INFO

Chimica

Quali tra le seguenti frasi riguardanti la valenza sono corrette?
A: La valenza del carbonio nel metano (CH4) è 1, perché nella formula c'è un solo atomo di carbonio.
B: La valenza di un elemento corrisponde al numero massimo di atomi di idrogeno che si possono combinare con un atomo di quell'elemento.
C: L'idrogeno è monovalente se nella formula di struttura un suo atomo è unito a un altro atomo con un solo trattino, è invece bivalente se collegato con due trattini.
D: Nell'anidride carbonica (CO2) il carbonio è tetravalente
E: La valenza di un elemento esprime la sua capacità di legarsi con altri atomi di elementi diversi.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Alcuni elementi non presentano sempre lo stesso numero di ossidazione. Per esempio, il cloro può combinarsi con l'ossigeno formando il composto con formula Cl2O, in cui ha N.O. = ________ e il composto con formula  Cl2O7, in cui ha N.O.  ________. Nella tavola periodica si riscontrano alcune regolarità: i ________ hanno tutti numero di ossidazione +1, mentre gli elementi del secondo ________  hanno sempre N.O. = +2; questo fatto ha un riscontro nella ________ di questi elementi: essi infatti presentano rispettivamente uno o due ________ negli orbitali di tipo s dell'ultimo livello occupato.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Nella molecola del cloroformio (CHCl3) ciascuno dei tre atomi di cloro è legato solo all'atomo di carbonio e ha numero di ossidazione negativo perché il cloro è sicuramente ________ elettronegativo del carbonio. In particolare, il cloro ________  la coppia di elettroni del legame covalente. Quindi, i tre legami con il cloro si formano a partire da tre dei quattro elettroni di valenza del carbonio. L'idrogeno ha N.O. = +1, quindi  la coppia di elettroni che esso condivide con il carbonio è ________ spostata verso il carbonio. In totale il numero di ossidazione del  carbonio è ________. Questo valore ________ se si considera un altro composto del carbonio.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Considera le seguenti formule: Cr2O72−    MnO4     NH3     Fe2O3   BrO   
Quale affermazione è sbagliata?
A: Il numero di ossidazione del bromo è -1.
B: Il numero di ossidazione dell'azoto è -3.
C: Il numero di ossidazione del ferro è +3.
D: Il numero di ossidazione del manganese è +7.
E: Il numero di ossidazione del cromo è +6.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

N2O3   ________
SO2   ________
triossido di zolfo   ________
pentaossido di dicloro    ________
K2O   ________
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione ai composti binari con l'ossigeno, quali tra le seguenti frasi sono sbagliate?
A: In base alla nomenclatura tradizionale i composti binari con l'ossigeno si dividono in ossidi e anidridi.
B: Il cloro nelle anidridi può avere N.O. = +1, +3, +5 e +7, per cui il nome tradizionale del composto Cl2O7 è anidride clorica.
C: Il numero di ossidazione più alto del carbonio è +4, pertanto il nome tradizionale del diossido di carbonio è ossido carbonico.
D: Per assegnare il nome tradizionale al composto di un elemento con l'ossigeno è necessario conoscere il numero di ossidazione dell'elemento.
E: Nella nomenclatura tradizionale i composti di un non-metallo con l'ossigeno si chiamano anidridi.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Se la formula dell'ossido ferrico è Fe2O3, si può dedurre che:
A: il ferro deve avere almeno  due numeri di ossidazione.
B: il ferro ha in tutti i composti numero di ossidazione +3.
C: il ferro ha due numeri di ossidazione e quello minore è +3 .
D: il ferro ha numero di ossidazione  +6.
E: nessuna delle altre affermazioni è corretta
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

I composti binari degli elementi con ________ sono detti idruri.  Nella loro formula compare sempre un solo atomo dell'elemento: basta quindi anteporre al nome idruro l'eventuale ________ che indica il numero di atomi di ________ nella molecola. Per esempio, il nome IUPAC di PH3 è ________.  I primi quattro ________ e lo zolfo formano con l'idrogeno composti nettamente acidi, come per esempio HCl. Il nome IUPAC di HCl è ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

HCl   ________
PbH2   ________
BaH2   ________
Acido iodidrico    ________
Idruro stannico   ________
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

In relazione alle regole della nomenclatura IUPAC degli ossiacidi, distingui le affermazioni vere da quelle false.
A: Il nome inizia con la parola acido e termina sempre con la desinenza ico.
B: L'ossigeno viene indicato con il termine osso preceduto dal corrispondente prefisso.  
C: Il nome inizia con la parola acido seguita dal nome del non-metallo con desinenza oso o ico a seconda del suo numero di ossidazione.  
D: In fondo al nome si riporta tra parentesi il numero romano che indica il numero di ossidazione del non-metallo che caratterizza l'acido.  
E: La somma del numero di ossidazione totale dell'idrogeno e del numero di ossidazione totale dell'ossigeno è uguale al numero di ossidazione totale del non-metallo.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Per ciascuna delle seguenti frasi riguardanti la nomenclatura degli ossiacidi indica se è vera o falsa.
A: Il nome IUPAC del composto HClO3 è acido triossoclorico (V).
B: Il boro ha solo un numero di ossidazione: il nome tradizionale dell'ossiacido che ha nome IUPAC acido triossoborico(III) è acido boroso.  
C: L'ossiacido il cui nome è acido triossosolforico (IV) ha formula H2SO3.  
D: L'azoto ha N.O. = +3 e +5: il nome tradizionale di HNO3 è acido nitroso.
E: L'acido tetraossoclorico (VII) ha quattro atomi di ossigeno nella formula.  
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Nelle formule degli idrossidi si verifica che:
A: la somma algebrica del numero di ossidazione totale dell'ossigeno e del numero di ossidazione totale dell'idrogeno è uguale a zero.
B: la somma algebrica del numero di ossidazione del metallo e del numero di ossidazione totale dell'ossigeno è uguale a zero.
C: il numero di ossidazione totale dell'idrogeno è uguale a quello del metallo.
D: la somma del numero di ossidazione totale dell'idrogeno e del numero di ossidazione totale dell'ossigeno coincide con il numero di ossidazione del metallo.
E: la somma dei numeri di ossidazione totali dell'idrogeno e del metallo è uguale, in valore assoluto, al numero di ossidazione totale dell'ossigeno.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Aggiungi al nome dei seguenti idrossidi quello IUPAC o quello tradizionale, digitandolo negli spazi bianchi:
Diidrossido di calcio    ________
Idrossido di mercurio    ________
Idrossido aurico    ________
Idrossido di alluminio    ________
Idrossido di magnesio    ________
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La reazione tra  l'ossido di magnesio MgO e l'acqua dà come prodotto un ________, cioè un composto ________; infatti il magnesio è un ________, quindi il suo ossido ha carattere ________ Invece, il triossido di zolfo (lo zolfo è un ________) reagisce con acqua formando un ________, che è  un composto ________.
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

I sali possono formarsi dalla reazione tra un ________ e un ossiacido o un idracido in soluzione acquosa. Una reazione di questo tipo si chiama neutralizzazione e un suo ulteriore prodotto è ________. Nelle neutralizzazioni lo ione H+ dell'acido si combina con gli ioni OH-________. Nei sali che derivano da ________ sono presenti ioni di un metallo, che derivano dall'idrossido, e ioni negativi formati da un  non-metallo e ________, che derivano dall'acido; questi ioni hanno una carica ________ pari al numero di atomi di idrogeno presenti nell'acido.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Quale tra le seguenti frasi riguardanti i sali è sbagliata?
A: Nella formula dei sali sono sempre presenti i simboli di un metallo e di un non-metallo
B: I sali che derivano dagli ossiacidi possono essere composti binari o ternari
C: Tutti i sali sono composti ionici
D: Una reazione di neutralizzazione, in soluzione acquosa, produce sempre un sale e acqua
E: Il primo simbolo nella formula di un sale binario è sempre quello di un metallo
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Si vuole ricavare il nome tradizionale del sale Fe(NO3)2. Per prima cosa,  occorre individuare l'anione generato dall'acido: ________. Questo anione deriva dall'acido HNO3 nel quale l'azoto ha N.O. = ________  e si chiama acido ________. Il sale assumerà quindi la desinenza ato. Inoltre, dato che la carica dell'anione è ________, e che nella formula del sale sono presenti due anioni legati al ferro, il numero di ossidazione del ferro non può che essere che +2: pertanto il nome tradizionale del sale è nitrato ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Il nome IUPAC di un sale è tri-________ (IV) di dialluminio. Vogliamo conoscerne la formula. Per prima cosa, il residuo acido è ________, quindi l'acido di partenza è ________,  cioè l'acido ________ (IV). La carica dell'anione derivante dall'acido è -2 invece il N.O. dell'alluminio è +3: la formula del sale è quindi   Al2________.  
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

metallo + ossigeno   ________
ossido + anidride    ________
ossido basico + acqua   ________
non-metallo + ossigeno   ________
alogeno + idrogeno   ________
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

H2SO4 + Mg(OH)2   ________  ________
CaO + H2O  ________      
Al + O2  ________
CO2 + H2O   ________
Ca + H2    ________
CO2 + Ba(OH)2   ________   ________
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Indica tra le seguenti frasi riguardanti le reazioni di precipitazione quelle corrette.
A: Mescolando due soluzioni elettrolitiche si mettono in contatto fra loro tutti gli ioni presenti nelle soluzioni stesse  
B: Mescolando due soluzioni elettrolitiche si ha sempre una reazione di precipitazione
C: Se mescolando due soluzioni elettrolitiche si forma un composto solido poco solubile, significa che è avvenuta una reazione di precipitazione
D: Mescolando due soluzioni elettrolitiche si  forma sempre una soluzione che non contiene più ioni  
E: Mescolando due soluzioni elettrolitiche si forma sempre un precipitato di colore bianco
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

La figura mostra una reazione di precipitazione, descritta dalla seguente equazione:

2 KI(aq) + Pb(NO3)2(aq) →  PbI2(s) + 2 KNO3(aq)    

Tra le affermazioni che seguono indica l'unica sbagliata.
A: L'equazione rappresenta una reazione fra due soluzioni elettrolitiche
B: Il precipitato che si forma a seguito del mescolamento è il nitrato di potassio
C: Il solido giallo si forma non appena le due soluzioni reagenti vengono mescolate
D: Gli ioni K+ e  NO3 possono essere chiamati ioni spettatori
E: L'equazione scritta in forma ionica semplificata è la seguente
2 I-(aq) + Pb2+(aq) → PbI2(s)
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Chimica

Mescolando una soluzione di ioduro di sodio con una soluzione di nitrato di argento si  osserva la formazione di un precipitato giallo.
Sapendo che in un becher è contenuta una soluzione di ioduro di potassio che cosa  prevedi che accada a seguito dell'aggiunta di una soluzione di nitrato di argento?
A: Non è possibile fare alcuna previsione
B: Probabilmente si forma un solido giallo come nella prima prova
C: Si forma un nuovo precipitato, il nitrato di potassio
D: Non avviene alcuna reazione di precipitazione
E: Si forma sicuramente un miscuglio di due precipitati
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza