Lezione 13 - La civiltà medievale: mentalità, cultura e potere

10 esercizi
SVOLGI
Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Vero o falso
Area tematica
Libro
Eirene / Dalla preistoria all'età di Cesare
Capitolo
Lezione 13 - La civiltà medievale: mentalità, cultura e potere
Libro
Hemera / Dalla preistoria all'anno Mille
Capitolo
Lezione 30 - La civiltà medievale: mentalità, cultura e potere
INFO

Storia

Qual è la visione del mondo nel Medioevo?
A: Una visione ottimista, il mondo è un luogo di gioia
B: Una visione pessimistica, il mondo è un luogo di dolore
C: Una visione equilibrata, il mondo è un luogo di gioia e dolore
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

In seguito alla diffusione del ________ vengono costruiti moltissimi ________, luoghi dove i ________ vivono insieme. La parte più importante della costruzione è la ________ dove si prega e si celebra la ________. Da lì si accede al ________, un giardino rettangolare circondato da un ________. Un altro luogo importante è lo ________, dove gli ________ si dedicano alla ________ dei libri.
PosizionamentoPosizionamento
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Quale vescovo afferma il suo primato in questo periodo?
A: Il vescovo di Costantinopoli
B: Il vescovo di Parigi
C: Il vescovo di Roma
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'umanità e il peccato
A: Gli esseri umani sono considerati tutti peccatori
B: Per conquistarsi la salvezza devono resistere alle tentazioni
C: Le donne sono tenute in alta considerazione
D: Sono considerate degli strumenti di salvezza
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Gli strati sociali del Medioevo
A: Il ceto dirigente del Medioevo è l'aristocrazia guerriera
B: Il ceto dirigente del Medioevo è lo stesso che in epoca romana
C: Gli aristocratici sono molto colti
D: Spesso i vescovi governano le città
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Nell'________ Medioevo i ceti dirigenti non sono più colti come nell'antichità e i ________ diventano i depositari del sapere. Sono gli unici a sapere ancora leggere e ________, perciò la Chiesa inizia a esercitare il ________ sulla cultura. Di conseguenza, luoghi come i ________ diventano i nuovi centri di produzione ________, alcune discipline, come le ________ naturali, vengono ignorate e alcuni generi ________ scompaiono.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Uno dei fenomeni religiosi più significativi del Medioevo è la nascita del ________. Questo fenomeno nasce in ________ come una pratica spirituale individuale: i primi ________ infatti erano persone che sceglievano di isolarsi dal mondo e vivere come ________. Solo dal ________ secolo si diffonde il cosiddetto ________ di comunità, che prevede la creazione di comunità di religiosi che vivono insieme all'interno dei ________ e seguono una ________, ossia una serie di norme condivise. Fra queste ricordiamo quella ideate da San ________ da Norcia che prevedeva di dividere il tempo fra la preghiera e il ________ manuale.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'Alto Medioevo è un periodo ________ anche dal punto di vista linguistico. In questo periodo, infatti, emergono le cosiddette lingue ________, così chiamate in quanto parlate dal ________. Lentamente esse sostituiscono il ________ nella comunicazione ________ e diventano di fatto la lingua ________ delle popolazioni europee. Queste lingue tuttavia possiedono soltanto una forma orale e il ________ è l'unica che può essere usata per scrivere.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Fra le ________ più radicate nella cultura medievale c'era l'idea che sulla ________ esistessero due poteri ________ la cui autorità derivava direttamente da Dio. Uno era il potere ________, ossia il potere politico, concesso all'________, l'altro invece era il potere ________, concesso al ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Un altro grande cambiamento è costituito dalla ________ del potere ________. In mancanza di una struttura politica che mantenesse l'________ e facesse rispettare le ________, i proprietari ________ iniziarono a governare ________ sui loro territori, amministrando la ________ e riscuotendo le ________. In pratica a un solido potere ________ si sostituirono piccoli ________ di potere ________.
PosizionamentoPosizionamento
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza