Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Trova errore,
Vero o falso
Area tematica
Libro
La storia racconta. / Il Medioevo
Capitolo
Capitolo 6 - L'Italia dal dopoguerra al fascismo.
Libro
La storia racconta. / L'Età contemporanea.
Capitolo
Capitolo 6 - L'Italia dal dopoguerra al fascismo.
Libro
La storia racconta. / L'Età moderna.
Capitolo
Capitolo 6 - L'Italia dal dopoguerra al fascismo.
INFO

Storia

L'Italia dopo la Grande Guerra.
L'Italia dopo la Grande Guerra.
A: Vinse la guerra.
B: Il biennio 1919-1920 viene definito biennio bianco per le lotte politiche portate avanti dai cattolici.
C: Alle elezioni del 1919 vinsero i socialisti.
D: Nel 1920 la carica di Primo Ministro tornò a Crispi.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La vittoria mutilata e la reazione dei nazionalisti.
Fra i nazionalisti più convinti c'era il poeta Gabriele ________. Nel settembre del ________ egli radunò un gruppo di militari e occupò ________, la dichiarò annessa all'Italia e vi insediò il governo provvisorio del ________. Solo nel novembre del 1920, con il trattato di ________ firmato da Giolitti, l'Italia e il regno slavo riconobbero la città di ________ come Stato libero e indipendente.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La marcia su Roma.
I fascisti puntavano a imporsi con un atto di forza contro lo Stato e l'occasione per farlo arrivò il ________ ottobre ________ le camicie ________ partite da tutta Italia organizzarono una marcia su Roma e, giunte alle porte della capitale, minacciarono di occuparla e impadronirsi del potere. Il re ________ III avrebbe potuto ordinare all'esercito di affrontare i ribelli, ma non volle firmare lo stato d'assedio. Di fronte a questa grave decisione, il presidente del Consiglio Luigi ________, si dimise e il re chiamò ________ a formare il nuovo governo.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il noto politico ucciso dai sicari di Mussolini.
Quale noto personaggio politico fu rapito e assassinato dai sicari di Mussolini?
A: Matteotti.
B: Gramsci.
C: Turati.
D: Facta.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il dopoguerra in Italia
A: Tra il 1919 e il 1921 in Italia avvengono: il biennio rosso, la fondazione del PCI e la fondazione del PSI.
B: La «vittoria mutilata» si riferisce alla mancata concessione all'Italia di Fiume e della Dalmazia.
C: Nel 1919 D'Annunzio e un folto numero di militari e non solo occupa Fiume. Giolitti forma il trattato di rapallo che rende Fiume una città libera.
D: I primi fascisti provengono dal movimento futurista, movimento nazionalista, gruppo di giovani ufficiali ed ex combattenti dei reparti d'assalto i cosiddetti «arditi», e dai socialisti contrari alla guerra.
E: I Fasci di combattimento vengono fondati da Mussolini il 23 marzo 1919.
F: Il famoso motto del primo movimento fascista era «tutti a casa».
Vero o falsoVero o falso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'Italia voleva un impero coloniale come le altre potenze europee. Oltre all'Etiopia e la Grecia, sulle coste del Mar Rosso, l'Italia avrebbe voluto mettere le mani sulla Turchia, ma la Francia aveva già imposto lì il suo protettorato; decise quindi di attaccare la Libia nel 1920.
In patria l'impresa non suscitò un generale entusiasmo, non soltanto negli ambienti più autoritari e militaristi, ma addirittura fra i socialisti, convinti che l'Italia, essendo uno dei paesi più giovani e più poveri d'Europa, non avesse diritto a farsi largo nel mondo. Le deboli forze turche in Libia vennero velocemente sconfitte: già nel 1922 il governo del sultano fu costretto a chiedere la pace. La Libia venne organizzata in due colonie italiane, la Cabiria e la Cirenaica. Ma la popolazione araba dell'interno non accettò mai l'invasione: patriottismo e religione animarono un vigoroso movimento di resistenza, che non fu mai veramente domato. Nella lotta contro la guerriglia libica le truppe italiane furono molto magnanime e comprensive; ma la propaganda ufficiale sosteneva che il colonialismo italiano portava civiltà e benessere alle popolazioni indigene.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'impero fascista si compone di:
A: Tunisia, Somalia, Eritrea, Etipia, Albania.
B: Somalia, Eritrea, Etiopia, Libia, Isole Greche, Albania, Dalmazia, Zara.
C: Eritrea, Etiopia, Malta, Dodecaneso, Albania, Quarnaro, Libia, Somalia.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il Fascismo al potere.
Una volta preso il potere, Mussolini lavorò per ________ lo Stato, trasformando gradualmente l'Italia in una ________. ________ rispettare le opposizioni, ma neutralizzarle o annientarle, e perciò volle ________ il Parlamento di ogni potere reale. Per raggiungere questo obiettivo, costituì il Gran Consiglio del Fascismo, formato da dirigenti fascisti nominati direttamente da Mussolini. Quest'organismo aveva il compito di ________ sulle decisioni da prendere, e di proporre le leggi che solo in un secondo momento sarebbero state discusse in Consiglio dei ministri.
La Milizia Mussolini trasformò le squadre d'azione nella Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale (MVSN). Le squadracce delle spedizioni punitive diventavano ora un corpo di polizia in cui si arruolavano anche tranquilli ________ desiderosi di dimostrare la loro fedeltà ________.
Tra le riforme più importanti vi fu quella della scuola di ________ che estendeva l'ibbligo scolastico alla scuola ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'ideologia fascista, in breve, si fonda su:

1. mito ________
2. superiorità ________
3. appartenenza degli italiani alla razza ariana ________
4. e l'inferiorità della razza semitica (ebrei e arabi) ________
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il Fascismo si consolida
A: Il socialista Giacomo Matteotti, che osò denunciare alla Camera le violenze fasciste contro gli oppositori e dubitare della validità dei risultati elettorali. Il 10 giugno 1924, Matteotti fu rapito e poi assassinato da sicari fascisti.
Mussolini chiuse la questione negando la sua responsabilità dell'assassinio di Matteotti.
B: Nel corso di un biennio, dal 1927 al 1929, con la promulgazione di alcune leggi dette «fascistissime», Mussolini si affermò come dittatore e creò uno Stato poliziesco, in cui non ci fu più alcuno spazio per l'opposizione democratica e l'espressione del dissenso.
C: Per gli oppositori fu istituito il carcere speciale. Fu ripristinata la pena di morte, vennero creati un Tribunale speciale per la difesa dello Stato e una polizia politica, l'OVRE (Organizzazione per la Vigilanza e la Repressione dell'Estremismo).
D: Furono sciolti i partiti e i sindacati non fascisti. Venne abolita la libertà di stampa, di parola, di associazione e molti giornali furono chiusi. I deputati che avevano partecipato alla protesta furono espulsi dalla Camera.
E: A livello locale, al posto dei sindaci eletti dalla gente vennero imposti i podestà,
nominati dal ministro degli interni.
Scelta multiplaScelta multipla
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Molti oppositori del fascismo, per evitare l'arresto e il carcere, fuggirono dall'Italia. A scegliere questa via furono sindacalisti e militanti delle organizzazioni di sinistra e liberali, prese di mira prima dalle squadracce poi, nel 1925 e nel 1926, dalla Milizia. Il liberale ________, che era stato capo del governo, si rifugiò in Svizzera. Un altro liberale, ________, dopo essere stato aggredito e percosso dagli squadristi, fuggiva in Francia. ________, che aveva fondato il partito popolare, scappò a Londra. Il socialista ________, l'ex socialista ________, e ________, esponente di spicco del PCI, si rifugiarono in Fran cia e di qui cercarono di organizzare clandestinamente la lotta contro il fascismo. Dall'estero riuscirono a ricostruire clandestinamente il sindacato di sinistra, la CGL, a Milano; ma molti militanti vennero scoperti, arrestati, processati e incarcerati. Il capo del PCI, ________, venne arrestato nel 1926 e condannato a oltre venti anni di carcere: morì nel 1937 in seguito ad una malattia contratta in prigione. Nel 1937 fu la volta di ________. Insieme con il fratello Nello, che era andato a trovarlo in Francia, fu vittima di un agguato organizzato da estremisti di destra francesi, per ordine del governo fascista e con la complicità dei servizi segreti italiani.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza