Un terribile dopoguerra. (Capitoli 4, 5, 6, 7)

30 esercizi
SVOLGI
INFO

Storia

Agli albori della rivoluzione russa
A febbraio 1917 i contadini proclamarono lo sciopero generale e scesero in piazza. Lo zar si rivolse a loro, comprensivo. A Pietrogrado venne proclamata la repubblica, e fu formato un governo provvisorio. A guidare il governo fu chiamato un esponente del Partito socialrivoluzionario, Lenin. Il suo partito, profondamente radicale, e pensava che per i proletari fosse giunto il momento di prendere il potere. Operai e soldati, però, non si fidavano e cominciarono a organizzarsi spontaneamente in consigli, detti in russo soviet. Lenin voleva ritirarsi e consolidare il nuovo Stato senza l'appoggiodelle potenze occidentali, i soviet no. A seguito all'ammutinamento al fronte delle truppe russe nel 1917 la popolarità di Lenin crollò. Le idee rivoluzionarie erano particolarmente forti fra i contadini, che erano pochi rispetto all'immensa massa degli operai.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Metti in ordine cronologico i seguenti eventi:
1.________
2.________
3.________
4.________
5.________
6.________
7. ________
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'URSS totalitaria
A: A differenza di quello che si pensa lo Stato non rusciva a controllare totalmente la vita della gente, nonostante la società sovietica si fosse trasformata in una dittatura poliziesca.
B: Per avere maggior controllo sulla popolazione, i bolscevichi vollero mantenere l'analfabetismo.
C: Il potere della Chiesa ortodossa, che era stato un poderoso sostegno dello zarismo, venne distrutto e l'Unione Sovietica divenne un paese ufficialmente ateo. Nelle repubbliche caucasiche e asiatiche, abitate da musulmani, però, non avvenne la stessa cosa.
D: Anche se Stalin si presentava come il continuatore di Lenin, in realtà la sua dittatura significò un ritorno indietro rispetto alle promesse della rivoluzione. Non si parlò più di democrazia, e i soviet vennero svuotati d'ogni potere. Stalin si convinse che era molto difficile gestire una società egualitaria, e reintrodusse forti differenze di salario.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il Grande Terrore
A: Stalin creò un clima di vero terrore. In grandi processi collettivi i vecchi capi bolscevichi, che erano stati rivali del dittatore, furono costretti, con la tortura, a confessare delitti immaginari e furono condannati alla fucilazione come «nemici del popolo».
B: Ai processi pubblici si affiancavano le purghe dal partito, gli arresti e le fucilazioni sommarie.
C: Gli anni 1943 e 1944 segnarono il culmine di quello che oggi chiamiamo il Grande terrore, e che rappresentò per l'Unione Sovietica un tragico spreco di risorse umane: un'intera generazione di tecnici e di intellettuali, di scrittori, artisti, scienziati, militari venne annientata.
D: Milioni di persone erano rinchiuse in campi di prigionia e di lavoro, che in Occidente si è presa l'abitudine di chiamare gulag. Essi si trovavano soprattutto in Mongolia.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Stalin
A: Grazie alla sua carica di segretario del partito, Stalin riuscì a imporsi tra le due linee, quella della rivoluzione permanente e quella della stabilizzazione interna. Egli attaccò Trotskij, accusandolo di tradimento e dovette andare in esilio.
B: Nel 1930 Stalin mise fine alla NEP. Tutta la vita economica dell'Unione Sovietica era decisa dal governo e regolata attraverso i piani decennali: I primi piani decennali voluti da Stalin si concentravano sull'edificazione dell'industria pesante e delle necessarie infrastrutture.
C: Nel 1935 Stalin lanciò la nuova parola d'ordine della collettivizzazione delle campagne attraverso cooperative e aziende agricole statali.
D: I Kulaki sono borghesi potenziali traditori della Russia sovietica, mandati nei gulag nei rpimi anni Trenta.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Fra i diversi partiti di orientamento socialista e rivoluzionario c'erano:

1) i bolscevichi: ________ e ________
2) i menscevichi: ________ e________
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Lenin
Lenin, che da anni era in esilio in ________, rientrò in Russia dopo la Rivoluzione di febbraio e cominciò a preparare l'insurrezione ________.
La sua parola d'ordine era «________», che in apparenza era un programma molto ________. In realtà il Partito bolscevico si stava già organizzando per assumere il controllo dei soviet e isolare i rappresentanti degli altri partiti.
Per garantire agli operai l'appoggio dei ________, Lenin promise che con la rivoluzione la ________, che apparteneva soprattutto ai grandi proprietari terrieri, sarebbe stata distribuita a quelli che la lavoravano.
Anche sulla guerra la posizione di Lenin era la più popolare fra la gente: si doveva fare la ________ a qualunque costo. I ________, infatti, erano sicuri che la rivoluzione proletaria, dopo aver vinto in Russia, si sarebbe diffusa anche in ________ e negli altri paesi europei: perciò la vittoria ________ sarebbe stata di breve durata.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'Unione Sovietica fu sin da subito una dittatura del proletariato, come ufficialmente sosteneva di essere. Il partito era dominato da un vasto numero di capi, fra i quali il più rispettato rimaneva Lenin. Quest'ultimo si rese conto dell'impossibilità di consegnare le fabbriche agli operai e varò una Nuova Politica Economica (in sigla NEP) che consegnava allo Stato botteghe o negozi, abolendo così la proprietà privata. Anche i contadini ebbero finalmente la terra e il permesso di sfruttarla ciascuno come meglio credeva, vendendo i loro prodotti e magari arricchendosi.
E infatti negli anni della NEP, gli anni Venti, la ricchezza della Russia ricominciò a crescere, raggiungendo i livelli d'anteguerra.
Trova erroreTrova errore
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I fascisti si segnalarono soprattutto per azioni di riconciliazione socialisti e le organizzazioni di sinistra. A partire dal 1920, il fascismo ebbe l'appoggio dei contadini imegnati negli scioperi e le rivendicazioni dei braccianti. Gli squadristi, con la camicia nera e il manganello, si impegnavano in importanti dibattiti in istituzioni come le Camere del lavoro, le sedi di giornali o partiti di sinistra. Al comando di capi locali conciliatori e di alto profilo politico le squadre d'azione divennero una sorta di sostegno alla giustizia, che permise agli agrari e, ben presto, anche agli industriali riconciliarsi con movimento sindacale, sia bolscevico sia cattolico. Il fascismo credeva profondamente principio stesso della democrazia parlamentare. I fascisti volevano dimostrarlo organizzando una marcia su Roma (28 ottobre 1922). Il re Vittorio Emanuele III avrebbe potuto ordinare all'esercito di affrontarli, ma non volle firmare lo stato d'assedio. Così iniziò la «rivoluzione fascista».
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il dopoguerra in Italia
A: Tra il 1919 e il 1921 in Italia avvengono: il biennio rosso, la fondazione del PCI e la fondazione del PSI.
B: La «vittoria mutilata» si riferisce alla mancata concessione all'Italia di Fiume e della Dalmazia.
C: Nel 1919 D'Annunzio e un folto numero di militari e non solo occupa Fiume. Giolitti forma il trattato di rapallo che rende Fiume una città libera.
D: I primi fascisti provengono dal movimento futurista, movimento nazionalista, gruppo di giovani ufficiali ed ex combattenti dei reparti d'assalto i cosiddetti «arditi», e dai socialisti contrari alla guerra.
E: I Fasci di combattimento vengono fondati da Mussolini il 23 marzo 1919.
F: Il famoso motto del primo movimento fascista era «tutti a casa».
Vero o falsoVero o falso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Dopo la crisi del 1929, Mussolini indicò come obiettivo un vero e proprio regime di ________. Con questa parola si intendeva un sistema economico capace di bastare a se stesso: l'Italia doveva riuscire a eliminare le ________ e a produrre per mezzo della sua industria e della sua agricoltura tutto ciò di cui aveva bisogno.
I mezzi per realizzare questo progetto furono due: il ________ doganale e il ________ pubblico alla grande industria.
Nel ________, poi, il Gran Consiglio emanò la Carta del Lavoro. In sostituzione dei ________ nacquero le ________, organismi statali che si proponevano di risolvere gli eventuali conflitti fra datori di lavoro e dipendenti.
A partire dal 1926 diede grande visibilità a una politica agraria che intendeva valorizzare il ruolo delle campagne nella costruzione dell'Italia fascista. Lanciò la «________o», con l'obiettivo di produrre tutto il grano necessario all'Italia, senza dover ricorrere alle importazioni dagli Stati Uniti e dall'________.
Infine Mussolini volle che le aree paludose e malsane della penisola fossero risanate e impegnò le risorse pubbliche in importanti opere di bonifica, tra cui quella delle Paludi ________, a sud di Roma.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Molti oppositori del fascismo, per evitare l'arresto e il carcere, fuggirono dall'Italia. A scegliere questa via furono sindacalisti e militanti delle organizzazioni di sinistra e liberali, prese di mira prima dalle squadracce poi, nel 1925 e nel 1926, dalla Milizia. Il liberale ________, che era stato capo del governo, si rifugiò in Svizzera. Un altro liberale, ________, dopo essere stato aggredito e percosso dagli squadristi, fuggiva in Francia. ________, che aveva fondato il partito popolare, scappò a Londra. Il socialista ________, l'ex socialista ________, e ________, esponente di spicco del PCI, si rifugiarono in Fran cia e di qui cercarono di organizzare clandestinamente la lotta contro il fascismo. Dall'estero riuscirono a ricostruire clandestinamente il sindacato di sinistra, la CGL, a Milano; ma molti militanti vennero scoperti, arrestati, processati e incarcerati. Il capo del PCI, ________, venne arrestato nel 1926 e condannato a oltre venti anni di carcere: morì nel 1937 in seguito ad una malattia contratta in prigione. Nel 1937 fu la volta di ________. Insieme con il fratello Nello, che era andato a trovarlo in Francia, fu vittima di un agguato organizzato da estremisti di destra francesi, per ordine del governo fascista e con la complicità dei servizi segreti italiani.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il Fascismo al potere.
Una volta preso il potere, Mussolini lavorò per ________ lo Stato, trasformando gradualmente l'Italia in una ________. ________ rispettare le opposizioni, ma neutralizzarle o annientarle, e perciò volle ________ il Parlamento di ogni potere reale. Per raggiungere questo obiettivo, costituì il Gran Consiglio del Fascismo, formato da dirigenti fascisti nominati direttamente da Mussolini. Quest'organismo aveva il compito di ________ sulle decisioni da prendere, e di proporre le leggi che solo in un secondo momento sarebbero state discusse in Consiglio dei ministri.
La Milizia Mussolini trasformò le squadre d'azione nella Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale (MVSN). Le squadracce delle spedizioni punitive diventavano ora un corpo di polizia in cui si arruolavano anche tranquilli ________ desiderosi di dimostrare la loro fedeltà ________.
Tra le riforme più importanti vi fu quella della scuola di ________ che estendeva l'ibbligo scolastico alla scuola ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'ideologia fascista, in breve, si fonda su:

1. mito ________
2. superiorità ________
3. appartenenza degli italiani alla razza ariana ________
4. e l'inferiorità della razza semitica (ebrei e arabi) ________
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'impero fascista si compone di:
A: Tunisia, Somalia, Eritrea, Etipia, Albania.
B: Somalia, Eritrea, Etiopia, Libia, Isole Greche, Albania, Dalmazia, Zara.
C: Eritrea, Etiopia, Malta, Dodecaneso, Albania, Quarnaro, Libia, Somalia.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il Fascismo si consolida
A: Il socialista Giacomo Matteotti, che osò denunciare alla Camera le violenze fasciste contro gli oppositori e dubitare della validità dei risultati elettorali. Il 10 giugno 1924, Matteotti fu rapito e poi assassinato da sicari fascisti.
Mussolini chiuse la questione negando la sua responsabilità dell'assassinio di Matteotti.
B: Nel corso di un biennio, dal 1927 al 1929, con la promulgazione di alcune leggi dette «fascistissime», Mussolini si affermò come dittatore e creò uno Stato poliziesco, in cui non ci fu più alcuno spazio per l'opposizione democratica e l'espressione del dissenso.
C: Per gli oppositori fu istituito il carcere speciale. Fu ripristinata la pena di morte, vennero creati un Tribunale speciale per la difesa dello Stato e una polizia politica, l'OVRE (Organizzazione per la Vigilanza e la Repressione dell'Estremismo).
D: Furono sciolti i partiti e i sindacati non fascisti. Venne abolita la libertà di stampa, di parola, di associazione e molti giornali furono chiusi. I deputati che avevano partecipato alla protesta furono espulsi dalla Camera.
E: A livello locale, al posto dei sindaci eletti dalla gente vennero imposti i podestà,
nominati dal ministro degli interni.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La costruzione del consenso al regime
A: Avvenne attraverso le libere associazioni di massa: partito fascista, corporazioni, chiesa, asosciazioni sportive, attivismo fascista, colonie estive.
B: Avvenne mediante l'inquadramento degli italiani nell'esercito, nelle corporazione e in chiesa, l'inclusione della famiglia e delle donne nel regime, l'indottrinamento a scuola, la propaganda radiofonica, il cinema e i discorsi pubblici del Duce.
C: Avvenne grazie alla costrizione fisica armi alla mano di tutta la popolazione.
D: Avvenne grazie ai Patti Lateranensi e alla conciliazione tra Regime e Chiesa cattolica di Roma.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Nonostante il divieto di Versailles, iniziò un vigoroso programma di ________; ampliò il reclutamento dell'esercito e accelerò la produzione di ________. Fabbriche di armamenti e cantieri navali cominciarono ad assumere operai, alleviando la gravissima ________ che aveva regnato in Germania fin dalla crisi del 1929.

Nel frattempo, una serie di leggi tolse agli ________ tedeschi i diritti di cittadinanza, li cacciò dagli impieghi pubblici e dalle professioni, impedì loro quasi ogni forma di contatto con gli altri tedeschi, quelli di razza cosiddetta ________.  La ________ fu il chiaro avvertimento che la loro vita era in pericolo.

Il________ venne instaurato: tutta la vita sociale doveva seguire i dettami del ________. Venne fondata la ________.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Dopo l'abdicazione dell'imperatore ________, in Germania era stata proclamata la ________. Al suo interno i ________ tedeschi, come quelli degli altri paesi, erano spaccati.
L'ala riformista era disposta ad allearsi con la borghesia e rispettare le istituzioni parlamentari; ad essa si contrapponeva un'ala di orientamento rivoluzionario e ________. Il governo dei socialdemocratici moderati non aveva, però, il consenso delle masse ________, che sognavano una rivoluzione come quella ________. In tutta la Germania vennero formati Consigli di operai e di soldati, a imitazione dei soviet russi. L'insurrezione operaia fu diretta da Karl Liebknecht e ________. Essi scelsero come simbolo la figura di ________, il ribelle che aveva guidato la rivolta degli schiavi nell'antica Roma: perciò i rivoluzionari tedeschi vennero chiamati spartachisti.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Fra i movimenti politici che minacciavano la Repubblica di Weimar c'era anche il piccolo Partito ________, presto abbreviato in ________. Questo partito voleva abbattere la democrazia per sostituirla con una ________; esaltava la tradizione nazionalista, imperiale e militare della Germania, e voleva denunciare il trattato di Versailles e riprendere i territori
________. I nazisti odiavano i comunisti ed erano pronti a usare la violenza non solo per impedire una rivoluzione bolscevica, ma per aggredire e sciogliere le organizzazioni operaie, partiti e ________.
Fondato da un agitatore di origine austriaca, ________, il partito nazista reclutava fra le sue file molti reduci di guerra abituati alla violenza. Costoro erano organizzati in squadre armate, veri e propri reparti di tipo militare, le ________ (SA), riconoscibili per le loro camicie brune, sul modello delle camicie nere del ________ italiano. Nonostante una certa diffidenza per l'origine popolare e la poca educazione dei suoi militanti, il nazismo era guardato con simpatia da molti ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La repubblica di Weimar
A: La repubblica di Weimar era sostenuta da esercito e borghesia in finzione anti-operaia e anti-borghese.
B: La socialdemocrazia vedeva in lei la realizzazione più perfetta dei propri ideali.
C: Altri la consideravano solo il risdultato dell'umiliazione della sconfitta militare e del trattato di Versailles.
D: Con Versailles, la Germania perdeva l'Alsazia e la Lorena e la Rhur.
E: A causa della crisi economica, del crollo del Marco tedesco e dei risarcimenti alle potenze vincitrici, per andare a fare la spesa i tedeschi caricavano il denaro nelle carriole.
Vero o falsoVero o falso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'antisemitismo era una dottrine cardine del nazionalsocialismo. I tedeschi vi aderirono per copiare Hitler. Il putch di Monaco del 1923 vide vittoriosi i nazisti insieme all'esercito.
Nelle elezioni del 1930 il Partito nazista ebbe solo un milione di voti. Il partito socialdemocratico era il più forte e rappresentava la maggioranza dei borghesi e dell'esercito. Nel 1932 Hitler si presentò come candidato alla presidenza del consiglio, ed ebbe oltre tredici milioni di voti, ma fu sconfitto da un candidato ancora più popolare, il vecchio feldmaresciallo Otto von Bismarck.
Ma nello stesso anno, alle elezioni per il Parlamento, il Partito nazista risultò il primo, col 37% dei voti: perciò all'inizio del 1933 Otto von Bismarck affidò a Hitler l'incarico di presidente dell Repubblica.
Trova erroreTrova errore
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Secondo la ________ del nazionalsocialismo, l'identità tedesca nasceva dalla ________, considerata biologicamente superiore a tutte le altre, e dal territorio in cui nei secoli i tedeschi s'erano radicati, il sacro ________. Da qui trae origine una delle parole d'ordine più famose del nazismo, ________. I Tedeschi, poi, avevano bisogno di spazi ben più ampi, da conquistare ai danni di popoli inferiori, in particolare quelli dell'Europa orientale. Era la teoria dello ________.

Secondo la ________ abbracciata da Hitler, la razza superiore era quella germanica,
di cui i Tedeschi erano i rappresentanti più ________, ma che comprendeva ad esempio anche gli scandinavi o gli Inglesi; molto inferiore era la razza ________, dei Francesi o degli Italiani; addirittura subumana, poco superiore allo stato animale, la razza ________; quanto agli ________, erano considerati alla stregua di animali nocivi, da eliminare, in quanto capaci di contaminare e corrompere con la loro presenza le ________.

Strettamente collegato all'ideologia razzista era il ________. Per le razze superiori era giusto e anzi doveroso sconfiggere, asservire, e se necessario sterminare le razze considerate inferiori. Non c'era bisogno per questo di cercare nessuna giustificazione: il ________ si giustificava da sé.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il nazismo conquista il potere
A: Pochi giorni dopo la nomina di Hitler un incendio devastò il Reichstag, cioè la sede del Parlamento a Berlino. I nazisti, che ne erano i fautori, dettero la colpa dell'incendio ai comunisti.
B: All'indomani dell'incendio, la Costituzione tedesca venne sospesa. Le libertà di stampa, di parola, di associazione vennero soppresse. Fu ripristinata la pena di morte e la polizia
ottenne poteri illimitati. Muore la Repubblica, inizia la dittatura.
C: Nella Notte dei lunghi coltelli, le SS vennero massacrate dalle SA.
D: Nel 1934 Otto von Bismarck morì e Hitler diventò capo dello Stato e comandante supremo dell'esercito, col titolo di Fuhrer, cioè guida, del popolo tedesco. La nuova Germania creata da Hitler venne ribattezzata Terzo Reich.
E: Alla polizia di Stato, anch'essa ormai dominata dai nazisti, si aggiunse una speciale polizia segreta, il KGB, incaricata di perseguitare, torturare e uccidere gli oppositori politici.
F: Nei campi di concentramento venivano rinchiusi: i dissidenti politici, gli scuri di carnagione e coi baffetti, gli ebrei, le donne troppo emancipate.
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Tra le due guerre in Europa...
A: Tra i paesi che istituirono governi autoritari di questa fase storica troviamo: Polonia Grecia e Jugoslavia.
B: In tutta Europa si fronteggiano generalmente 4 formazioni partitiche: socialdemocratica, ricoluzionaria, riformista-democratico, repubblicano-conservatore.
C: Nel 1936 socialisti e comunisti si presentano uniti alle elezioni francesi e vincono: è la vittoria del Fronte popolare.
D: Tra i paesi che istituirono dittature: Portogallo, Romania e Ungheria.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

In Spagna fra il 1936 e il 1939 infuriò una sanguinosa guerra civile. La Spagna era ________ dei grandi paesi europei. La sua economia era in prevalenza ________, se si eccettuano le concentrazioni industriali del ________ e della Catalogna.
Il risentimento verso ________, e verso ________ che li aveva sempre appoggiati, era molto forte, non solo fra gli ________ e i ________ influenzati dalle idee ________, ma anche fra i contadini.
In questo clima il governo repubblicano, che aveva sostituito nel ________ la monarchia, incontrava gravissime difficoltà: la classe dirigente spagnola, formata da ________, ufficiali dell'esercito e ________, aveva poca simpatia per la democrazia ed era ossessionata dalla paura del ________, mentre le masse popolari chiedevano riforme radicali. Nell'estate ________ un gruppo di generali, fra cui s'impose come leader Francisco Franco, organizzò una sollevazione militare. I reparti dell'esercito si schierarono in gran parte con i ribelli/la resistenza, impadronendosi in pochi giorni di ampie zone del paese. ________, però, grazie ai reparti rimasti fedeli e alle milizie operaie/dell'esercito frettolosamente armate, riuscì a mantenere il controllo della capitale e delle regioni più industrializzate.
Mussolini e Hitler mandarono a ________ enormi aiuti economici e militari. Dalla parte opposta, molti volontari partirono alla volta della Spagna per entrare nelle
Brigate internazionali a sostegno dei repubblicani. Il solo paese seriamente impegnato in difesa della repubblica spagnola fu ________.
Nonostante l'accanita resistenza, i ________ riuscirono a poco a poco a occupare i centri minerari e industriali del ________. Francisco Franco ________ il potere. La dittatura ________ doveva durare quasi quarant'anni, fino alla sua morte nel ________, e si caratterizzò per un'estrema crudeltà e oscurantismo.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Associa nomi e fatti ai nomi e ai fatti che trovi in azzurro.
1. Renania: ________
2. Anschluss: ________
3. Sudeti: ________
4. Asse Roma-Berlino: ________
5. Accordi di Monaco: ________
6. Corridoio:________
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Metti in ordine cronologico i fatti che trovi in azzurro:

1.________
2.________
3.________
4.________
5. ________
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Chi riuscì a risolvere la crisi fu il nuovo presidente americano, ________ Roosevelt, con la sua politica conosciuta come il ________. Eletto presidente nel ________, Roosevelt prese subito una serie di provvedimenti che concedevano aiuti statali ai ________, ed estese ________ quelle garanzie, come il salario minimo garantito, la riduzione della giornata lavorativa, la tutela del lavoro minorile, che in Europa esistevano già da tempo. Al tempo stesso Roosevelt concesse aiuti sostanziosi agli ________ e ai ________ e avviò grandi lavori pubblici. Così l'economia riprese fiato, la gente ebbe di nuovo denaro da spendere, e lentamente il circolo vizioso della depressione cominciò a esaurirsi. Solo con l'enorme sforzo produttivo richiesto dalla ________ guerra mondiale l'economia americana uscirà definitivamente dalla crisi.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Verso una nuova guerra
A: I lasciti della Grande guerra nelle società occidentali: molta disoccupazione e fame, talvolta il voto alle donne, il consolidamento dei partiti socialdemocratici nell'universo politico-istituzionale europeo, l'ascesa degli Stati uniti come grande potenza mondiale.
B: Gli Stati Uniti di questo periodo sono caratterizzati: dal rigoglio della cultura latino-americana, dalla pacificazione sociale nonostante l'aumento dell'immigrazione e ll'operare del Ku Kux Klan.
C: Il modello americano è quello diffuso dalle pellicole di Hollywood che narrano di una grande ricchezza circolante nel paese.
D: È dal crollo del borsa di Wall Street a Londra che si origina quella che è conosciuta col nome di Grande depressione.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza