INFO

Storia

L'imperialismo americano.
Alla fine dell'Ottocento ________ aveva ancora molte colonie in quella zona, e quasi dappertutto doveva combattere contro dei ribelli che chiedevano l'indipendenza. Nel ________ gli Stati Uniti dichiararono guerra ________, col pretesto di aiutare i ribelli, e la sconfissero facilmente. Le colonie liberate, come Cuba, ________ e le ________, non diventarono però paesi indipendenti, ma rimasero sotto la protezione degli Stati Uniti. Molti arcipelaghi ________ vennero occupati senza riguardo per i diritti degli indigeni: come le isole ________, dove la flotta americana cominciò a costruire la grande base navale di Pearl Harbor.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

In Asia...
A: La Cina al tempo della spartizione non era soltanto un paese immenso, ma anche un impero unitario. Le potenze europee si accontentarono quindi di concessioni.
B: L'odio cinese per gli occupanti scoppiò, nel 1900, nella rivolta detta dei Boxers, dal nome di una società segreta che sollevò il popolo incitandolo a massacrare tutti gli europei.
C: Pochi anni dopo, nel 1911, venne abolito l'impero e da una rivoluzione e nacque la repubblica popolare cinese con a capo Mao Tse Dong.
D: I Signori della guerra vennero sconfitti dal nuovo potere centrale.
E: Intanto il Giappone cominciava la propria espansione interna, togliendo la Corea alla Cine e dichiarando guerra a quest'ultima.
F: Nella guerra russo-giapponese per la conquista della Manciuria è la Russia a vincere.
Vero o falsoVero o falso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La «belle époque»
A: Le città si modernizzarono con illuminazione elettrica, trasporti pubblici, abitazioni comode e riscaldate. Nacquero le prime grandi stazioni balneari e montane per la villeggiatura. Cominciò a essere più comodo viaggiare: nei primi anni del Novecento furono inventati l'automobile e l'aeroplano, destinati un rapido e clamoroso sviluppo. Ma solo per chi aveva denaro sufficiente.
B: Tutto ciò, insieme allo sviluppo della comunicazione (telefono, telegrafo) e del cinema fu preludio dell'avvento della società di massa, subito dopo la Prima guerra mondiale.
C: Da questo sviluppo erano esclusi i contadini dalle cui condizioni di miseria e isolamento era possibile solo fuggire emigrando.
D: Solo i partiti politici restavano profondamente elitari, anche quelli popolari o a base operaia.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Cosa avviene in questo periodo di importante per quanto riguarda la partecipazione delle masse alla vita politica (segui l'ordine del libro)?

1. ________
2. ________
3. ________
4. ________
5. ________
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'emigrazione
Già diffusa nell'Ottocento, l'emigrazione europea verso il Nuovo Mondo conobbe la massima intensità nei primi anni del ________, fino a coinvolgere ________ di persone all'anno. La maggioranza degli emigranti partiva dai paesi più poveri, come l'Italia, l'Austria-Ungheria e la ________, alla ricerca di lavoro, ma anche di una società più libera. L'emigrazione era resa possibile dai grandi progressi dei ________, dal calo dei prezzi, dalla politica di ________ dei governi. Ben presto divenne una specie di valvola di sfogo, che permetteva di trasferire forza lavoro là dove ce n'era più bisogno: gli Stati Uniti innanzitutto, ma anche il ________ e l'Australia, e i nuovi paesi del Sudamerica, ________ e Brasile, che sembravano destinati a un prospero futuro.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Nel 1892, in Sicilia, l'esercito italiano sostiene i braccianti i quali guidati dai socialisti (i Vespri siciliani) protestavano contro l'eccessiva imposizione fiscale, e chiedevano la distribuzione delle terre lasciate incolte dai grandi proprietari.

Re Umberto I s'indignò aspramente con il generale Bava Beccaris per la gestione dei manifestanti a Milano contro cui il generale aveva fatto sparare dando luogo a un massacro.

Nell'Italia umbertina la magistratura indaga e processa i dirigenti della Banca Romana, che aveva l'incarico di stampare la carta-moneta per conto dello Stato. Essi, con la copertura dello stesso Pelloux, emettevano biglietti bancari in quantità superiore al dovuto per disporre di denaro utile ad omaggiare o corrompere politici e imprenditori.

Nell'estate del 1900, Umberto I e la regina Margherita erano in villeggiatura a Monza. La sera del 29 luglio, mentre andava in carrozza a una premiazione sportiva, re Umberto fu colpito dai colpi sparati da Guglielmo Oberdan, ma non morì.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'età giolittiana

A: Giolitti si dichiarò favorevole al rialzo dei salari, fece votare dal Parlamento leggi sul riposo festivo, sulla limitazione dell'orario di lavoro per le donne e i bambini, sulle pensioni di invalidità e vecchiaia, e predispose interventi pubblici a favore del Mezzogiorno.
B: Giolitti istituì le Camere del Commercio, che raggruppavano i commercianti di ogni provincia.
C: Nel 1911,Giolitti introdusse il suffragio universale maschile. Ebbero il diritto di voto tutti i cittadini maschi di vent'anni compiuti, anche se analfabeti.
D: Giolitti per rafforzare il proprio potere utilizzò corruzione e mafia.
E: Nell'età giolittiana l'industria italiana si rafforzò in tre settori importanti: quello metallurgico, cioè l'industria dell'acciaio; quello meccanico, che produceva treni, automobili e armamenti; quello idraulico, che produceva elettricità sfruttando l'energia dei corsi d'acqua al posto del carbone.
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

In questa fase, anche in Italia si rafforzano le organizzazioni degli operai: nel ________ venne fondato il Partito Socialista Italiano (PSI), su iniziativa del milanese ________ e del napoletano Antonio Labriola. In esso confluirono anche molti ________, che cominciavano a capire i limiti delle azioni violente e di stampo terroristico. Come negli altri partiti socialisti europei, anche all'interno del PSI si crearono due correnti: i ________, capeggiati da Turati, e i ________. Quando il governo Giolitti consentì agli operai di organizzarsi, i socialisti crearono, nel 1906, la ________, controllata dai socialisti ________. ________ dei lavoratori, che fu molto importante per tutto ________, univa i lavoratori di tutt'Italia organizzandoli per ________. Accanto a questo vi erano altri sindacati d'ispirazione ________ e le organizzazioni di ispirazione ________. Così, attraverso la libera adesione a partiti e sindacati, cominciava a realizzarsi pacificamente la partecipazione delle masse popolari alla vita politica del paese.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Nel 1891 ________ pubblicò un'enciclica, la ________, che aggiornava la linea della Chiesa in campo sociale. Il papa si schierava a favore del ________ e della proprietà privata, ma criticava l'eccessivo sfruttamento del lavoro operaio e la concentrazione della ricchezza nelle mani di ________. Condannava la pratica ________ delle organizzazioni di sinistra e chiedeva agli operai il rispetto della ________, ma riconosceva il loro diritto a organizzarsi in sindacati e rivendicare il giusto salario.
I cattolici dovevano ora impegnarsi per realizzare una «democrazia ________», fondata sulla collaborazione delle classi sociali e sul sostegno solidale ai più poveri, sull'unità dei cattolici, sull'obbedienza ai vescovi e sul rispetto ________. Un partito cattolico non esisteva ancora, ma nelle elezioni del ________ per la prima volta nella storia dell'Italia unita, i liberali vinsero le elezioni con l'appoggio esplicito dei ________e della ________. L'antica ostilità fra la borghesia liberale e il papato era ormai superata, grazie alla comune ostilità verso il ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'emigrazione e la questione meridionale
A: Gli italiani immigrati all'estero erano oggetto di razzismo, in Francia come negli Stati Uniti, in Australia come in Germania.
B: La crescita economica aumentò in divario tra Meridione e Settentrione.
C: Gaetano Salvemini identificò l'origine dell'arretratezza del Sud nell'indole dei meridionali.
D: Quella proposta da Salvemini era una politica riformista e non certo rivoluzionaria; ma era comunque troppo per Giolitti, che nel Sud si appoggiava, per ottenere voti e consenso, proprio ai grandi latifondisti.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'Italia voleva un impero coloniale come le altre potenze europee. Oltre all'Etiopia e la Grecia, sulle coste del Mar Rosso, l'Italia avrebbe voluto mettere le mani sulla Turchia, ma la Francia aveva già imposto lì il suo protettorato; decise quindi di attaccare la Libia nel 1920.
In patria l'impresa non suscitò un generale entusiasmo, non soltanto negli ambienti più autoritari e militaristi, ma addirittura fra i socialisti, convinti che l'Italia, essendo uno dei paesi più giovani e più poveri d'Europa, non avesse diritto a farsi largo nel mondo. Le deboli forze turche in Libia vennero velocemente sconfitte: già nel 1922 il governo del sultano fu costretto a chiedere la pace. La Libia venne organizzata in due colonie italiane, la Cabiria e la Cirenaica. Ma la popolazione araba dell'interno non accettò mai l'invasione: patriottismo e religione animarono un vigoroso movimento di resistenza, che non fu mai veramente domato. Nella lotta contro la guerriglia libica le truppe italiane furono molto magnanime e comprensive; ma la propaganda ufficiale sosteneva che il colonialismo italiano portava civiltà e benessere alle popolazioni indigene.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

A: la Società delle Nazioni era pensata come un'organizzazione internazionale che avrebbe dovuto riunire tutti i paesi del mondo. Si basava sull'idea, proposta dal presidente americano Th. Roosvelt, che i conflitti fra un paese e l'altro si potevano risolvere discutendo anziché con la forza delle armi.
B: È il generale Mustafà Kemal, poi soprannominato Ataturk, a mettersi alla guida nel 1910 di un grande movimento nazionalista: egli insieme al movimento portò alla proclamazione della repubblica e restò in carica come Presidente della Repubblica fino alla morte nel 1950.
C: Il campo di concentramento è un'altra bella invenzione della Grande Guerra: ivi venivano ammassati civili e prigionieri politici e militari.
D: Lo stesso si può dire per le deportazioni in massa di intere popolazioni per motivi politici, inaugurate allo scoppio della guerra dall'impero zarista e da quello turco. In quest'ultimo caso la deportazione, rivolta contro la popolazione musulmana dei Ceceni, assunse le proporzioni d'un vero e proprio genocidio.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La Prima guerra mondiale: combattimenti e armi.
A: L aguerra di trincea fu estenuante perchè non prevedeva azione.
B: Vennero utilizzate le prime armi di distruzione di massa: la mitragliatrice e l'artiglieria.
C: Vennero utilizzate armi batteriologiche.
D: Per la prima volta in un conflitto vennero usati il camio, l'eroplano, la motocicletta e la radio. Il carroarmato fece la sua primissima apparizione sui campi di battaglia della Grande guerra.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Allo scoppio della guerra il governo italiano, conoscendo la debolezza del paese e dell'esercito, aveva proclamato la ________; ma subito era cominciato nel paese un forte movimento di piazza a favore dell'intervento contro gli Imperi centrali. I contadini e gli ________ (che formavano la maggioranza del paese) erano per lo più ________ alla guerra, ma gran parte dei borghesi, degli intellettuali, dei politici, degli studenti era ________.
Gli ________ inscenavano violente manifestazioni di piazza, sotto la guida di capi come il poeta Gabriele ________ o come un giovane uomo politico socialista, ________. Costui era stato ________ dal partito proprio per le sue idee guerrafondaie.
Ma non erano solo i ________a volere l'intervento. Anche molti democratici vedeva nella guerra uno scontro fra democrazie occidentali e imperi autoritari, e volevano che l'Italia contribuisse a demolire l'impero austro-ungarico, «________».
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'andamento del conflitto dimostrò che la ________ e l'economia erano ormai ________, coinvolgevano cioè il mondo intero. I paesi belligeranti possedevano, in forma di ________, gran parte del mondo; perciò fin dall'inizio si combatté non soltanto in Europa, ma anche in ________ e in Medio Oriente.
Nell'esercito inglese vennero inquadrate truppe ________ e ________; in quello francese truppe ________ e ________. Gli abitanti delle colonie, attraverso i giornali e i racconti dei soldati tornati dalla guerra, acquistarono una conoscenza nuova delle faccende mondiali, che in futuro li avrebbe aiutati a ribellarsi contro il ________.
Ma fu mondiale anche il collegamento fra guerra ed ________. La richiesta di rifornimenti permise il decollo dell'industria in paesi lontani come l'India e la ________, il Giappone, il ________ o l'Argentina. Gli attacchi dei sottomarini tede schi minacciavano anche le navi dei paesi ________. L'umanità scopriva di essere ormai unificata, e di dover affrontare in comune i suoi maggiori problemi.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La fine della guerra
A: Nell'estate 1918 gli Alleati passarono all'attacco sul fronte occidentale. L'esercito tedesco, affamato e demoralizzato, cominciò a ritirarsi dalla Francia occupata. A seguito di una rivoluzione interna l'imperatore Guglielmo II dovette fuggire e il governo tedesco firmò l'armistizio.
B: L'offensiva austriaca sul Piave venne stroncata perché gli Italiani erano al comando di un nuovo generale, Cadorna, dai metodi più moderni e più umani di Armando Diaz.
C: Nell'autunno 1918 anche gli Italiani passarono al contrattacco, per dimostrare di aver contribuito alla vittoria alleata e cercar di occupare un territorio il più ampio possibile prima che fosse firmato l'armistizio. L'offensiva scattò a ottobre, e prese il nome di battaglia di Vittorio Veneto.
D: La fine della guerra (inverno 1918-1919) coincise con un altro terribile evento, che mieté innumerevoli vittime fra i soldati come fra i civili: l'ultima grande epidemia scatenatasi nel mondo. Non era peste né colera, ma una malattia di solito meno grave, il raffreddore.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il punto più delicato era la penisola balcanica. L'impero ________ era in crisi evidente, mentre l'impero austro-ungarico e quello ________ si contendevano il controllo della regione. Si parlava apertamente di «________», tanto la situazione era rischiosa. Una piccola regione, la Bosnia, dopo secoli di dominazione ________ era passata nel 1908 sotto il governo dell'impero ________; ma una parte della popolazione, di religione ortodossa, desiderava la riunione al piccolo regno confinante di Serbia, anch'esso di fede ortodossa.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Molti popoli europei che prima erano stati soggetti ai grandi imperi ottennero, con la pace di ________, un loro Stato nazionale: la Cecoslovacchia; la ________ che diventò una repubblica autoritaria, militarista e nazionalista, e s'impadronì con la forza di vasti territori abitati da tedeschi e ________; quattro piccoli paesi, la ________, l'Estonia, la Lettonia e la ________, nacquero sul Mar Baltico dalla dissoluzione dell'impero russo. Nei Balcani, il regno di ________ s'ingrandì, annettendo la Bosnia, la ________ e la Slovenia strappate all'impero austro-ungarico, nonché il ________ che prima era indipendente. La nuova monarchia prese il nome di ________, ma cominciò subito ad essere indebolita dalle rivalità fra le diverse etnie che la componevano.
Completamento apertoCompletamento aperto
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Quali sono gli imperi che si trovano dissolti alla fine del conflitto?
(Elencali da oriente a occidente)

1. ________
2. ________
3. ________
4. ________
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le novità della guerra e la fine del conflitto
A: Un'importante novità cambiò il volto della società europea: le donne ebbero un ruolo sempre maggiore nel mondo del lavoro. Con tanti uomini al fronte, gli uffici e le fabbriche si riempirono di donne.
B: Le terribili condizioni in cui i soldati erano costretti a vivere provocarono ribellioni e ammutinamenti in molti eserciti. La rivolta più clamorosa fu quella dei soldati russi, che nel 1917 si rifiutarono di continuare a combattere e cominciarono a disertare in massa, mettendo fine in pratica alla guerra.
C: Nell'ottobre 1917, la battaglia di Caporetto, che prende il nome da un piccolo villaggio sull'Isonzo, oggi in territorio sloveno, fu una grande vittoria per gli Italiani.
D: Nell'aprile del 1919 gli Stati Uniti d'America, potenza industriale emergente, entrarono in guerra contro la Germania.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I primi mesi della guerra (1914)
Germania e Italia dovevano combattere su due fronti: a ovest contro Francia e Inghilterra, a est contro la Serbia e i Turchi. Il dominio inglese dei mari impediva agli imperi centrali di commerciare col resto del mondo e minacciava di ridurli alla fame.
Gli Austro-ungarici decisero di gettare tutto il peso del loro esercito contro l'Inghilterra, per vincere la guerra all'ovest prima che la Turchia riuscisse a mobilitare il suo esercito. Nella speranza di prendere i Francesi alle spalle invasero il Lussemburgo, anche se sapevano che l'Inghilterra sarebbe entrata in guerra per difendere i Lussemburghesi. I Francesi però riuscirono a fermare l'invasione nella battaglia della Marna.
Trova erroreTrova errore
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La fine del 1914
A: La guerra sul fronte occidentale si stabilizzò: gli eserciti contavano milioni di soldati muniti di armi difensive potentissime, e perciò ogni attacco era fermato con perdite terribili. La speranza di una guerra breve si dimostrò infondata.
B: I Russi riuscirono a invadere la Germania, e inflissero all'esercito austriaco sconfitte così pesanti che l'impero austro-ungarico sembrava sul punto di crollare.
C: È questo punto che Italia e Romania decisero di entrare nel conflitto, per dare il colpo di grazia all'Austria.
D: Altri paesi balcanici, Macedonia e Montenegro, entravano in guerra a fianco degli imperi centrali, sperando di espandersi a spese della Serbia.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'ultimatum austriaco alla ________ spinse quest'ultima a non accettarlo, anche perché sapeva che in caso di guerra la ________ sarebbe scesa in campo al suo fianco. Infatti, quando l'Austria, il 28 luglio, dichiarò guerra alla ________, la ________ cominciò a mobilitare il suo esercito. A partire da questo momento, le alleanze militari trascinarono in guerra un paese dopo l'altro. La ________, alleata ________, dichiarò guerra alla ________; a sua volta la Francia, alleata della ________, dichiarò guerra alla ________. ________ cercò per qualche giorno di tenersi fuori dal conflitto, ma quando i Tedeschi, cominciando le operazioni contro la Francia, invasero il ________, a cui ________ aveva garantito la sua protezione, anche ________ dovette dichiarare guerra.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La scintilla della ________ guerra mondiale scoppiò nell'estate ________. Il 28 giugno a Sarajevo, capitale della ________, un gruppo di terroristi assassinò l'arciduca ________, nipote dell'imperatore d'Austria Francesco Giuseppe e designato come successore al trono. Il governo di Vienna decise che quella era l'occasione buona per regolare i conti con la ________, sospettata di appoggiare il terrorismo in Bosnia, e mandò al governo di ________ un durissimo ultimatum il quale, se fosse stato accettato, avrebbe decretato la fine dell'indipendenza ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La triplice alleanza era composta da: ________
La triplice intesa era composta da:________
PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Crescente era la rivalità tra la Francia e l'Inghilterra. L'impero francese era diventato una potenza industriale; l'imperatore volle farne anche un impero coloniale. Nell'ultimo decennio del XIX secolo la Francia triplicò le spese militari e ingrandì la flotta, creando allarme nel governo britannico. Anche la Germania era ostile all'Inghilterra, perché intendeva riprendere l'Alsazia e la Lorena, che i Francesi avevano conquistato nella guerra del 1870. Un altro focolaio di crisi era rappresentato dall'aspirazione dell'Italia ad annettere il Trentino e la Venezia Giulia, territori di lingua italiana che facevano parte dell'impero tedesco.
Trova erroreTrova errore
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza