Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Trova errore,
Vero o falso
Libro
La storia racconta. / Il Medioevo
Capitolo
Capitolo 4 - Il Seicento fra crisi e sviluppo.
Libro
La storia racconta. / L'Età contemporanea.
Capitolo
Capitolo 4 - Il Seicento fra crisi e sviluppo.
Libro
La storia racconta. / L'Età moderna.
Capitolo
Capitolo 4 - Il Seicento fra crisi e sviluppo.
INFO

Storia

La carestia nel Seicento.
Carestie, guerre, epidemie.
A: Nel Seicento l'unico vero problema fu la Peste nera.
B: Epidemie e carestie erano eventi pressoché sconosciuti alle popolazioni.
C: Nonostante i numerosi progressi fatti nel Medioevo, infatti, le tecniche di coltivazione erano ancora arretrate sotto diversi aspetti: era scarso l'uso dei concimi e non c'erano ancora moderni strumenti agricoli. Inoltre, il sistema di rotazione imponeva periodi
di inattività dei terreni.
D: Le carestie del Seicento erano dovute anche al cambiamento climatico che generò un abbassamento delle temperature creando un fenomeno che gli storici hanno definito "piccola glaciazione".
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'economia-mondo.
All'interno della nuova economia-mondo vi erano un centro e tante periferie. Il centro era l'Africa, in particolare quella del Sud. Qui erano concentrate le attività economiche ad alto rendimento, cioè i commerci, le banche, le Borse valori. Le periferie, invece, erano le nazioni europee. Erano costrette dal centro a svolgere attività economiche di base, che avevano guadagni molto più bassi. Mentre il centro sviluppava attività locali, era più avanzato e godeva della maggior parte dei vantaggi prodotti da questo sistema, le aree periferiche dell'economia-mondo erano sempre più avanzate.
Trova erroreTrova errore
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Galileo Galilei.
Gallileo Galilei.
A: Nacque a Firenze.
B: Insegnò filosofia all'Università di Pisa.
C: Secondo Galileo si può spiegare ogni fenomeno naturale utilizzando la matematica.
D: Fu il pioniere del metodo sperimentale che caratterizzerà tutta la scienza moderna.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La calcolatrice.
Nel Seicento nasce l'antenata delle moderne calcolatrici. Fu inventata da un giovane di soli ________ anni per aiutare suo padre nei calcoli. Stiamo parlando di un ________ e matematico francese di nome Blaise ________ e in suo onore la macchina per fare i calcoli fu chiamata ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La teoria geocentrica.
La Chiesa del Seicento nega la teoria geocentrica per cui la Terra gira attorno al Sole. La giustificazione di tale atteggiamento deriva dal fatto che in un passo della Bibbia, Dio chiede alla Terra di fermarsi.
Trova erroreTrova errore
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I Padri pellegrini.
DI che nazionalità erano i Padri pellegrini? Quale credo seguivano?
A: Francesi.
B: Austriaci.
C: Tedeschi.
D: Inglesi.
E: Luterani.
F: Anglicani.
G: Calvinisti.
H: Cattolici.
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

A: A partire dal Rinascimento nacque una nuova cultura non religiosa, cioè laica.
B: Fra i meriti del Rinascimento occorre ricordare anche l'emancipazione femminile.
C: Nel Cinquecento Copernico dimostrò che è il Sole (insieme con gli altri pianeti) a ruotare intorno alla Terra: fu la cosiddetta «rivoluzione copernicana».
D: A Gutenberg si deve la nascita dei mulini a vento.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le trasformazioni più importanti nella tecnica militare furono determinate, oltre che dalle armi portatili come le pistole, dalle armi da fuoco leggere, ovvero i cannoni. Con le nuove armi l'«arte della scienza» – così la si chiamava – smise di essere patrimonio quasi esclusivo degli studiosi, com'era stata per buona parte del Medioevo. I campi divennero un bersaglio facile da distruggere e quindi si iniziò a costruire fortezze con la caratteristica forma a cubo. Anche i mercati furono potenziati.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Nel 1703, alla presidenza della Royal Society di ________ venne eletto uno dei massimi geni della storia universale, il matematico e fisico ________. Egli aveva formulato fin dal 1687 le leggi della ________ universale, cioè della forza che attrae reciprocamente i corpi celesti e fa sì che si muovano nello spazio secondo un'orbita fissa. La tradizione racconta che il matematico ebbe l'intuizione di questa legge osservando ________ che cadeva dall'albero: la stessa forza che fa cadere un corpo nello spazio è quella che attrae i corpi celesti fra loro. ________ approfondì anche le conoscenze matematiche, inventando un nuovo sistema di calcolo, il calcolo ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La deportazione degli ________ neri faceva parte di un commercio mondiale che si svolgeva in tre fasi: per questo si parla anche di commercio ________. Le navi dei negrieri lasciavano l'________ con materiale di scarso valore (stoffe,vetri, fucili), che cedevano ai mediatori ________ in cambio dei prigionieri neri. Dall'________, i negrieri ripartivano con le navi piene di prigionieri, che vendevano in ________ ai proprietari delle piantagioni. In cambio degli schiavi, i negrieri ottenevano dagli americani prodotti tropicali – caffè, tabacco, zucchero, cacao – che essi rivendevano in ________ con grande profitto, poiché erano diventati prodotti di moda.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza