto nel 121 a.C.
B: a tradimento nel 123 a.C.
C: in un tumulto nel 123 a.C.
D: a tradimento nel 121 a.C.
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Mario, per avere un esercito numeroso e ________, aprì loro la possibilità di combattere, stabilendo che lo Stato avrebbe corrisposto ad ogni soldato uno stipendium (una ________), e la dotazione di armi. Promise anche ai ________, in caso di vittoria, la spartizione del ________ e l'assegnazione di terre. Quest'ultimo aspetto era tanto importante quanto il primo: il vero cittadino romano è colui che possiede un proprio appezzamento di terreno. Promettere l'________ di terra significava anche restituire la vera ________ di cittadini a quei proletari che l'avevano perduta.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le continue spedizioni militari, le trasformazioni dell'economia e il grande afflusso di schiavi ebbero profonde ripercussioni in campo sociale. Proprio gli schiavi, in numero sempre crescente, privi di qualsiasi diritto e costretti a vivere in condizioni spesso disumane, scatenarono alcune rivolte che Roma poté reprimere solo con l'intervento dell'esercito. Le prime rivolte avvennero in Etruria e nella regione di ________ agli inizi del II secolo a.C., ma le più pericolose per Roma si ebbero in ________, dove agli schiavi si unirono anche i più poveri fra i cittadini liberi. Qui le grandi aziende agricole basate sul lavoro servile erano comparse poco dopo la conquista della regione e producevano soprattutto frumento. Molto diffuso era anche l'allevamento del ________, affidato sempre agli schiavi. Fu proprio fra i pastori che cominciò a diffondersi il ________, anche perché molti di loro erano prigionieri di guerra e quindi abituati a portare le ________. Nella prima rivolta secondo alcuni storici antichi insorsero addirittura 200 mila schiavi (ma il numero è sicuramente troppo alto).
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza