Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Vero o falso,
Domande in serie
Libro
Percorsi di scienze naturali / Dalla tettonica alle biotecnologie
Capitolo
Capitolo <strong>T3</strong> - I fenomeni sismici
Libro
Percorsi di scienze naturali / Biochimica e biotecnologie
Capitolo
Capitolo <strong>T3</strong> - I fenomeni sismici
INFO

Biologia

I terremoti e le loro cause
I terremoti tettonici sono generati da forze che ________ le rocce presenti nelle zone che si trovano ________ delle placche; le onde superficiali che partono dall'epicentro sono ________ più evidenti fenomeni che accompagnano i terremoti. I terremoti di intraplacca si manifestano in territori a cui possono corrispondere ________ attive in tempi ________.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le cause dei terremoti
Indica quale tra le seguenti non è una probabile causa di un terremoto.
A: Eruzioni vulcaniche
B: Impatti con meteroriti
C: Tensioni tra placche litosferiche
D: Inondazioni
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Deformazione plastica e deformazione elastica
Quando nella litosfera si verificano delle deformazioni che siano ________ al limite di elasticità di quelle specifiche rocce, queste tendono a tornare delle dimensioni che avevano prima dell'evento; se, invece, la deformazione ________ tale limite, allora la ________ sarà ________. Queste fasi di alterazione dello stato fisico dei materiali dell'astenosfera si verificano con ritmi continui e sono la causa dei ________.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Effetti indiretti di un terremoto
L'effetto indiretto di un terremoto che può causare il cedimento di edifici, facendoli sprofondare nel terreno, viene chiamato
A: variazione di quota topografica.
B: dislocazione di faglia.
C: liquefazione del suolo.
D: deformazione elastica.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le onde sismiche e i loro effetti
Associa il tipo di onda sismica con le caratteristiche a essa collegate.
A: Sono perpendicolari all'oscillazione delle rocce.
B: Producono movimenti ondulatori o sussultori
C: Modificano il volume del materiale attraversato.
D: Sono parallele all'oscillazione delle rocce.
E: Producono una compressione dei materiali attraversati
Domande in serieDomande in serie
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La faglia di Gloria
La faglia Gloria separa
A: l'Italia settentrionale da quella meridionale.
B: la placca africana da quella euroasiatica.
C: il territorio chiamato Adria dalla placca africana.
D: la placca euroasiatica da quella mediterranea.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La forza di un terremoto
Il valore attribuito a un terremoto dalla scala Mercalli
A: è uguale se misurato vicino o lontano dall'epicentro.
B: può variare in base alla presenza o meno di edifici e opere umane.
C: varia in relazione alla distanza tra epicentro e ipocentro.
D: è più preciso se sul territorio sono presenti osservatori sismici.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'ipocentro di un terremoto
Gli ipocentri dei terremoti sono
A: situati sempre sotto e perpendicolarmente agli ipocentri.
B: più frequenti lungo i margini delle placche.
C: presenti sia sui continenti sia nei fondali oceanici.
D: assenti lungo i margini di subduzione.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La liquefazione del suolo
La liquefazione del suolo
A: è la trasformazione delle rocce solide e sabbiose in lava fluida e liquida.
B: è la conseguenza dell'invasione di acqua su un terreno in seguito a uno tsunami.
C: avviene in superficie se le rocce sono elastiche e l'ipocentro è prossimo alla superficie.
D: si genera in seguito all'effetto delle onde sismiche su terreni sabbiosi e saturi d'acqua.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Il movimento del continente nordamericano
Il continente del Nord-America si sposta verso ________ per effetto della subduzione che avviene a causa di spinte che giungono al continente a partire da ________; pertanto i sismi sono prevalentemente localizzati sul suo lato posto a ________, cioè lungo l'Oceano ________, in quanto questo è il margine in ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le placche in movimento
I movimenti delle placche sono dovuti
A: ai moti convettivi all'interno della Terra.
B: al lento raffreddamento del globo terrestre, che così si contrae.
C:  al riscaldamento della superficie terrestre da parte del Sole.
D: all'inabissamento della litosfera nelle zone di subduzione.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le onde S
Le onde S di un terremoto
A: si trasmettono solo nei solidi.
B: arrivano per prime ai sismografi.
C: determinano il susseguirsi di compressioni e dilatazioni delle rocce.
D: sono meno veloci delle onde P.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le onde sismiche
Indica se le seguenti affermazioni sulle onde sismiche sono vere oppure false.
A: Lo studio delle onde sismiche ha fornito informazioni sulla struttura interna della Terra.
B: La scala Richter associa i danni prodotti all'intensità del sisma.
C: Le onde P e S si propagano in direzioni diverse, ma alla stessa velocità.
D: La scala Mercalli misura gli effetti prodotti dal sisma, ma solo nella zona dell'ipocentro.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Le onde sismiche S
La propagazione delle onde sismiche S, o secondarie, avviene attraverso
A: i liquidi e i gas, ma non i solidi.
B: i solidi e nessun altro tipo di materiali.
C: tutti i tipi materiali, solidi liquidi e gas.
D: i liquidi e nessun altro tipo di materiale.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

La magnitudo della scala Richter
La scala della magnitudo
A: misura l'ampiezza delle oscillazioni del terreno prodotte delle onde sismiche.
B: calcola lo scarto tra la dilatazione delle rocce e la successiva compressione.
C: permette di valutare la forza di un sisma in base alla profondità dell'ipocentro.
D: mette in sequenza le fasi del sisma misurando le varie oscillazioni dell'epicentro.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Il sismografo
Un sismografo
A: è sufficiente per individuare esattamente la posizione dell'epicentro del terremoto.
B: se è di tipo meccanico può misurare contemporaneamente lo spostamento del suolo in tutte e tre le direzioni.
C: se è meccanico è costituito da un corpo scrivente sospeso su una molla attaccata al basamento dello strumento.
D: in assenza di attività sismica traccia una linea ondulatoria regolare su un tamburo rotante.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Il sismogramma
Indica qual è l'ordine di rilevamento dei diversi tipi di onde in un sismogramma.

1 - ________.

2 - ________.

3 - ________.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

Margini e intensità dei terremoti
Un'analisi dettagliata dei terremoti ha mostrato che generalmente
A: i sismi più superficiali e deboli si concentrano lungo i margini divergenti, quelli più profondi e violenti lungo i margini convergenti, mentre i margini trascorrenti sono soggetti a terremoti intensi ma non profondi.
B: i sismi più superficiali e deboli si concentrano lungo i margini convergenti, quelli più profondi e violenti lungo i margini trascorrenti, mentre i margini divergenti sono soggetti a terremoti intensi ma non profondi.
C: i sismi più superficiali e deboli si concentrano lungo i margini trascorrenti, quelli più profondi e violenti lungo i margini divergenti, mentre i margini convergenti sono soggetti a terremoti intensi ma non profondi.
D: l'intensità e la profondità delle scosse non varia in funzione della tipologia di margine tra placche.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Biologia

L'Italia e i terremoti
Indica se le seguenti affermazioni sulla sismicità italiana sono vere oppure false.
A: La sismicità della Sicilia è molto più alta di quella della Sardegna.
B: La Puglia è più sismica della Calabria.
C: È improbabile che si verifichi un terremoto nella zona del delta del Po.
D: Genova e Napoli sono considerate città a bassissimo rischio sismico.
E: Tutti i territori posti lungo la catena appenninica sono ad alto rischio sismico.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza