Filtri

Storia dell'arte

I templi di Paestum.
I tre templi vennero realizzati in epoche differenti: il più antico è conosciuto come Tempio di Nettuno (560 a.C.), il secondo, più piccolo e situato più a Nord, è la Basilica (500 a.C.) mentre il terzo, il più recente,  è il Tempio di Athena (460 a.C.).
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Il Partenone.
La sua costruzione inizia nel ________ a.C. a opera degli architetti Ictino, Callicrate e Mnesicle e termina nel ________ a.C.

Il tempio, dedicato ________Parthènos (cioè vergine), è un periptero octastilo con ________ colonne sul lato lungo, come vuole la regola classica.

Il tempio è di ordine ________, ma le proporzioni slanciate delle colonne e il capitello compatto tolgono alla struttura ogni pesantezza tipica di questo stile.
La facciata può essere inscritta in un ________ aureo.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Anfora con Achille e Aiace.
I due eroi greci Achille e Aiace che giocano a ________ sono raffigurati in questo celebre  vaso a figure ________ realizzato e dipinto da Exechìas tra il 540 e il 530 a.C. Le iscrizioni poste accanto ________, indicano, come in un fumetto, i numeri ottenuti. I due personaggi ________ (ma con occhio frontale in stile ________), si curvano sul tavolino cubico in modo speculare. Il Vaso con Achille e Aiace è stato rinvenuto dentro una ________ etrusca a Vulci, lontano dall'Attica dove erano stati prodotti.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Doriforo.
Con il Dorìforo, cioè il portatore di ________, si raggiunge la pienezza dell'età classica. Realizzato dallo scultore argivo (cioè originario di Argo) ________, apparve talmente perfetto che, sebbene l'originale in bronzo del 445 a.C. sia andato perduto, in età romana ne vennero realizzate circa trenta copie in ________. La più nota e integra, risalente al II secolo a.C., è stata ritrovata nel 1797 nella Palestra Sannitica di ________, evidentemente scelta come esempio a cui ispirarsi.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Laocoonte.
Il 14 gennaio 1506 a Roma viene ritrovato un gruppo scultoreo di età ________ tra i più stupefacenti mai visti prima. ________ il Vecchio ne aveva parlato nel I secolo d.C.: aveva descritto un magnifico Laocoonte e i suoi figli aggredito dai ________. Ma della statua non c'era più traccia. Secondo il mito il sacerdote troiano Laocoonte, avendo intuito l'inganno del cavallo di legno lasciato sulla spiaggia da ________, implorò i suoi concittadini di non accettare quel dono. Ma il volere divino doveva compiersi, ________ doveva essere distrutta. Per questo ________ mandò due grossi serpenti marini a uccidere Laocoonte e i suoi figli.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza