Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Trova errore,
Vero o falso
Area tematica
Libro
Itinerario nell'arte. Quinta Edizione. / Versione arancione Vol 1
Capitolo
Capitolo 20 - Manierismo. Alla ricerca di nuove vie.
Libro
Itinerario nell'arte. Quinta Edizione. / Versione verde Vol 1
Capitolo
Capitolo 20 - Manierismo. Alla ricerca di nuove vie.
Libro
Itinerario nell'arte. Quinta Edizione. / Versione arancione Vol 2
Capitolo
Capitolo 20 - Manierismo. Alla ricerca di nuove vie.
Libro
Itinerario nell'arte. Quinta Edizione. / Versione verde Vol 3
Capitolo
Capitolo 20 - Manierismo. Alla ricerca di nuove vie.
Libro
Itinerario nell'arte. Quinta Edizione. / Versione arancione Vol 5
Capitolo
Capitolo 20 - Manierismo. Alla ricerca di nuove vie.
Libro
Itinerario nell'arte. Quinta Edizione. / Versione verde Vol 2
Capitolo
Capitolo 20 - Manierismo. Alla ricerca di nuove vie.
Libro
Itinerario nell'arte. Quinta Edizione. / Versione arancione Vol 3
Capitolo
Capitolo 20 - Manierismo. Alla ricerca di nuove vie.
Libro
Itinerario nell'arte. Quinta Edizione. / Versione arancione Vol 4
Capitolo
Capitolo 20 - Manierismo. Alla ricerca di nuove vie.
INFO

Storia dell'arte

Il Manierismo
Il testo che segue non è corretto: individua le parole sbagliate.

Fino a non molti anni fa il termine «manierismo» veniva impiegato con il significato negativo di «licenza». Esso, inoltre, veniva riferito a tutti quegli artisti che, soprattutto nella seconda metà del Cinquecento, operavano alla maniera di Botticelli, di Mantegna e di Donatello, privandosi, in tal modo, della propria fantasia e creatività per riproporre cose «già viste». Pietro Aretino, invece, impiegava il termine «maniera» come sinonimo di «regola», e attualmente con Manierismo si indicano alcune tendenze dell'arte cinquecentesca successiva al 1537 diffusesi in Italia soprattutto dopo il Concilio di Trento del 1527 che obbligò numerosi artisti a fuggire dalla città.
Trova erroreTrova errore
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Il Manierismo
Individua le risposte corrette.
A: Per "grazia" Vasari intende l'eleganza, la dolcezza e la facilità di esecuzione per portare a termine con celerità l'opera d'arte.
B: Un'opera manierista ricerca l'inusuale e il bizzarro.
C: La "licenza dalla regola" è una conseguenza del "gusto" del singolo artista.
D: La "licenza" era un permesso rilasciato dall'Accademia, che gli artisti dovevano avere per praticare la loro professione.
E: Per Vasari era sufficiente imitare la natura servendosi delle proprie capacità per realizzare un'opera perfetta.
F: Giorgio Vasari scrisse il famoso testo Le vite e non ebbe per questo modo di esprimersi come architetto e scultore.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

La pittura manierista di Andrea del Sarto
Completa la descrizione inserendo i termini che ritieni corretti.

Con Andrea del Sarto il linguaggio pittorico ________ appare ormai definitivamente ________ e stabilizzato. L'artista, peraltro, riuscì a fondere ________ di Leonardo, ________ e la grazia di ________, il volume e la monumentalità di ________, in una personale visione di ________, senza che alcuna di queste varie componenti ________ mai le altre.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

La pittura manierista di Pontormo e Rosso Fiorentino
Individua le affermazioni vere e quelle false fra le caratteristiche che descrivono la vita e l'opera di Pontormo e Rosso Fiorentino.
A: Pontormo e Rosso Fiorentino furono entrambi allievi di Andrea del Sarto.
B: Jacopo Carucci, detto il Pontormo, nasce ad Arezzo nel 1494.
C: Entrambi gli artisti furono grandi disegnatori e usavano la matita rossa e il carboncino grasso.
D: Nella Deposizione il Pontormo sceglie un'ambientazione assolutamente innaturale e i personaggi sono anatomicamente sproporzionati.
E: Entrambi lavorarono in Francia alla corte di Francesco I.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

La pittura manierista di Rosso Fiorentino
Ricostruisci il testo scegliendo i termini corretti.

Nella Pietà, che l'artista esegue attorno al 1535-1540, il formato rettangolare del dipinto, è completamente saturato da ________ figure. Il lungo corpo di Cristo esangue è piegato in ________, quasi che la tela non potesse contenerlo. Contro il fondo nero dell'antro del sepolcro, la luce colpisce con crudezza i corpi. Impietosamente fa risaltare il nudo di Gesù, dalla ________ rossastra, e porta alla ribalta la schiena possente di ________ e quella delicata della Maddalena. La Vergine quasi sparisce sotto le coltri delle vesti. Il ________, nei toni dell'arancio, e il verde si confondono e si sovrappongono, in arditi accostamenti mai sperimentati prima, quasi a voler ________ un ultimo, violento ________ vitale prima della deposizione di Gesù nell'antro buio del ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

La scultura manierista del Giambologna
Quale delle affermazioni proposte è corretta?
A: Ne Il ratto della Sabina sono presenti tre corpi sovrapposti e intrecciati
B: Il Giambologna era di origine spagnola e nacque a Madrid nel 1529.
C: L'opera Il ratto della Sabina è conservata al Museo del Bargello.
D: Il gruppo scultoreo si rifà al gruppo ellenistico del Laocoonte.
E: L'artista realizzò solo una versione de Il ratto della Sabina in bronzo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

La scultura manierista di Benvenuto Cellini
Completa la descrizione inserendo i termini che ritieni corretti.

Nel ________ Cosimo I de' Medici commissionò a Benvenuto Cellini il grande bronzo ________, che – con la sua estrosa base di ________ – fu collocato sotto la ________. La scultura raffigura l'eroe vincitore di ________. La testa della Gorgone, grondante ________, è tenuta alta dal protagonista, mentre il corpo, dal cui ________ esce sangue a fiotti, gli sta ai piedi. La posizione dell'eroe è definita in modo da mostrare più ________. La drammaticità della scena è usata dal Cellini a puri fini ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

L'architettura di Baldassarre Peruzzi
Quale delle affermazioni proposte è corretta?
A: L'edificio è a pianta rettangolare con due ali avanzate e nel piano terreno due logge fra loro ortogonali.
B: Baldassarre Peruzzi progetta Villa Farnesina su commissione di Cosimo I de' Medici.
C: La Loggia di Psiche e la Loggia di Galatèa sono state affrescate dal Correggio.
D: Al secondo piano, la Sala delle Colonne fu affrescata dallo stesso Peruzzi.
E: La villa è collocata a Roma sul colle Palatino.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

L'architettura di Giulio Romano
Osserva l'immagine e completa la descrizione inserendo i termini che ritieni corretti.

Giulio Pippi, detto ________ per le sue origini, fu allievo, collaboratore e continuatore dell'attività di ________. Nacque a Roma intorno al 1499, ma le sue opere migliori e originali si trovano a ________, città dove Giulio si recò nel 1524 su invito del marchese ________.
Agli anni 1525-1534 risale il ________. Di esso Giulio non solo predispose il progetto e seguì la costruzione, ma realizzò anche la ________ interna, pur se affiancato da aiuti. Costruito su un'________ chiamata Tejéto (da cui il nome) nella zona meridionale della città, il palazzo ebbe principalmente la funzione di luogo di ________ e di svago.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Arte e Controriforma
Quale fra le affermazioni proposte è sicuramente vera?
A: Gli artisti furono esortati al rispetto dell'iconologia cristiana, con l'esaltazione del martirio e del richiamo ad una vita caritatevole.
B: Il Concilio di Trento si svolse fra il 1545 e il 1583.
C: Il Concilio ribadì il valore delle indulgenze e quella delle buone opere unite alla fede, considerando che la salvezza è un dono di Dio.
D: Il Concilio esercitò un controllo sui libri, con l'istituzione dell'Indice dei libri consentiti.
E: L'arte subì un pesante controllo e gli artisti conformati furono processati dal Tribunale dell'Inquisizione.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza