INFO

Biologia

A: Le cellule dendritiche non sono coinvolte direttamente nel processo immunitario.
B: Le cellule dendritiche fanno parte della serie di leucociti agranulati.
C: Le cellule dendritiche sono caratterizzate da proiezioni citoplasmatiche ramificate e sono in grado di svolgere attività di fagocitosi e pinocitosi.
D: Le cellule dendritiche non sono in grado di stimolare i linfociti T-helper al riconoscimento dell'antigene come una particella estranea.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le citochine sono caratterizzate, tra le altre cose, da:
A: la capacità di amplificare e prolungare la risposta immune o infiammatoria
B: una bassa attività con una concentrazione di solito elevata, nell'ordine dei milligrammi
C: alto peso molecolare e produzione continua
D: assoluta mancanza di interazione e sinergia tra le diverse molecole
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Tra le proprie funzioni, l'Interleuchina IL-1 è in grado di:
A: inibire l'attività dei linfociti T citotossici
B: inibire la produzione di altre citochine
C: promuovere l'attivazione e la differenziazione dei linfociti T
D: promuovere l'attivazione e la differenziazione dei condroblasti
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Gli antigeni di origine extracellulare:
A: vengono presentati a cellule T CD4+ che li riconoscono poiché associati a molecole MHC di classe II
B: vengono presentati a cellule T CD8+ che li riconoscono poiché associati a molecole MHC di classe I
C: vengono presentati a cellule B, che li riconoscono poiché associati a molecole MHC di classe II
D: vengono presentati a cellule APC che però non li riconoscono se associati a molecole MHC di classe II
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Per ________ s'intende una molecola ________, presente ________ di cellule o all'interno dei liquidi, in grado di riconoscere e ________ uno specifico messaggero chimico detto ________. Un esempio di recettori presenti in forma ________ sono ________ del complemento.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Durante la selezione clonale:
A: il linfocita selezionato procede nella maturazione, proliferando e generando plasmacellule in grado di produrre grandi quantità di anticorpi specifici
B: il linfocita selezionato inibisce la maturazione delle plasmacellule in grado di produrre determinati anticorpi
C: il granulocita neutrofilo procede nella maturazione e favorisce la proliferazione di plasmacellule
D: viene immediatamente interrotta la catena di eventi che porterebbe alla formazione di cellule della memoria
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: In seguito all'introduzione di un dato antigene, la produzione di anticorpi si manifesta dopo un certo periodo di tempo (fase di latenza).
B: La risposta dell'organismo avviene sempre con la stessa modalità, indipendentemente che l'antigene sia introdotto per la prima o per la seconda volta.
C: La risposta secondaria si può avere anche anni dopo la fine della risposta primaria.
D: Gli adiuvanti sono antigeni in grado di limitare il potere immunogeno potenzialmente deleterio dei vaccini.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La risposta immunitaria di tipo ________ è dovuta ai linfociti ________ effettori, i quali riconoscono come estranea la cellula da aggredire in base a un ________ presente ________ e mediante l'aiuto dei linfociti ________.
Il linfocita "sensibilizzato" raggiunge il ________, all'interno del quale prolifera originando un clone di cellule uguali a sé stesso e cellule ________.
L'aggressione delle cellule estranee si verifica attraverso l'emissione di una sostanza (________) in grado di perforare la membrana della cellula e di lisarla ________ l'intervento del complemento
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Tra i diversi tipi di vaccino sono compresi quelli:
A: pro-idiotipo
B: a RNA
C: costituiti da tossine attive
D: coniugati
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: I linfociti T-helper rappresentano il bersaglio di elezione per il virus dell'AIDS.
B: La variabilità genetica è una caratteristica che favorisce la sintesi di vaccini univoci ed efficaci contro alcune malattie.
C: Coloro che hanno sviluppato un certo livello di immunità nei confronti della malaria possono tuttavia funzionare da "serbatoi" dell'infezione trasmessa dalla zanzara.
D: Il vaccino BCG, sviluppato contro la tubercolosi, ha manifestato un'efficacia molto elevata e costante nelle diverse parti del mondo.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

In Italia le vaccinazioni obbligatorie, a partire dal terzo mese di vita, sono le seguenti:
A: antipoliomielitica, antidifterica, antitetanica e antiepatite B
B: contro rosolia, parotite, morbillo e pertosse
C: antidifterica, contro la rosolia, antitubercolosi e antinfluenzale
D: contro morbillo, parotite, pertosse ed encefalite acuta
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Il bersaglio della sclerosi multipla, una tra le malattie autoimmuni, è rappresentato da:
A: le cellule del muscolo scheletrico
B: il tessuto connettivo
C: la mielina del sistema nervoso centrale
D: vasi, muscoli, articolazioni e reni
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'abrogazione della tolleranza verso strutture self dell'organismo può avvenire per:
A: eliminazione di cloni di linfociti T autoreattivi
B: farmaci che alterano la struttura di molecole presenti in alcune cellule, rendendole riconoscibili come self dall'organismo
C: antigeni autologhi "inaccessibili" che vengono a contatto con il sistema immunitario in seguito a traumi o infezioni
D: la produzione di anticorpi della classe IgM
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'ipersensibilità anafilattica (________) è una forma di ipersensibilita ________ nella quale ________ penetrando nell'organismo sensibilizzato si lega ad anticorpi adesi alla superficie di ________ o granulociti basofili. Gli anticorpi implicati sono del tipo ________ (detti anche ________) la cui insorgenza è provocata dalla ________ penetrazione dell'allergene.
Molti individui (circa il ________ della popolazione) sono geneticamente predisposti alla produzione di alte all'allergia di tipo I localizzata (individui ________).
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

A: L'ipersensibilità da immunocomplessi (tipo III) può essere sia localizzata che sistemica.
B: Il fenomeno di Arthus si manifesta in presenza di un eccesso di antigeni rispetto agli anticorpi.
C: La formazione di immunocomplessi piccoli, che tendono a depositarsi a livello di reni e articolazioni, è il meccanismo alla base della malattia da siero.
D: Con la comparsa della malattia da siero viene a cessare la protezione dovuta all'immunità passiva artificiale.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza