Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Trova errore,
Vero o falso
Libro
Mappe e tesori
Capitolo
Mappe e tesori_Classici_U16
Libro
Mappe e tesori / vol. 2
Capitolo
Mappe e tesori_Classici_U16
Libro
Mappe e tesori / vol. 3
Capitolo
Mappe e tesori_Classici_U16
Libro
Mappe e tesori / Classici
Capitolo
Mappe e tesori_Classici_U16
INFO

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Quali frasi sulla situazione storica del secondo Novecento e sul Neorealismo sono corrette?
A: Il Neorealismo caratterizza gli anni tra il 1943 fino alla metà degli anni Cinquanta.
B: Quasi nessun autore neorealista era antifascista.
C: Cristo si è fermato a Eboli è il racconto del confino di Cesare Pavese, oppositore del fascismo.
D: Negli anni Sessanta, in pieno boom economico, aumentano riviste e giornali e si accresce il dibattito pubblico.
E: Nel 1963 l'introduzione dell'obbligo scolastico fino alla Scuola Media Inferiore consacra la lingua italiana come codice comune a tutti gli italiani.
F: Durante e dopo il boom gli scrittori denunciano i mali della borghesia e della civiltà industriale e propongono una grande sperimentazione linguistica e di avanguardia.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
I protagonisti delle opere di Elsa Morante sono figure ________ e ________, esposte alla ________ del mondo. L'autrice racconta, infatti, le sofferenze di adulti e ragazzi, convinta che la Storia ci renda tutti ________ di sopraffazione e violenza, ma che i più piccoli possiedano ancora abbastanza fiducia nella vita da poter riscattare il dolore dell'umanità. Presta inoltre particolare cura alla dimensione ________ e ________ dell'infanzia. Questa attenzione si estende anche al linguaggio: nei suoi romanzi i personaggi si esprimono in modo efficace, utilizzando il parlato e ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Cesare Pavese è stato lo scrittore del ________ a casa: i suoi romanzi, infatti, sono ambientati spesso nella sua terra d'origine, il luogo dell'infanzia in cui si ritorna da ________, dopo una vita trascorsa ________. In molti suoi romanzi affronta anche la storia della propria ________ e dell'inadeguatezza alla ________, accompagnata da un profondo senso di ________ per non essere riuscito a fare ciò che si proponeva nei confronti delle ________ che amava o del proprio ________.
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Primo Levi ha dato voce alla terribile esperienza ________, vissuto in prima persona, ma anche alla residua dignità dei ________, al desiderio implacabile di ________ e alla ________ capace di esistere perfino nell'inferno della prigionia. Le sue pagine hanno svelato al mondo, con una prosa lucidissima e asciutta, la sconvolgente vergogna dei campi di concentramento e ancora di più hanno raccontato la possibilità di ________ di nuovo uomini quando sembrava che ________ avesse perso qualsiasi umanità.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Il capolavoro di Dino Buzzati è Se questo è un uomo, ambientato in un'epoca non precisata. È la storia di un giovane militare, Giovanni Drogo, che inizia la propria carriera in una fortezza assediata ai confini di un regno immaginario. Se inizialmente per Drogo questo incarico è gravoso e non gli offre alcun futuro, col passare del tempo vi si abitua, fino a non volerlo più lasciare. La vita di Drogo quindi diventa un'allegoria della vita degli scrittori, sottoposta allo scorrere del tempo e al divertimento, in un mondo, rappresentato dai Tartari, fatto di leggi assurde e speranze inutili. Per questa e altre opere Buzzati è considerato uno dei più grandi scrittori neorealisti del Novecento.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Stabilisci se le frasi relative ad Anna Maria Ortese sono vere o false.
A: La Torino del Dopoguerra è lo scenario più affascinante per Anna Maria Ortese.
B: Il mare non bagna Napoli racconta la profonda disperazione della miseria mescolata a una sensazione di felicità che sembra comunque abitare i vicoli della città.
C: L'aspetto fiabesco dei suoi racconti non è una fuga dalla realtà, ma un'indagine della stessa.
D: Nelle sue opere Anna Maria Ortese mescola tratti surrealisti ed emozioni intense.
E: Autrice prolifica, inizierà a scrivere però già molto avanti d'età.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Leonardo Sciascia approfondisce diversi aspetti della ________ dell'epoca e, in particolare, si concentra sul fenomeno della ________, denunciando la ________ delle istituzioni e le difficili condizioni di vita dei cittadini.
Il suo Il giorno della civetta è un libro che porta all'attenzione del pubblico la terribile ________ di un'Italia ________ e al tempo stesso ________ di un'organizzazione criminale capace di penetrare le più alte ________ e di instaurare in tutta la penisola un clima di ________ e violenza.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Stabilisci se le frasi relative a Pier Paolo Pasolini sono vere o false.
A: Pier Paolo Pasolini è stato poeta, studioso della lingua, saggista, sceneggiatore, regista e giornalista.
B: Alcuni motivi ricorrenti nella sua produzione sono gli adolescenti e il loro faticoso tentativo di costruirsi una coscienza, la relazione conflittuale tra le generazioni, il rapporto di amore e antagonismo dei ragazzi con la città in una cornice di fame e violenza.
C: Nei suoi film racconta la grande borghesia romana.
D: Diventa il bersaglio ideale della politica perché clericale e borghese in un mondo progressista.
E: È stato un feroce critico della società dei consumi.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Quali frasi su Italo Calvino sono corrette?
A: Durante la sua vita Calvino passa dalla letteratura d'impegno civile a quella fantastica e surreale, dalla saggistica alle traduzioni.
B: Tra le opere realiste ha grande importanza Fiabe italiane, dove si racconta la guerra partigiana.
C: Calvino caratterizza alcune sue opere con un forte impegno civile senza alcuna ironia.
D: Affronta i temi del lavoro in fabbrica, della speculazione edilizia e delle difficoltà che incontra l'uomo moderno a vivere in un ambiente dove ciò che conta è esclusivamente il guadagno.
E: Influenzato dallo Strutturalismo, scrive Le città invisibili dove il lettore può non leggere il libro di seguito, ma saltare da una descrizione a un'altra.
F: La lingua utilizzata da Calvino è sempre molto ricercata e sfumata, a volte quasi superflua.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

La prosa nel secondo Novecento
Nel 1963 Natalia Ginzburg vince il premio Nobel con Lessico famigliare, in cui descrive episodi di vita quotidiana vissuti dalla sua famiglia acquisita. Nel poema, l'autrice racconta anche la drammatica morte del padre, l'ingiusta persecuzione degli ebrei, il suicidio dell'amico Calvino e si sofferma sulla condizione femminile dell'epoca. Attraverso la famiglia, infatti, Natalia Ginzburg cattura non solo la quotidianità delle donne, ma anche le dinamiche sociali che esse si trovano ad affrontare.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza