Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Vero o falso
Libro
Biologia.blu. Le basi molecolari della vita e dell'evoluzione / PLUS
Capitolo
La regolazione genica negli eucarioti
Libro
Biologia.blu. Le basi molecolari della vita e dell'evoluzione
Capitolo
La regolazione genica negli eucarioti
INFO

Biologia

Il controllo dell'espressione negli eucarioti
A: Un repressore tradizionale si lega all'mRNA.
B: Il cappuccio sull'estremità 5' serve per permettere l'uscita dell'mRNA dal nucleo.
C: Una volta uscito dal nucleo l'mRNA viene aggiunta una coda in posizione 3'.
D: Se una proteina permane nelle cellule a lungo può essere inibita la traduzione del DNA che la codifica.
E: Da uno stesso mRNA si possono ottenere proteine differenti.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

I corpi di Barr
I corpi di Barr sono
A: uno dei due cromosomi sessuali femminili despiralizzato.
B: corpuscoli di eucromatina presenti negli organismi di sesso femminile.
C: corpuscoli altamente condensati corrispondenti al cromosoma sessuale maschile.
D: i globuli polari prodotti durante l'oogenesi.
E: uno dei due cromosomi sessuali femminili altamente condensato.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La regolazione genica nei procarioti
A: I geni strutturali codificano per proteine regolatrici.
B: I repressori sono proteine che impediscono la trascrizione.
C: I geni costitutivi codificano per proteine indispensabili alla cellula.
D: In presenza di triptofano si arresta la produzione degli enzimi per la sua sintesi.
E: L'enzima ß-galattosidasi è prodotto solo in presenza di lattosio.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Lo spettrometro di massa
Lo spettrometro di massa
A: analizza catene amminoacidi che di brevi sequenze.
B: serve per separare le proteine in base alla massa.
C: separa tratti di DNA diversi.
D: identifica direttamente i singoli nucleotidi che compongono una sequenza.
E: prevede il trattamento preventivo della catena polipeptidica con proteasi.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Gli enhancer
Gli enhancer sono
A: geni a cui si legano gli attivatori.
B: proteine con funzione di repressione.
C: proteine con funzione di attivazione.
D: geni che inibiscono la trascrizione.
E: geni che favoriscono la trascrizione.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'espressione genica negli eucarioti
Negli organismi eucarioti
A: viene espresso praticamente tutto il DNA.
B: umani è espresso soltanto il 2% del DNA totale.
C: si possono contare una quantità fissa di basi azotate.
D: ogni cellula contiene geni specifici.
E: viene espresso mediamente circa il 10% del DNA totale.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

I puff cromosomici
I puff cromosomici sono aree
A: di associazione di più cromosomi.
B: individuate nei cromosomi giganti degli insetti.
C: in cui è attiva la sintesi dell'RNA.
D: in cui i geni non sono espressi.
E: altamente condensate.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La maturazione del DNA
A: Gli introni sono sequenze codificanti.
B: I batteri probabilmente possedevano sequenze non codificanti che sono state successivamente eliminate.
C: Gli introni sono identificati grazie all'ibridazione mRNA-DNA.
D: L'mRNA maturo è più lungo del trascritto di partenza.
E: Nelle cellule eucariote gli introni sono in numero costante.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La regolazione della trascrizione
Un operone è costituito da un ________, dai geni strutturali e, in posizione intermedia, da un ________. Spesso esiste anche un gene ________ codificante per proteine che funge da ________, quando promuove la trascrizione, oppure da ________, quando la inibisce. Esistono infine molecole che possono a loro volta attivare o inibire queste ultime proteine e vengono rispettivamente dette ________ e ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La regolazione genica dei procarioti e degli eucarioti
Quali di queste caratteristiche sono comuni alla regolazione genica delle cellule eucariote e delle cellule procariote?
A: Il promotore è costituito da tre zone distinte.
B: Esistono specifiche proteine di controllo per la trascrizione.
C: La trascrizione e la traduzione sono simultanee.
D: La trascrizione inizia con l'RNA-polimerasi che si aggancia al promotore.
E: I geni sono raggruppati in operoni.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza