INFO

Fisica

Per calore si intende un processo di trasferimento di:
A: lavoro.
B: energia cinetica.
C: temperatura.
D: energia interna.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In base all'esperienza di Joule, che relazione c'è tra il lavoro eseguito dai pesi che scendono e la variazione di temperatura dell'acqua?
A: Il lavoro compiuto per innalzare la temperatura dell'acqua è pari a 4186 J.
B: Il lavoro compiuto per innalzare di 1 K la temperatura dell'acqua è pari a 4186 J.
C: Il lavoro compiuto per innalzare di 1 K la temperatura di 1 kg di acqua è pari a 4186 J.
D: Il lavoro compiuto per innalzare la temperatura di 1 kg di acqua è pari a 4186 J.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il meccanismo di trasmissione del calore prevalente nei fluidi scaldati dal basso è:
A: la conduzione.
B: il riscaldamento.
C: la convezione.
D: l'irraggiamento.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se si avvicina una mano a un termosifone acceso, si sente una sensazione di caldo. Ciò è conseguenza:
A: della conduzione.
B: del riscaldamento.
C: dell'irraggiamento.
D: della convezione.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Nell'irraggiamento si ha trasporto di:
A: energia.
B: materia.
C: temperatura.
D: calore.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Le correnti convettive sono causate direttamente da:
A: differenze di densità.
B: differenze di temperatura.
C: differenze di massa.
D: differenze di calore.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Tra i modi di propagazione del calore la convezione è caratteristica dei ________ e avviene con trasporto di ________. La conduzione è caratteristica dei ________ ed è dovuta a ________ tra molecole vicine.
Nel ________ il calore può propagarsi soltanto per irraggiamento, ossia sotto forma di onde ________.
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La capacità termica è numericamente uguale al:
A: prodotto dell'energia assorbita dall'unità di massa di un corpo per il conseguente aumento della sua temperatura.
B: prodotto dell'energia assorbita da un corpo per il conseguente aumento della sua temperatura.
C: rapporto tra l'energia assorbita dall'unità di massa di un corpo e il conseguente aumento della sua temperatura.
D: rapporto tra l'energia assorbita da un corpo e il conseguente aumento della sua temperatura.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In quale forma si può esprimere l'unità di misura del calore specifico?
A: 1 / (J · kg · K)
B: J / (K · kg)
C: J · kg · K
D: (J · kg) / K
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Dati due corpi omogenei, costituiti della stessa sostanza, il primo di massa doppia rispetto al secondo, quale tra le seguenti affermazioni è corretta?
A: La capacità termica del primo corpo è doppia rispetto a quella del secondo corpo, mentre il calore specifico è lo stesso.
B: La capacità termica del primo corpo è doppia rispetto a quella del secondo corpo, mentre il calore specifico del primo corpo è la metà di quello del secondo corpo.
C: La capacità termica dei due corpi è la stessa, e anche il calore specifico è lo stesso.
D: La capacità termica dei due corpi è la stessa, mentre il calore specifico del primo corpo è la metà rispetto a quello del secondo corpo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il calore specifico è numericamente uguale al:
A: rapporto tra l'energia assorbita dall'unità di massa di una sostanza e il conseguente aumento della sua temperatura.
B: rapporto tra l'energia assorbita da una sostanza e il conseguente aumento della sua temperatura.
C: prodotto dell'energia assorbita dall'unità di massa di una sostanza per il conseguente aumento della sua temperatura.
D: prodotto dell'energia assorbita da una sostanza per il conseguente aumento della sua temperatura.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un grammo di ferro che si trova alla temperatura di 20 °C viene riscaldato fino a raddopiarne la temperatura Celsius. Quanto calore è stato fornito, sapendo che il calore specifico del ferro è cs = 460 J/(kg∙°C)?
A: 2,2 kcal
B: 9,2 kJ
C: 9,2 MJ
D: 2,2 cal
E: 9,2 J
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Che relazione esiste tra il calore specifico cS e la capacità termica C?
A: cS è pari a C moltiplicata per la variazione della temperatura.
B: cS e C rappresentano sostanzialmente la stessa grandezza fisica.
C: cS caratterizza una sostanza, C un oggetto.
D: cS caratterizza un oggetto, C la sostanza di cui esso è fatto.
E: cS equivale a C divisa per una massa unitaria di sostanza.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se si mette un cubetto di ghiaccio in un bicchiere d'acqua a temperatura ambiente, durante la fusione del cubetto l'acqua si raffredda perché:
A: il ghiaccio si riscalda, e la somma delle due temperature deve rimanere costante.
B: essa cede al cubetto di ghiaccio l'energia necessaria per farlo fondere.
C: essa riceve dal ghiaccio una temperatura negativa.
D: il ghiaccio rimane sempre a una temperatura di 0°C.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

L'unità di misura della capacità termica è:
A: J · K
B: K · kg
C: J/K
D: J/T
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Nello sfregare le mani l'una contro l'altra:
A: si compie lavoro che si trasmette alle mani.
B: si trasferisce energia cinetica alle mani sotto forma di calore.
C: si aumenta l'energia interna delle mani attraverso il lavoro delle forze di attrito.
D: si produce una certa quantità di calore che scalda le mani stesse.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La fiamma di un focolare riscalda principalmente per:
A: convezione.
B: irraggiamento.
C: conduzione e convezione, in ugual misura.
D: conduzione.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Le radiazioni elettromagnetiche sono emesse:
A: dai corpi che hanno una temperatura più bassa di quella dell'ambiente esterno.
B: dai corpi che hanno una temperatura più alta di quella dell'ambiente esterno.
C: dai corpi in contatto con antenne trasmittenti.
D: da tutti i corpi.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza