Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Vero o falso
Area tematica
Libro
ARTELOGIA VOL12345 / Versione Arancione VOL 1
Capitolo
Fondamentali capitolo 6
Libro
ARTELOGIA VOL12345 / Versione Arancione VOL 2
Capitolo
Fondamentali capitolo 6
Libro
ARTELOGIA VOL12345 / Versione Arancione VOL 3
Capitolo
Fondamentali capitolo 6
Libro
ARTELOGIA VOL12345 / Versione Arancione VOL 4
Capitolo
Fondamentali capitolo 6
Libro
ARTELOGIA VOL12345 / Versione Arancione VOL 5
Capitolo
Fondamentali capitolo 6
INFO

Storia dell'arte

L'arco a tutto sesto di Volterra.
L'arco a tutto sesto di Volterra.
A: Delle numerose e potenti città etrusche si sono conservate solo alcune porte lungo le mura di cinta, perché riutilizzate dai barbari dopo la conquista dei centri abitati e conservate successivamente in età moderna.
B: La più antica porta etrusca è probabilmente la Porta all'arco a Volterra, un ingresso risalente circa al III secolo a.C. largo 4 metri e alto circa 7, che prende il nome dall'arco con cui è chiuso superiormente.
C: L'arco è l'elemento più innovativo dell'architettura etrusca: composto da blocchi trapezoidali, detti conci, disposti secondo un semicerchio, è una struttura pressoché sconosciuta ai Greci ma necessaria per realizzare aperture molto ampie senza ricorrere a enormi architravi.
D: L'arco di Volterra è realizzato con 6 conci in calce grigio che poggiano su sei pilastri, i piedritti, realizzati con grandi blocchi di marmo.
E: Dalla base dell'arco e dal concio centrale (la chiave di volta) sporgono tre teste scolpite in marmo, una pietra locale molto dura. Queste potrebbero rappresentare Nettuno, Athena e Apollo, triade di protettori della città aggiunti forse in età greca, quando l'arco venne rimaneggiato.
Vero o falsoVero o falso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Sarcofago degli sposi (di Villa Giulia).
L'esempio più celebre di ________ con figure che banchettano è il Sarcofago degli Sposi, uno straordinario reperto proveniente dalla necropoli della ________ e risalente al 520 a.C. circa. Nonostante si tratti di un ossuario, cioè un contenitore per le ________, le dimensioni sono quelle di un vero sarcofago e i personaggi sono a grandezza reale. Realizzato in ________, in origine policroma, è composto da un lettino con coperte e ________ e una coppia sdraiata sul ________, intenta forse a bere da coppe, oggi scomparse.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Sarcofago degli sposi (della tomba dei Tetnie).
Il Sarcofago degli Sposi ritrovato a ________ e risalente al 350-300 a.C., è scolpito ________. Sul coperchio della cassa, una coppia di sposi si abbraccia ________. La loro anatomia è molto ________ accurata rispetto a quella del Sarcofago degli Sposi di Villa Giulia.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Le Tombe di Tarquinia.
Con il passaggio al V secolo a.C. le tombe di Tarquinia si fanno più vivaci e sfarzose. L'esempio meglio conservato è …
A: La Tomba dei Leopardi.
B: La Tomba della caccia e della pesca.
C: La Tomba degli Àuguri.
D: La Porta degli inferi.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

La Tomba dei leopardi.
Da dove deriva il nome della Tomba dei leopardi?
A: Dai due leopardi dipinti nel timpano.
B: Dai leopardi che in quel periodo vivevano nei pressi della tomba.
C: Dal nome della famiglia che la commissionò.
D: Dal nome dell'architetto che la realizzò.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza