INFO

Chimica

Raggi X
I raggi X:
A: sono molto utili nella diagnostica medica
B: non consentono lo studio delle strutture viventi
C: sono cancerogeni
D: sono ionizzanti
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Interazioni dei raggi X con la materia
Le interazioni dei raggi X con la materia:
A: sono analoghe a quelle delle altre radiazioni elettromagnetiche
B: comportano forti scambi di energia
C: consentono di studiare i materiali cristallini
D: non includono la riflessione
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Fluorescenza X
La fluorescenza X:
A: trova largo impiego per l'analisi elementare non distruttiva
B: fa parte delle analisi distruttive
C: fornisce informazioni qualitative e quantitative sugli elementi indipendentemente dalla matrice
D: fornisce informazioni qualitative e quantitative sugli elementi ma risente parecchio dell'effetto matrice
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Microscopio elettronico a scansione (SEM)
Il SEM:
A: trova grandi applicazioni nello studio delle superfici
B: lavora abitualmente a pressioni molto basse
C: può analizzare solo materiali che non conducono la corrente
D: funziona con fasci di elettroni primari eccitanti
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Accoppiamento SEM-EDS
L'accoppiamento SEM-EDS:
A: trova grandi applicazioni nello studio dei fenomeni di corrosione
B: viene applicato con successo nell'analisi qualitativa e quantitativa delle superfici
C: serve poco per l'analisi qualitativa dei polimeri organici
D: consente l'analisi elementare, ma solo dei metalli pesanti
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Assorbimento X
L'assorbimento X:
A: non trova ancora applicazioni analitiche
B: fornisce spettri analoghi all'UV/Visibile
C: consente solo analisi qualitative
D: viene usato prevalentemente per l'analisi quantitativa
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Diffrazione X
La diffrazione X:
A: non serve per l'analisi elementare
B: può essere molto utile nello studio delle macromolecole
C: è stata fondamentale per lo studio del DNA
D: interessa solo i metalli pesanti
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Analisi in diffrazione
In diffrazione:
A: si analizzano abitualmente solo sostanze amorfe
B: si possono analizzare quali-quantitativamente i composti cristallini
C: si determina lo spessore dei depositi metallici
D: le polveri non danno diffrazione, per cui è necessario disporre di un monocristallo
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Tecniche che utilizzano i raggi X
Le tecniche che utilizzano raggi X:
A: sono tutte largamente automatizzate, precise e di rapida esecuzione
B: offrono la possibilità di analizzare un solo tipo di elementi
C: hanno costi iniziali piuttosto elevati, ma ammortizzabili, sia in campo industriale sia nella ricerca
D: hanno costi iniziali piuttosto contenuti
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Fluorescenza totale di raggi X
Nella tecnica denominata fluorescenza totale di raggi X:
A: si sfrutta la riflessione X
B: il campione viene depositato su un piano rigorosamente speculare
C: si analizzano gli elementi contenuti nel campione anche a livello di picogrammi
D: non si ha l'eliminazione del fondo (bremsstrahlung)
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza