INFO

Storia

La leggenda di Romolo e Remo è...
A: semplicemente una favola
B: un fatto storicamente documentato
C: un racconto mitico con un fondo di verità
D: una leggenda tramandata da un'iscrizione romana
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Per molto tempo gli studiosi moderni hanno completamente respinto la leggenda di Romolo e Remo, ritenendo che i Romani stessi l'avessero costruita a poco a poco per spiegare culti, istituzioni, monumenti ricevuti dai loro ________ e di cui ignoravano la vera origine. Recenti scoperte ________ dimostrerebbero però che alcuni particolari del racconto mitico possiedono un fondo di verità. Sull'origine del nome «Roma» sono state fatte molteplici ipotesi: gli antichi amavano ricondurlo al loro mitico fondatore, Romolo, o al termine greco ròme, cioè ________. Gli studiosi moderni lo fanno derivare da Ruma, un nome gentilizio ________, oppure da ruma, un termine italico che indicava la ________ e che alluderebbe alla forma del colle Palatino, oppure da rumon, antico vocabolo etrusco con il significato di «fiume», in riferimento al Tevere.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I comizi centuriati e i comizi tributi erano...
A: tribù cittadine
B: formazioni militari
C: assemblee popolari
D: luoghi di incontro in città
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Indica se le seguenti affermazioni sull'origine di Roma sono vere o false.
A: Romolo divise la città in quattro zone.
B: La città di Albalonga era uno dei maggiori centri etruschi.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'importanza del ponte Fabricio è dimostrata dal fatto che...
A: nelle sue vicinanze sorsero importanti mercati cittadini
B: Roma trovò uno sbocco al mare e poté sfruttare le saline
C: la città si estese rapidamente anche sulla destra del Tevere
D: da questa costruzione prese nome un'autorità religiosa, il pontifex
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Abbina ad ogni evento la data corretta, poi fai clic su Conferma.
A: Vittoria di Roma sulla lega latina
B: Istituzione delle curie gentilizie e del senato
C: Predominio etrusco su Roma
D: Inizio del periodo repubblicano
Domande in serieDomande in serie
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il lavoro dei decemviri culminò con...
A: la ratifica degli editti dei pretori
B: la stesura delle dodici tavole
C: la creazione delle lamine di Pyrgi
D: la creazione di un corpo di pretoriani
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Indica se queste affermazioni sul mondo romano sono vere o false.
A: La donna romana poteva partecipare alla vita pubblica.
B: A Roma gli schiavi erano considerati oggetti
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Quale situazione portò i Romani alla stesura delle leggi delle dodici tavole?
A: La vittoria dei Romani sulla lega latina
B: L'impoverimento delle masse contadine in Grecia
C: Le tensioni sociali provocate a Roma dall'arbitrio dei patrizi
D: La necessità di definire i rapporti tra Greci e Fenici in Sicilia
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Assegna ad ogni materia la magistratura di competenza corretta, poi fai clic su Conferma.
A: Controllo delle condizioni del traffico
B: Tutela degli interessi dei plebei
C: Aggiornamento della lista dei senatori
Domande in serieDomande in serie
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La donna nel mondo romano era...
A: libera di prendere decisioni in autonomia
B: subordinata in tutto all'autorità del pater familias.
C: libera di scegliere il proprio sposo.
D: subordinata all'autorità di tutti i suoi familiari.
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Abbina ogni definizione al termine corretto, poi fai clic su Conferma.
A: Schiavo passato alla condizione di uomo libero
B: rito finalizzato a conoscere la volontà degli dei attraverso il volo degli uccelli
C: magistrato con pieni poteri nominato in caso di grave pericolo per lo stato
Domande in serieDomande in serie
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I Romani avevano un'idea molto concreta e pratica della religione tanto privata quanto pubblica. Un aspetto di fondamentale importanza era il posizionamento, che doveva essere compiuto nella sua forma esatta, per propiziare la benevolenza delle divinità invocate. All'interno della casa erano venerati i Lari, le divinità protettrici della gens. Ogni luogo (la casa, i crocicchi delle vie, la città stessa) aveva i suoi Lari, che proteggevano chiunque si trovasse in quel posto. Vi erano poi i Genitivi, gli dei che vegliavano sul benessere del padrone di casa e dei componenti della sua famiglia. Quando una coppia cambiava casa questi ultimi si muovevano con lei. E nella nuova abitazione la famiglia avrebbe venerato questi e i nuovi Lari che presiedevano alla casa.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Gli uomini indossavano giorno e notte la ________ di lana o di lino, una specie di camicia senza maniche, lunga fino al ginocchio, stretta da una cintura. Se faceva freddo si avvolgevano in un mantello. I cittadini più importanti portavano la toga, obbligatoria in pubblico: una stoffa di lana o di lino bianco, tagliata a semicerchio, ingombrante e scomoda, di cui tuttavia i Romani erano orgogliosissimi e che fino ai sedici anni era bordata da una striscia ________, come presso gli Etruschi. Una toga ________, appositamente imbiancata, era indossata da coloro che aspiravano ad essere eletti alle cariche civili; erano detti «candidati». Le donne portavano a contatto con la pelle una fascia che faceva da reggipetto e un gonnellino. Sopra indossavano la tunica; le donne ricche, sopra la tunica, indossavano ancora la ________ di seta o di cotone: una veste lunga fino ai piedi stretta in vita da una cintura. Infine, per uscire, drappeggiavano intorno al corpo e sulla testa la palla, un ________ rettangolare di colore vivace. Quanto alle scarpe ne esistevano vari tipi: i soldati portavano calzari chiusi e chiodati; la gente, a seconda della stagione, portava calzari chiusi o sandali; in casa anche le ________.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Quale fu, secondo la leggenda, la ragione che portò alla fine della monarchia?
A: Sesto, il figlio di Tarquinio il Superbo, fece violenza alla nobile Lucrezia, che per la vergogna si uccise; i Romani si rivoltarono e fecero cadere la monarchia.
B: Tarquinio il Superbo esigeva tributi troppo pesanti.
C: Tarquinio il Superbo mancò di rispetto alle istituzioni romane abolendo il senato.
D: Sesto, il figlio di Tarquinio, oltraggio l'aristocrazia romana con il suo comportamento libertino.
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza