INFO

Matematica

Variabili casuali e discrete e distribuzioni di probabilità
Data la distribuzione di probabilità della variabile X, la probabilità che la variabile X assuma valore minore di 0 è:
A: 34.
B: 28.
C: 18.
D: 14.
E: 1.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Giochi aleatori
Un giocatore partecipa a un gioco in cui viene estratta una pedina numerata da un sacchetto che ne contiene 90 (numerate da 1 a 90). Se esce un numero minore di 50 vince 5 euro, se esce un numero maggiore di 80 vince 15 euro, in tutti gli altri casi deve pagare una somma. La somma che deve pagare affinché il gioco sia equo è:
A: 12,74 euro.
B: 50 euro.
C: 4 euro.
D: 20 euro.
E: 10 euro.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Valore medio
In una classe di 24 alunni si calcola la frequenza delle assenze relative al mese di novembre e si arriva alla tabella in figura. Se consideriamo la variabile casuale X = «n. di giorni di assenza», il suo valore medio è dato da:
A: 0,79.
B: 6,5.
C: 2,5.
D: 0.
E: 1,5.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Varianza
In una classe di 24 alunni si calcola la frequenza delle assenze relative al mese di novembre e si arriva alla tabella in figura. Se consideriamo la variabile casuale X = «n. di giorni di assenza», il valore della sua varianza è uguale a:
A: 0,998.
B: 0,79.
C: 1.
D: 4,2243.
E: 0,0011.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Distribuzioni di probabilità
Nel laboratorio linguistico di una scuola vi sono 24 postazioni che funzionano in modo indipendente. La probabilità che un apparecchio audio si guasti in un mese è del 12,5%. In media, gli apparecchi che si guastano in un mese sono:
A: 3.
B: 0.
C: 20,5.
D: 10.
E: 1,2.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Variabili casuali standardizzate
Una variabile aleatoria X ha valore medio 12,3 con scarto quadratico medio 1,8. Al valore x = 8,3 corrisponde il valore della variabile standardizzata Z:
A: −2,2.
B: 4,25.
C: 0,53.
D: 0,45.
E: 11,44.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Distribuzione normale o gaussiana
Una macchina produce penne di lunghezza media di 15 cm con deviazione standard di 0,2 cm. La probabilità che una penna abbia lunghezza compresa tra 14,7 cm e 15,3 cm è:
A: 0,8664.
B: 0,4332.
C: 0,3.
D: 0,002.
E: 1,341.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Funzione di ripartizione
Osserva la variabile casuale riportata nella tabella in figura. La funzione di ripartizione vale:
A: F: 0,3; 0,4; 0,6; 1.
B: F: 0,4; 0,6; 0,7; 1.
C: F: 0,7; 0,6; 0,4; 1.
D: F: 0,1; 0,3; 0,6; 1.
E: F: 0,4; 0,7; 0,9; 1.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Valore medio e varianza
Osserva la variabile casuale riportata nella tabella in figura. Il valore medio e la varianza sono rispettivamente:
A: 10 e 22,6.
B: 9 e 74.
C: 10 e 78.
D: 9 e 23,6.
E: 10 e 7,44.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Distribuzioni di probabilità
Un'urna contiene 4 palline rosse e 6 bianche. Estraiamo consecutivamente 3 palline, rimettendo la pallina estratta nell'urna. La variabile casuale X = «numero delle volte che esce una pallina rossa» è:
A: una variabile casuale binomiale con media μ = 1,2 e varianza σ2 = 0,72.
B: una variabile casuale uniforme con media μ = 1,5 e varianza σ2 = 1,25.
C: una variabile casuale binomiale con media μ = 1,2 e varianza  σ2 = 0,56.
D: una variabile casuale di Poisson con media μ = 1,2 e varianza  σ2 = 1,2.
E: una variabile casuale di tipo diverso dalle altre con media μ = 2 e varianza σ2 = 0,72.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Valore medio e varianza
Una variabile casuale X ha valore medio μ = 2 e varianza  σ2 = 0,09. La variabile casuale 2X + 3 ha valore medio e varianza:
A: 7 e 0,36.
B: 4 e 0,36.
C: 4 e 0,12.
D: 7 e 0,09.
E: 4 e 0,39.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Variabile casuale continua - Valore medio e varianza
Una variabile casuale continua ha funzione di densità f(x)=16 nell'intervallo [2;8]. Il valore medio e la varianza sono rispettivamente:
A: 5 e 3.
B: 3 e 8,3.
C: 4 e 1,3.
D: 5 e 2.
E: 3 e 3.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Distribuzione normale o gaussiana
Il valore medio dei visitatori di una fiera campionaria che si svolge ogni anno è di 850 persone al giorno con una deviazione standard di 34 visitatori. Essendo la distribuzione del numero dei visitatori normale, la probabilità che in un certo giorno il numero dei visitatori superi il valore medio del 10% è:
A: 0,0062.
B: 0,7462.
C: 0,2469.
D: 0,9938.
E: 0,4938.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Variabili casuali standardizzate
Data la seguente variabile casuale X nella tabella in figura, la variabile casuale standardizzata Z assume i valori:
A: 0,50;0,14;0,07;0,43.
B: 1,87;0,53;0,27;1,60.
C: 1,87;0,53;0,27;1,60.
D: 0,50;0,14;0,07;0,43.
E: 0,50;0,14;0,07;0,43.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Matematica

Distribuzioni di probabilità
Dovendo calcolare la probabilità che su 150 prove un evento E di probabilità costante 0,6 si verifichi 100 volte, quale delle seguenti relazioni non può essere applicata?
A: P(X=100)=P(Z=1,67)=12πe2,782, dove Z è la variabile standardizzata associata a X.
B: P(X=100)=(150100)(0,6)100(0,4)50.
C: P(X=100)=P(1,58<Z<1,75).
D: P(X=100)=90100100!e90.
E: P(X=100)=F(1,75)F(1,58), dove F è la funzione di distribuzione della variabile standardizzata Z.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza