Tipo di esercizi
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Trova errore,
Vero o falso
Area tematica
Sottoargomenti
INFO

Greco

Il canone dei lirici.
Nel canone dei lirici proposto dai grammatici alessandrini erano compresi sei corali: Alcmane, Ibico, ________, Pindaro, Simonide e suo nipote ________ Oggi i confini che delimitano queste categorie vengono però considerati piuttosto ________, poiché alcuni componimenti di Alcmane, accolto nel canone dei lirici ________ , erano destinati all' ________, mentre gli epitalami di Saffo e gli inni di Alceo, considerati ________, potevano invece essere eseguiti da ________. Frammenti di opere di altri lirici, che non godettero nell'antichità di pari fortuna, ci sono giunti solo grazie a ritrovamenti fortuiti o perché inclusi nelle raccolte dei poeti maggiori.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

I componimenti della melica corale.
A differenza della lirica monodica, la corale era istituzionalmente legata ad una festa, pubblica o privata, e, a seconda dell'occasione, prevedeva vari tipi di composizione, in onore di uomini o in onore di dèi.
A: L'epinicio era un canto in onore di Apollo.
B: L'inno era un canto in onore di una divinità.
C: Il partenio era un lamento funebre.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

La lirica corale: caratteristiche.
A: Mentre la lirica monodica era oggetto della performance di un solista, la lirica corale era destinata ad essere eseguita da un coro.
B: Come la lirica monodica, la lirica corale era destinata al simposio.
C: La lingua della lirica corale è lo ionico omerico.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Simonide. Le opere.
Simonide compose una grande tipologia di composizioni poetiche, come canti di vittoria per atleti (________), peani, encomi, lamenti funebri (________), elegie. Ad Atene, al tempo della sua amicizia con Temistocle, fu il cantore del trionfo delle poleis greche sui ________: compose ________ funerari per i caduti e un encomio per celebrare il valore dei soldati morti alle ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Simonide. La poetica.
Simonide fu una grande figura di intellettuale in un epoca di passaggio e di profonde trasformazioni della società spartana, quando l'aristocrazia andava perdendo sempre più prestigio e il demos cominciava a gestire direttamente il governo delle città. Non a caso Simonide ebbe ottimi rapporti sia con le tirannidi che con la democrazia ateniese, ed è un vero e proprio poeta professionista, che fa della sua parola strumento di celebrazione della gloria dei caduti e dello splendore delle corti dei tiranni, suoi avversari politici. Una delle tematiche più care a Simonide è il tema dello splendore della vita  e delle virtù umane: questa precarietà è vista da Simonide come una caratteristica inevitabile della condizione umana, la cui dignità nasce da questa consapevolezza. La poesia di Simonide ha uno stile ampolloso e ridondante, in cui l'espressione della passione è sempre contenuta in maniera vigilata: questo equilibrio formale è stato paragonato allo "stile severo" che caratterizza il passaggio dalla scultura arcaica a quella del V secolo.
Trova erroreTrova errore
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Simonide, fr. 16 P. "Di diman non v'è certezza" (T1): la leggenda.
Questo frammento ci è tramandato da Stobeo, che ci informa che in esso Simonide avrebbe narrato della rovina della famiglia degli ________, tiranni della ________. Cicerone, a questo proposito, racconta che Simonide avrebbe composto un carme in onore di ________, carme che tuttavia avrebbe contenuto un lungo ________ in onore dei ________. Scopas gli avrebbe dunque pagato solo la metà del ________ pattuito, esortandolo a farsi pagare il resto dagli stessi Dioscuri. In seguito, mentre Simonide era a banchetto sempre presso Scopas, due giovani si presentarono alla porta chiedendo di lui; quando Simonide uscì non trovò nessuno, ma un crollo del soffitto, all'interno, uccise tutti i convitati. I Dioscuri avrebbero dunque così vendicato il torto subito da Simonide. Cicerone aggiunge anche che il poeta fu il solo a poter identificare i corpi, poiché ________ esattamente il posto in cui erano seduti. Di qui anche la leggenda di Simonide come inventore della ________.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Simonide, fr. 16 P. "Di diman non v'è certezza" (T1).
Questo è il testo del fr. 16 P.

ἄνθρωπος ἐὼν μή ποτε φάσηις ὅ τι γίνεται αὔριον,
μηδ' ἄνδρα ἰδὼν ὄλβιον ὅσσον χρόνον ἔσσεται·
ὠκεῖα γὰρ οὐδὲ τανυπτερύγου μυίας
οὕτως ἁ μετάστασις.
A: In esso Simonide parla della necessità di pensare al domani.
B: La sua tematica principale è la mutevolezza della vita umana e l'instabilità dei beni concessi dalla fortuna all'uomo.
C: La forma ἐών sta per l'attico ὤν.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Simonide, fr. 26 P. "La loro tomba è un altare" (T2).
In questo frammento Simonide celebra il valore dei caduti nella battaglia ________: egli proclama la necessità ci celebrarli non ________, ma ricordandoli ("non pianti: memoria"). Il cordoglio infatti deve esse essere motivo di ________. Simonide definisce questo sua canto un ἐντάφιον, cioè ________ per i caduti, che non verrà distrutta né dalla ruggine né dal tempo. Nella parte finale del frammento Simonide loda inoltre direttamente ________, il comandante spartano morto alle Termopili.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Simonide, fr. 38 P., "Danae in mezzo al mare" (T3).
La persona loquens di questo frammento è ________, che, chiusa in una cassa in mezzo al mare assieme a suo figlio ________, si rivolge al figlioletto lamentando la sua sventura. Danae era infatti stata gettata in ________, dentro la cassa, da suo padre ________, a cui era stato predetto che sarebbe stato ucciso dal nipote. La cassa, tuttavia, finì fortunosamente nelle mani di alcuni pescatori di Serifo: Danae e il figlio furono allora accolti dal re dell'isola Polidette. Una volta cresciuto, Perseo affrontò numerose imprese, come l'uccisione della ________. Un giorno, durante una gara di lancio del disco a Larissa, lanciò il disco troppo lontano colpendo mortalmente uno degli spettatori: si trattava proprio di Acrisio. In questi versi Simonide si esprime con un pathos________: Danae si esprime senza ________ e senza sentimento, in maniera molto controllata.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Simonide. La vita.
Simonide nacque intorno al 556 a.C. nell'isola di ________, nelle Cicladi. Come Anacreonte, fu un poeta di corte: si recò dapprima ad Atene, retta da Ippia e Ipparco, figli di ________. In seguito all'uccisione di questi da parte di Armodio e Aristogitone si trasferì in Tessaglia, su invito del tiranno Scopas; dopo la sua morte fu poi a Larissa, in Tessaglia,  e quindi di nuovo ad Atene nel periodo tra le due guerre ________, dove divenne amico di ________, uno dei capi del partito democratico. Più tardi tornò a frequentare i tiranni: si recò a ________ dal tiranno Ierone e morì in Sicilia.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza