INFO

Fisica

In quale tra questi casi la forza che agisce compie un lavoro resistente, anziché un lavoro motore?
A: Un uomo che spinge un carrello.
B: Il peso che agisce su un corpo che scende.
C: Il peso che agisce su un corpo che sale.
D: Una donna che tira un carrello.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In quale tra questi casi la forza che agisce compie un lavoro nullo?
A: Il peso che agisce su un corpo che sale.
B: L'aria che si oppone al passaggio di un proiettile.
C: Il gesso che spinge sulla lavagna.
D: Una calamita che attira uno spillo caduto a terra.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In quale tra questi casi la forza che agisce compie un lavoro positivo?
A: L'aria che si oppone al passaggio di un proiettile.
B: I mattoni sottostanti che sorreggono il mattone posto in cima a una colonna.
C: Il gesso che spinge sulla lavagna.
D: Una calamita che attira uno spillo caduto a terra.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il lavoro compiuto dalle forze di attrito su un corpo in movimento è sempre:
A: resistente.
B: nullo.
C: positivo.
D: motore.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se spingo per un certo tempo con la mano un carrello su una superficie orizzontale liscia, chi compie un lavoro?
A: La forza-peso del carrello.
B: La mia mano.
C: La forza esercitata dalla mia mano.
D: Il carrello.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se spingo per un certo tempo con la mano un disco a ghiaccio secco lungo una rampa inclinata, in modo tale che il disco si muova a velocità costante, quali forze compiono un lavoro?
A: Nessuna forza, perché la risultante delle forze è nulla.
B: Soltanto la forza esercitata dalla mia mano.
C: La forza esercitata dalla mia mano e la forza-peso del disco.
D: Soltanto la forza-peso del disco.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il lavoro compiuto da un vettore-forza A su un corpo che compie uno spostamento (in una direzione qualsiasi) rappresentato dal vettore b è pari al prodotto:
A: del modulo di A per la direzione di b.
B: del modulo di A per la lunghezza della proiezione del vettore b sulla direzione del vettore A.
C: del modulo di A per la lunghezza della proiezione del vettore b nella direzione dello spostamento.
D: del modulo di A per il modulo di b.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se una forza produce uno spostamento parallelo alla forza stessa, il lavoro che essa compie è pari all'area compresa sotto quale grafico?
A: Il grafico della posizione in funzione della forza.
B: Il grafico della forza in funzione dello spostamento.
C: Il grafico della forza in funzione del tempo.
D: Il grafico dello spostamento in funzione del tempo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In generale il lavoro compiuto da una forza è sempre:
A: minore o eguale al prodotto dell'intensità del vettore forza per l'intensità del vettore spostamento.
B: maggiore del prodotto dell'intensità del vettore forza per l'intensità del vettore spostamento.
C: maggiore o eguale al prodotto dell'intensità del vettore-forza per l'intensità del vettore spostamento.
D: minore del prodotto dell'intensità del vettore forza per l'intensità del vettore spostamento.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una forza si dice conservativa quando il lavoro che essa compie:
A: non dipende dal percorso seguito, se si fissano il punto di partenza e il punto di arrivo.
B: non dipende dal punto di arrivo.
C: non dipende dal punto di partenza.
D: non dipende né dal punto di partenza né da quello di arrivo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se solleviamo un oggetto da terra facendogli seguire una traiettoria obliqua, il lavoro compiuto dalla nostra forza:
A: è sempre minore, in valore assoluto, del lavoro compiuto dalla forza di gravità.
B: è sempre uguale, in valore assoluto, al lavoro compiuto dalla forza di gravità.
C: è sempre maggiore, in valore assoluto, del lavoro compiuto dalla forza di gravità.
D: può essere maggiore o minore, in valore assoluto, del lavoro compiuto dalla forza di gravità.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una forza F applicata per un tempo t a una massa m, inizialmente ferma, la accelera e compie un lavoro totale W.
Come cambia il lavoro al variare di F, m e t se facciamo variare una sola grandezza per volta, come indicato qui sotto?
se raddoppiamo la forza, F' = 2F, allora W' = ________
se dimezziamo la massa, m'= m/2, allora W' = ________
se dimezziamo il tempo, t' = t/2, allora W'= ________
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza