INFO

Storia

Demografia, economia e agricoltura fra Seicento e Settecento.
Demografia, economia e agricoltura fra Seicento e Settecento.
A: Nell'Europa del XVIII secolo aumentò la mortalità catastrofica, ovvero quella dovuta a guerre, carestie o epidemie, perché questi eventi si verificarono più spesso e su scala più ampia. Incrementò anche la mortalità generale, a causa di una minore disponibilità di cibo.
B: In diverse regioni dell'Europa occidentale (l'Inghilterra, le Fiandre, alcune zone della Germania e della Francia settentrionale, alcune zone del Nord Italia) si diffuse, fra il Seicento e il Settecento, il modello della lavorazione a domicilio, in particolare nel settore tessile. Molti mercanti-imprenditori pensarono, quindi, di "delocalizzare" la produzione, affidando alcune fasi del ciclo produttivo dei tessuti (per esempio, la filatura e la tessitura di lana, lino, seta) a famiglie contadine, che lavoravano a casa propria quando non erano impegnate nei campi. In questo modo, il mercante-imprenditore risparmiava sui costi.
C: Fra le "merci" commerciate negli scambi intercontinentali ci furono anche milioni di esseri umani, comprati come schiavi sulla costa occidentale dell'Africa e rivenduti ai proprietari delle grandi piantagioni americane. La tratta atlantica degli schiavi era stata inaugurata fin dal Cinquecento, ma dopo il 1650 si intensificò, e divenne una delle tre fasi di quello che fu definito un "commercio triangolare".
D: Nella prima parte del Settecento le idee economiche erano prevalentemente riconducibili alla teoria detta "fisiocrazia" e basata sull'idea che la bilancia commerciale dovesse essere sempre in attivo, che la ricchezza di un Paese derivasse dalla quantità di oro e argento (e monete metalliche) che circolava all'interno dei propri confini, e via dicendo; verso la metà del Settecento, invece, si diffuse il mercantilismo, teoria politica per cui la ricchezza di un paese deriverebbe dall'agricoltura.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le principali guerre del Settecento.
Le principali guerre del Settecento.
A: Pace di Aquisgrana.
B: Guerra di successione spagnola.
C: Pace di Utrecht.
D: Pace di Hubertusburg.
E: Pace di Vienna.
F: Guerra dei Sette anni.
G: Guerra di successione polacca.
H: Pace di Rastatt.
I: Guerra di successione austriaca.
J: Pace di Parigi.
Domande in serieDomande in serie
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'Antico regime.
Con "Antico regime" gli storici indicano l'insieme delle istituzioni politiche, giuridiche, economiche e sociali che caratterizzarono buona parte dell'Europa fra il XVI e il XVIII secolo. Questa espressione fu introdotta alla fine del ________ dai ________, per marcare la differenza fra le "________" istituzioni – considerate negativamente – e il ________ regime da loro creato. Caratteristico dell'Antico regime era l'assunto secondo cui non esisteva una parità ________ fra i membri della società: ciascuno godeva solo dei diritti che le leggi riconoscevano all'ordine (detto anche ________, o stato) di cui faceva parte. Gli ordini erano tre, secondo un modello sociale ereditato dal ________: il primo (e l'unico a cui non si accedeva per nascita) era il ________, il cui compito era amministrare il culto divino; il secondo era la ________, che deteneva le leve del potere politico e aveva il compito di difendere la comunità attraverso l'esercizio delle armi; il terzo era formato da tutti coloro che non appartenevano agli altri due (mercanti, professionisti, contadini e così via) e aveva il compito di lavorare per garantire all'intera comunità i mezzi di sussistenza.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La concorrenza dinastica e la politica dell'equilibrio.
Nell'Europa dell'età moderna vigeva una concezione ________ e ________ dello Stato. Ciascuno Stato, infatti, era considerato come ________ della dinastia che lo reggeva, generazione dopo generazione, trasmettendo il potere da un sovrano al suo erede legittimo. In un panorama politico ________, dominato ________ fra le varie dinastie, per ottenere il rispetto e l'obbedienza dei sudditi i monarchi dovevano dimostrarsi capaci non solo di difendere, ma anche di allargare ________ del proprio regno. Questo obiettivo poteva essere raggiunto in due modi: ________ membri di altre case regnanti, oppure intraprendendo guerre che, se vinte, consentivano di incamerare nuovi territori.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Situazione geopolitica del periodo.
________
era entrata in una crisi politica ed economica sempre più profonda;

________,
era indebolito dalla frantumazione in centinaia di potentati.

________
fase favorevole, ma la straordinaria crescita economica vissuta nei decenni precedenti iniziava già a esaurirsi.

________,
Assolutismo monarchico.

________,
che dopo gli scompigli della rivoluzione si affacciava alla svolta del nuovo secolo pronta a giocare un ruolo di primo piano.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La guerra di successione spagnola (1701-1714).
Il primo conflitto europeo del Settecento fu quello legato alla successione al trono di Madrid. Facciamo un piccolo passo indietro: il re di Spagna, Carlo II d'Aragona, era malato e senza eredi diretti; ma era anche il padrone di un impero immenso, che comprendeva le Fiandre, buona parte della penisola iberica e tutte le colonie spagnole del Nuovo Mondo. Fin dal 1698, prevedendo la sua morte imminente, le Province Unite, l'Inghilterra e l'Olanda avevano stabilito che tali possedimenti andassero suddivisi almeno in due parti – per assicurare un equilibrio di potere all'interno del continente – fra i possibili eredi, figli o nipoti delle due sorellastre del sovrano (rispettivamente, sposate al re di Francia Luigi XIV e all'imperatore d'Olanda Leopoldo I). Ma, a sorpresa, nel suo testamento Carlo II – che morì nel 1700 – indicò come suo erede universale il giovane Filippo d'Aragona, nipote di Leopoldo I, a patto le due corone di Spagna e di Francia rimanessero separate.
Trova erroreTrova errore
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'Inghilterra.
In Inghilterra, il nuovo secolo si aprì con un problema dinastico: ________ e sua moglie ________ non avevano avuto figli. Molti temevano il ritorno sul trono di un re ________, e per scongiurare questa possibilità nel 1701 – un anno prima della morte del sovrano – il Parlamento promulgò l'Act of Settlement. Tale provvedimento escluse dalla successione al trono inglese i rappresentanti ________ della famiglia Stuart; e stabilì che se anche ________, futura regina e cognata del re, fosse rimasta senza prole, la corona sarebbe passata per via femminile a ________ (nipote di ________) o ai suoi eredi ________.
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La Prammatica sanzione
Cos'è la Prammatica sanzione?
A: Un decreto imperiale con cui l'imperatore Carlo VI, stabiliva la successione per linea femminile in mancanza
di eredi maschi.
B: Un decreto reale con cui il re Luigi XV, stabiliva la successione per linea femminile in mancanza di eredi maschi.
C: Un decreto regale con cui la regina Anna Stuart, stabiliva la successione per linea femminile in mancanza di eredi maschi.
D: Un decreto imperiale con cui l'imperatore Carlo VI, stabiliva la successione per sola linea maschile.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La Polonia.
Scoppiò una nuova crisi internazionale legata alla successione al trono di Polonia. Per "riequilibrare la situazione"– e approfittando del fatto che la monarchia polacca era elettiva – dopo la morte del re ________ II di Sassonia la Francia di Luigi ________ e i suoi alleati del momento (cioè la ________ e la Savoia) sostennero un pretendente al trono ostile alla Russia e all'________: il nobile polacco Stanislao Leszczyński, che era già stato re di Polonia fra il 1704 e il 1709 ed era il suocero di Luigi ________. Russia e ________, invece, appoggiarono ________ III di Sassonia, figlio del sovrano defunto. Da questa contesa scaturì una guerra che fu combattuta in Polonia, in Germania e nella penisola italiana  e che si concluse cinque anni dopo, nel 1738 con la pace di ________ che attribuì la Polonia ad ________ III.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La guerra dei sette anni.
La guerra dei sette anni.
A: La guerra dei Sette anni viene talvolta definita come il primo vero conflitto globale, perché fu combattuta contemporaneamente in tre continenti (Europa, America e Asia) e decise anche l'assegnazione di alcuni territori africani.
B: In Europa ebbe un andamento incerto: iniziò con l'invasione dell'Austria (una regione del Sacro romano impero) da parte della Prussia e con alcuni successi prussiani, ma poi le sorti del conflitto si invertirono e Berlino, la capitale di Guglielmo I, fu occupata per ben due volte dai Francesi.
C: Nel 1762, però, salì sul trono russo un nuovo zar che decise di ritirarsi dalla guerra, permettendo ai Francesi di riconquistare tutti i territori che avevano perduto – compresa la Slesia.
D: In Asia, la flotta britannica si impossessò rapidamente delle colonie francesi in India; poi sottrasse anche l'importante porto di Manila, nelle Filippine, agli spagnoli. In Nord America la Gran Bretagna riuscì a impadronirsi del Canada, della valle dell'Ohio e del Mississippi, dell'isola di Guadalupa e della Martinica, strappandole ai francesi; gli inglesi occuparono inoltre la Florida, sottraendola agli spagnoli e in Africa, assunsero il controllo della regione del Senegambia (grossomodo corrispondente all'attuale Senegal), che prima era un dominio francese.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza