Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Posizionamento,
Trova errore,
Vero o falso
Libro
Le regole e l’immaginazione / unico
Capitolo
25. Il testo espositivo. La relazione
Libro
Le regole e l’immaginazione / essenziale
Capitolo
25. Il testo espositivo. La relazione
Libro
Grammabilità / Volume unico
Capitolo
Percorso H. I testi – 2. Informare, esporre, spiegare
Libro
Grammabilità / Grammatica
Capitolo
Percorso H. I testi – 2. Informare, esporre, spiegare
Libro
Grammabilità / Educazione linguistica
Capitolo
Percorso H. I testi – 2. Informare, esporre, spiegare
INFO

Italiano

Il testo espositivo

Indica se le affermazioni sono vere o false.
A: Il testo espositivo ha lo scopo di persuadere.
B: Un libro di saggistica è un tipo di testo espositivo a struttura rigida.
C: Nel testo espositivo prevale il linguaggio denotativo.
D: Nella stesura di un testo espositivo è indispensabile evitare i tecnicismi.
E: Nella stesura di un testo espositivo gli argomenti possono essere organizzati secondo una successione causale.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Caratteristiche del testo espositivo

Individua, scegliendo le opzioni corrette, i testi espositivi.

A: Non so se riuscirai a decifrare la mia grafia; mi hanno sempre detto che ho una scrittura da gallina!
B: Nel linguaggio musicale, un scala è una successione ascendente o discendente di suoni.
C: Tra i 50 nomi femminili attualmente più diffusi i primi sono Giulia, Chiara, Francesca, Federica, Sara.
D: Sempre caro mi fu quest'ermo colle...
E: Imburrare una teglia di circa 20 cm di diametro e versarvi il preparato; quindi cuocere in forno a 170° per mezz'ora.
F: Il pomodoro, una Solanacea originaria dell'America meridionale, in Europa venne utilizzato inizialmente come pianta ornamentale.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La struttura del testo espositivo

Indica, inserendo i rispettivi simboli, quali punti della seguente scaletta fanno parte dell'introduzione (I), dell'esposizione (E) e della conclusione (C).

• L'atmosfera: definizione e caratteristiche (continuo scambio di proprietà con la superficie terrestre) → ________
• Struttura termica → ________
• Composizione chimica → ________
• Fenomeni ottici → ________
• Evoluzione e conferma dello stretto rapporto con l'esistenza della vita sul pianeta → ________
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

L'organizzazione delle informazioni

Indica, scegliendo l'opzione corretta, quale modalità di organizzazione delle informazioni è stata adottata nel testo espositivo che segue.

Le origini della musica, intesa come produzione volontaria di suoni per mezzo di strumenti, si possono far risalire alle comunità preistoriche (paleolitico). Testimonianze riferibili al IV e III millennio a.C. riguardano strumenti musicali raffigurati in bassorilievi sumeri. La musica ebbe poi notevole sviluppo nell'antico Egitto, con una grande varietà di strumenti utilizzati sia in occasione di cerimonie sia per intrattenimento. In seguito, presso i Greci, la musica fu considerata un'arte di grande importanza, le cui origini erano attribuite al mitico Orfeo.

Modalità di organizzazione delle informazioni:
A: confronto
B: ordine cronologico
C: elencazione
D: successione causale
E: sequenza casuale
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La situazione comunicativa: destinazione del testo

Abbina a ciascun testo espositivo la destinazione pertinente.
1. Il singhiozzo è un riflesso afinalistico dovuto alla contrazione involontaria di uno o di entrambi gli emidiaframmi dei muscoli inspiratori intercostali, con inizio di un atto inspiratorio che viene poi abortito entro 35 msec. per chiusura improvvisa della glottide, con arresto del flusso aereo e produzione del caratteristico suono.
Destinazione → ________

2. Il comune e fastidioso fenomeno del singhiozzo è dovuto a una contrazione involontaria del diaframma o del nervo che controlla questo muscolo. Può essere causato da un brusco sbalzo di temperatura, da una rapida ed eccessiva ingestione di cibo o liquidi, a volte da una forte emozione; ma può derivare anche da un'irritazione della mucosa dello stomaco o, se è particolarmente persistente, da problemi più complessi.
Destinazione → ________

3. Gli esami eseguiti durante il ricovero del corrente mese di aprile evidenziano:
Gastroscopia: esofagite di secondo grado, ernia iatale, gastrite cronica ed helicobacter.
Destinazione → ________
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Il verbale

Indica se le affermazioni sul verbale sono vere o false.
A: È un tipo di testo che si attiene a uno schema fisso.
B: Chi scrive può introdurre considerazioni personali.
C: Il registro linguistico è elevato.
D: Nel documento non devono essere presenti righe vuote.
E: Lo scopo è attestare fatti o dichiarazioni.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La struttura del verbale

Nel testo che segue non sono stati seguiti correttamente i criteri di stesura di un verbale. Individua 5 anomalie facendo clic sulle espressioni non pertinenti.

Oggi, 15 febbraio 2010, in Lodi, presso l'Agenzia AssCasa di via Risorgimento 22, più o meno alle ore 21.30 si sono riuniti in assemblea i condomini del Cond. "Parco B" di Lodi. Sono presenti in carne e ossa o a mezzo di delega i Sigg.ri: Angelini Renata, Bianchi Luigi, Francese Giustina, Scarlatti Aldo, Scarlatti Domenico (suo fratello), Salimbeni Silvio, Sottocorona Egidio, per un totale di 630 millesimi. Essendo stata pertanto raggiunta la maggioranza legale prevista, l'assemblea fu dichiarata legittimamente aperta e valida. Viene nominato Presidente il Sig. Salimbeni Domenico e Segretario il solito geom. Ruffini Carlo.
Trova erroreTrova errore
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La relazione

Indica se le affermazioni sulla relazione sono vere o false.
A: Può riguardare argomenti strettamente tecnici.
B: La compilazione delle schede rientra nelle fase di raccolta e organizzazione delle informazioni.
C: Nella conclusione si riassumono le informazioni già esposte.
D: La funzione della lingua è informativo-persuasiva.
E: Le informazioni possono essere raccolte intervistando un esperto.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

L'individuazione dei temi

Indica, scegliendo le opzioni corrette, i temi pertinenti a una relazione sugli attuali problemi dello sport del calcio in Italia.

A: Calcioscommesse e "Calciopoli"
B: La tragedia del "Grande Torino"
C: Regolamento dei Mondiali di calcio
D: Componente agonistica e affari economici
E: Preparazione atletica e strategia di gioco
F: Tifoserie e violenza
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La relazione tecnico-scientifica

Indica con il simbolo R i testi che possono essere inseriti in modo pertinente in una relazione tecnico-scientifica sulla corretta alimentazione. In caso contrario, scrivi "NO" nello spazio bianco.

1. L'alimentazione è un processo fisiologico che ha la funzione di rifornire l'organismo delle sostanze necessarie alla crescita e al rinnovo dei tessuti e utili come fonte di energia per la produzione di lavoro e di calore. → ________

2. In un'alimentazione equilibrata devono essere presenti tutti i princìpi alimentari necessari: proteine, grassi, carboidrati, vitamine e sali minerali. I Paesi sviluppati sono generalmente affetti da un uso eccessivo di grassi animali, che viene messo in relazione con l'aumentata incidenza delle malattie cardiovascolari. → ________

3. Nella Battaglia di Quaresima e Carnevale (XIII secolo) si descrive l'epico scontro tra le armate dei cibi "di magro" (i pesci) e dei cibi "di grasso" (carni e latticini), mentre le verdure sono schierate da una parte o dall'altra a seconda del loro condimento (olio o lardo). Si tratta di una distinzione introdotta dal calendario liturgico della Chiesa, che imponeva la rinuncia ai cibi di origine animale nei giorni di penitenza. → ________

4. Spesso si evocano con nostalgia i mitici "tempi andati" in cui si mangiava meglio e il cibo era più genuino: ma come si nutrivano, in realtà, le generazioni passate? A questa domanda ci siamo proposti di rispondere esaminando in particolare il regime alimentare degli abitanti delle campagne italiane tra Ottocento e Novecento. ________

5. L'unità di misura che si utilizza comunemente in ambito nutrizionale è la caloria (cal); sulle confezioni dei prodotti alimentari l'apporto calorico è indicato in kilocalorie (1 Kcal = 1000 cal). Il simbolo Kj rappresenta invece una diversa unità di misura, il joule (1 kilojoule = 4148 cal.). → ________
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Il testo espositivo

Indica se le affermazioni sono vere o false.
A: Nel testo espositivo la funzione linguistica prevalente è quella referenziale.
B: L'elencazione è una modalità di organizzazione delle informazioni.
C: Il livello di approfondimento dell'informazione dipende dall'argomento.
D: Una rivista divulgativa è un tipo di testo espositivo.
E: La conclusione è la parte del testo espositivo più significativa per il lettore.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Caratteristiche del testo espositivo

Individua, scegliendo le opzioni corrette, i testi espositivi.

A: Dopo la convalida, il passeggero è tenuto ad accertare l'esattezza della stampigliatura apposta dalla macchina obliteratrice sul documento di viaggio.
B: Erodoto definì la sua opera "esposizione di una ricerca" sullo scontro fra Greci e Persiani.
C: Dici di detestare il teatro e non hai mai assistito a uno spettacolo: provaci almeno con un musical, sono sicura che ti piacerà.
D: La zanzara tigre (Aedes albopictus), che si è diffusa in Italia alla fine del secolo scorso, a differenza delle specie indigene è attiva durante il giorno.
E: Dopo aver passato in rassegna le fonti tradizionali di energia, esaminerò ora i vantaggi e i rischi dell'energia nucleare.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La struttura del testo espositivo

Indica, inserendo i rispettivi simboli, i punti della scaletta che fanno parte dell'introduzione (I), dell'esposizione (E) e della conclusione (C).

• L'arte della guerra nel Medioevo: lo sviluppo dell'artiglieria → ________
• Armi da lancio (catapulte): perfezionamento dei modelli antichi in funzione degli assedi → ________
• Armi da fuoco pesanti (XIV secolo): camera d'esplosione, tromba, grandi proiettili di pietra o metallici → ________
• Armi da fuoco leggere nel XV secolo: bombarda e spingarda → ________
• Conseguenza: decisivo cambiamento delle tecniche militari → ________
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

L'organizzazione delle informazioni

Indica, scegliendo l'opzione corretta, quale modalità di organizzazione delle informazioni è stata adottata nel testo espositivo che segue.

Nel VII secolo la spinta espansionistica delle tribù arabe unificate dalla diffusione della religione coranica investì, travolgendo i due grandi imperi bizantino e persiano, il Medio Oriente, la penisola anatolica, l'Africa settentrionale, la Spagna, l'India.

Modalità di organizzazione delle informazioni:
A: confronto
B: successione causale
C: sequenza casuale
D: ordine cronologico
E: elencazione
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La situazione comunicativa: destinazione del testo

Abbina a ciascun testo espositivo la destinazione pertinente.
1. A Madrid: Hotel las Casas, Calle San Fernando 3. Doppia in bed&breakfast da 200 € a notte. Suite all'interno di un insieme di case con patio.
Destinazione → ________

2. Alcázar. Termine di origine araba (al-qasr; latino castrum) entrato in uso nella lingua castigliana per indicare un palazzo o un castello. Famoso quello di Siviglia (Alcazáres Reales), in origine fortezza araba (X secolo) poi ampliata e adibita a palazzo reale.
Destinazione → ________

3. La Spagna ha una superficie di 504.645 km2 e il suo territorio occupa la maggior parte della Penisola iberica; ne fanno parte anche gli arcipelaghi delle Baleari e delle Canarie, più cinque territori autonomi sulla costa settentrionale del Marocco (le città di Ceuta e Melilla e alcune piccole isole).
Destinazione → ________
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Il verbale

Indica se le affermazioni sul verbale sono vere o false.
A: Nella stesura si usa la terza persona.
B: È escluso l'uso di abbreviazioni.
C: La stesura è affidata a chi presiede una riunione o un dibattito.
D: I tempi verbali sono il presente e l'imperfetto.
E: Lo stile è impersonale, basato su espressioni standard.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La struttura del verbale

Nel testo che segue non sono stati seguiti correttamente i criteri di stesura di un verbale. Individua 5 anomalie facendo clic sulle espressioni non pertinenti.

Oggi, 13 maggio 2010, alle ore 14, si riunì il Consiglio della classe II D al fine di procedere alle operazioni previste dall'o.d.g.:
1. adozione dei libri di testo;
2. analisi dei casi di alunni che vanno di male in peggio;
3. varie ed eventuali.
Presiede la riunione il nostro stimato Preside.Erano presenti tutti i docenti della classe (cfr. foglio firme allegato). Funge da segretario il malcapitato prof. Magnani.
Trova erroreTrova errore
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La relazione

Indica se le affermazioni sulla relazione sono vere o false.
A: Si tratta di un testo espositivo.
B: Può riguardare esperienze personali.
C: Per prepararla occorre innanzitutto stendere una scaletta.
D: Si possono utilizzare grafici e tabelle.
E: Deve concentrarsi su un unico tema.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

L'individuazione dei temi

Indica, scegliendo le opzioni corrette, i temi pertinenti a una relazione sugli attuali problemi dei giovani riguardo al lavoro.

A: Attività interinali
B: Situazione del mercato del lavoro
C: Limitazioni di guida per i neopatentati
D: Impiego del tempo libero
E: Titoli di studio e occupazione
F: Attività dei circoli giovanili
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La relazione tecnico-scientifica

Indica con il simbolo R i testi che possono essere inseriti in modo pertinente in una relazione tecnico-scientifica sull'energia eolica. In caso contrario, scrivi "NO" nello spazio bianco.

1. Il Comune di Roma ha concesso anche per il 2010 la prestigiosa cornice di Villa Borghese per la "Giornata mondiale del Vento". Dal 16 maggio al 20 giugno si potrà visitare il più suggestivo parco tecnologico eolico e partecipare all'evento che prevede convegni, manifestazioni, attività formative, laboratori, esposizioni artistiche oltre alla possibilità di vedere, toccare e... giocare con l'eolico. → ________

2. Come l'energia solare, geotermica, idrica e delle biomasse, l'energia eolica è una delle cosiddette energie alternative/rinnovabili. Si tratta di una conversione dell'energia cinetica del vento in energia elettrica tramite turbine eoliche. → ________

3. In Italia la progettazione dei parchi eolici incontra difficoltà per ragioni riguardanti il rispetto del paesaggio, l'alta densità abitativa, la relativa scarsità di zone veramente adeguate all'installazione e infine i vincoli imposti dalle singole autorità locali. → ________

4. L'impulso che ha promosso lo sviluppo dell'eolico è venuto dai movimenti ambientalisti e dall'aumento delle preoccupazioni ambientali provocate dalle centrali nucleari, da una parte, e da quelle a combustibili fossili, che contribuiscono al cambiamento climatico. → ________

5. Le turbine eoliche si stagliavano bianche contro l'azzurro del cielo, con il loro profilo essenziale, netto, pulito, e ruotavano come avveniristici mulini a vento o giganti buoni di un pianeta sconosciuto. O forse, a seconda del film che scorreva nella mente di ciascuno di noi, come una selva minacciosa di piante tecnologiche, di trifidi sospettosi e crudeli. → ________
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza