Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Posizionamento,
Vero o falso
Libro
Di tempo in tempo. Seconda edizione. / Il Medioevo.
Capitolo
U3 - Capitolo 11: L’Età comunale.
Libro
Di tempo in tempo. Seconda edizione. / L'Età contemporanea.
Capitolo
U3 - Capitolo 11: L’Età comunale.
Libro
Di tempo in tempo. Seconda edizione. / L'Età moderna.
Capitolo
U3 - Capitolo 11: L’Età comunale.
INFO

Storia

I comuni italiani
I comuni italiani…
A: furono guidati dai vescovi ostili all'imperatore.
B: furono una nuova forma di autogoverno delle città.
C: furono guidati da magistrati nominati dall'imperatore.
D: si svilupparono velocemente all'interno del regno normanno.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I comuni italiani
In Italia, i comuni…
A: nacquero prima che in altre regioni d'Europa.
B: erano abitati solo da borghesi.
C: ebbero più autonomia che in altre regioni d'Europa.
D: cercarono spesso di sottomettere i territori circostanti del contado.
E: lasciarono ampie libertà ai territori circostanti del contado.
F: nacquero dopo che tutti gli aristocratici furono cacciati dalle città.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'assemblea pubblica
Quali di questi nomi potevano essere usati per riferirsi all'assemblea dei cittadini del comune?
A: Arengo.
B: Arringa.
C: Agorà.
D: Parlamento.
E: Concione.
F: Parlatorio.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'assemblea pubblica
Chi era escluso dalla partecipazione all'assemblea pubblica del comune?
A: Le donne, anche se appartenenti a famiglie nobili.
B: Gli aristocratici.
C: Le persone di religione diversa da quella cristiana.
D: Gli uomini che prestavano servizio militare.
E: I servi e i nullatenenti.
F: I giudici e i notai.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I consoli
Nei comuni italiani l'________ cittadina eleggeva i ________, che governavano effettivamente la città. Essi erano in numero ________ (da 4 a 20), e si impegnavano a garantire ________ e pace durante il loro mandato. Venivano scelti fra le famiglie cittadine più ________: questo causava però ________ e lotte per il potere, che spesso turbavano la vita politica dei comuni.

PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I podestà
Nei comuni italiani, i podestà…
A: venivano scelti fra le famiglie più influenti della città.
B: dovevano conoscere bene il diritto e le arti militari.
C: restavano in carica a vita.
D: non ricevevano alcun compenso.
E: misero per iscritto gli statuti che regolavano la vita della città.
F: erano due per ciascuna città.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I comuni popolari
Quali di queste cose accadevano nei comuni popolari?
A: I mercanti più ricchi e autorevoli si riunirono in un partito guidato da un capitano del popolo.
B: Si creò una specie di «comune parallelo» a quello ufficiale.
C: In alcuni casi, i magnati vennero gradualmente esclusi dal potere.
D: Tutti i cittadini appartenenti al «popolo minuto» furono coinvolti nella vita politica.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'istruzione
Le città comunali diventarono centri di cultura, perché…
A: di solito ospitavano una cattedrale, nella cui scuola si istruivano i chierici.
B: vi sorsero musei e teatri.
C: vi sorsero scuole laiche frequentate dai figli dei ricchi artigiani e commercianti, che volevano imparare a leggere e scrivere, parlare lingue straniere, fare i calcoli.
D: le scuole religiose furono aperte anche agli studenti laici, compresi i più poveri.
E: vi sorsero le prime università.
F: tutti coloro che vi abitavano sapevano leggere e scrivere.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le università
L'epoca comunale vide la nascita delle________ , scuole specializzate nell'insegnamento approfondito di alcune materie (________, medicina, matematica e retorica, teologia). Avevano come scopo quello di formare i ________ che servivano per il buon funzionamento della vita e dell'economia in città. Esse nacquero come libere ________ di ________ prestigiosi e di ________, che li pagavano per assistere alle loro ________.



PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le università
Quali di queste città, nel Medioevo, erano famose per la loro università?
A: Bologna.
B: Granada.
C: Amsterdam.
D: Parigi.
E: Oxford.
F: Venezia.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il volgare
Chi fra questi personaggi non usò il volgare per le proprie opere?
A: Guido d'Arezzo.
B: Francesco Petrarca.
C: Dante Alighieri.
D: Giovanni Boccaccio.
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza