INFO

Fisica

Per ciascuna delle seguenti affermazioni, indica se è vera o falsa.
A: Esistono grandezze fondamentali e derivate.
B: Una grandezza è una proprietà che può essere misurata.
C: Una grandezza è un dato numerico.
D: A ogni misurazione di una grandezza è possibile associare un numero seguito da una unità di misura.
E: Le grandezze si ottengono con le misurazioni.
Vero o falsoVero o falso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La misurazione è ________ tramite il quale si riesce ad associare a una grandezza ________. Le operazioni che costituiscono il procedimento sono le seguenti: scelta di uno strumento con relativa ________, confronto dell'unità scelta con la ________, acquisizione di ________ (il risultato della misurazione), che esprime quante volte l'unità di misura scelta è contenuta nella grandezza da misurare.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quali tra le seguenti affermazioni sono corrette?
A: La lunghezza è una grandezza fondamentale.
B: 65,4 mm = 0,654 m
C: 1 cm = 10-5 km
D: Lo spessore di un libro è una lunghezza.
E: Nella parola millimetro, il prefisso milli si riferisce al fattore 103.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quali tra le seguenti affermazioni sono corrette?
A: In certi casi applicare una formula geometrica per calcolare l'area di una superficie è un metodo più veloce della misurazione.
B: La superficie di un oggetto è la porzione di spazio che esso occupa.
C: 3,56 m2 significa: 3 m2, 5 dm2 e 6 cm2.
D: Misurare una superficie significa contare quante volte l'unità scelta è contenuta nella superficie.
E: 20 cm2 = 0,2 m2, perché nella scala del sistema metrico decimale per passare dal centimetro al metro si salgono due scalini.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per determinare la ________ di una foglia con una bilancia, si costruisce con un materiale opportuno, per esempio un cartoncino, un'unità di misura.
Si riporta ________ il contorno della foglia e si ritaglia la figura ottenuta. Con la bilancia si determina ________ dell'unità di misura costruita (per esempio, 0,2 g) e quella della foglia ritagliata (per esempio, 1,5 g). Con la divisione ________ si ottiene il numero di volte in cui l'unità è contenuta nella foglia.
Per usare questa procedura ________ che la massa dell'unità di misura sia più piccola di quella della foglia.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quali tra le seguenti affermazioni sono esatte?
A: 2,5 L corrispondono a 2500 cm3
B: Un cubo di lato 10 cm ha il volume di 10 cm3 .
C: Il millilitro corrisponde al millimetro cubo.
D: Per trasformare in metri cubi un dato espresso in centimetri cubi, si moltiplica il numero per 10-6.
E: L'unità di misura del volume nel Sistema Internazionale è il litro.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Considera la misurazione del volume di un oggetto solido effettuata tramite immersione in un cilindro graduato, che contiene acqua. Per ciascuna delle seguenti frasi, indica se è vera o falsa.
A: Prima di immergere l'oggetto è necessario leggere il volume di acqua presente nel cilindro.
B: Il volume dell'acqua nel cilindro cambia, quando si immerge l'oggetto.
C: È necessario che l'immersione dell'oggetto non faccia traboccare acqua dal cilindro.
D: Non è necessario che l'oggetto risulti completamente sommerso dall'acqua.
E: Il valore del volume dell'oggetto che si ricava risulta maggiore se si utilizza un liquido meno denso dell'acqua, come l'olio.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Sulla scala di un cilindro graduato, tra la tacca corrispondente al volume di 10 mL e quella relativa a 20 mL ci sono altre nove tacche. La scala di un termometro, invece, ha la sensibilità di un quinto di grado Celsius. Quali informazioni corrette possono essere dedotte da queste indicazioni?
A: È possibile leggere sul termometro la temperatura di 37,5 °C.
B: Tra due tacche consecutive sulla scala del cilindro c'è la differenza di 1 mL.
C: La portata del cilindro è 20 mL.
D: Tra la tacca dei 37,0 °C e quella dei 38,0 °C, sulla scala del termometro, ci sono 4 suddivisioni.
E: L'intervallo di incertezza delle misure effettuate con il cilindro è 1 mL.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se voglio sapere quante scatole possono essere disposte sul ripiano di uno scaffale, devo conoscere ________.
Se voglio determinare il numero massimo di mattoni che posso mettere su una bilancia di cui conosco ________, mi interessa sapere ________.
Se i piatti di una bilancia sono in equilibrio, posso concludere che gli oggetti posti sulla bilancia hanno la stessa ________, ma se sono fatti di materiali diversi ________ un volume diverso.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per ciascuna delle seguenti affermazioni, indica se è vera o falsa.
A: La differenza tra la temperatura massima e minima, registrate in una giornata, non cambia se si esprimono le temperature in gradi Celsius o in kelvin.
B: Per costruire la scala Celsius è necessario registrare il livello raggiunto dal mercurio durante la fusione del ghiaccio e durante l'ebollizione dell'acqua.
C: Lo zero della scala Celsius corrisponde a -273 K.
D: La scala Kelvin non presenta valori negativi, a differenza della scala Celsius.
E: Per costruire un termometro con scala Celsius si può utilizzare un liquido qualsiasi.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se si legge la scala di un cilindro mettendosi al di sopra o al di sotto del livello raggiunto dall'acqua, si commette un errore ________ che fornirà misure talvolta maggiori talvolta minori del volume dell'acqua.
Se durante un esperimento misuriamo gli intervalli di tempo con un orologio che "va indietro", si commette un errore ________ che porta a ________ tali intervalli.
È possibile ________ gli errori ________ ripetendo diverse volte la misura.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quali tra le seguenti affermazioni sono esatte?
A: L'incertezza sulla media di una serie di misure diminuisce se aumenta il numero delle misure a disposizione, a parità di valore massimo e minimo della serie.
B: L'intervallo di incertezza di una misura singola è ampio il doppio della sensibilità dello strumento.
C: Se si ha a disposizione un solo dato, si assume come incertezza il doppio della sensibilità dello strumento.
D: Quando si hanno a disposizione misure ripetute, la media è il valore più probabile della grandezza misurata.
E: Per determinare l'incertezza sul valore medio, basta conoscere il valore massimo e minimo della serie di misure.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Supponi di misurare con lo stesso cronometro, con sensibilità 0,1 s, la durata di una oscillazione completa di un pendolo, ottenendo il valore 2,5 s, e il tempo di svuotamento di una clessidra, ottenendo 20,0 s. Individua l'unica affermazione esatta.
A: L'intervallo di incertezza ha la stessa ampiezza per entrambe le misure.
B: Le due misure hanno la stessa accuratezza, perché entrambe hanno lo stesso errore assoluto.
C: L'errore percentuale sull'oscillazione del pendolo è 0,04%.
D: Il tempo di svuotamento della clessidra si può scrivere (20 ± 0,1)s
E: L'errore relativo sul tempo di svuotamento della clessidra è 0,005 s.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per ciascuna delle seguenti affermazioni, indica se è vera o falsa.
A: 2,5 · 103 = 0,025 · 105= 250 000 · 10-2.
B: In una settimana ci sono 604 800 s. L'ordine di grandezza di questo numero è 105.
C: La corretta scrittura in notazione esponenziale del numero 0,000056 è 56 · 10-6.
D: L'ordine di grandezza di 350 000 è lo stesso di 550 000, perché in entrambi i casi si tratta di centinaia di migliaia.
E: 2,5 mm = 2,5 · 10-6 km.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quali delle seguenti frasi sono corrette?
A: Nella scrittura (6,900 ± 0,03) L entrambi gli zeri del dato sono significativi.
B: I dati 18,0 °C e 18,00 °C non sono uguali.
C: Il dato l = 4,70 m è scritto con 3 cifre significative.
D: La media di un gruppo di misure di tempo risulta 3,459 s; la semidifferenza tra il valore massimo e minimo registrati è 0,032 s. Allora la misura si scrive (3,45 ± 0,03) s.
E: L'ultima cifra significativa di un dato è quella su cui cade l'errore assoluto.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Indica tra le seguenti l'unica frase sbagliata.
A: Nelle addizioni e sottrazioni, il numero di cifre significative del risultato coincide con quello delle sue cifre decimali.
B: In una divisione, il numero di cifre significative del risultato è uguale a quello del dato che ne ha di meno.
C: I dati 1200 kg e 1,2 · 103 kg indicano lo stesso valore ma non hanno lo stesso numero di cifre significative.
D: Dal punto di vista delle cifre significative l'equivalenza 6,5 km = 6500 m non è corretta.
E: Sommando 23,05 g + 4,5 g si ottiene un risultato con una sola cifra decimale.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Completa le frasi scegliendo l'espressione corretta dall'elenco sottostante.
Sottraendo tra loro due numeri piuttosto vicini, si ottiene un risultato piccolo. Per esempio, 6,28 g – 6,00 g = 0,28 g. L'errore assoluto sulla differenza è ________ degli errori assoluti dei due dati: se i dati sono (6,28 ± 0,02)g e (6,00 ± 0,02)g, ________ sulla differenza vale 0,04 g. Questo errore è maggiore di ciascuno dei due di partenza, e si riferisce a un dato molto più piccolo di quelli di partenza. Quindi ________ l risultato della differenza tra due numeri vicini è ________ di quella dei dati di partenza.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Vogliamo calcolare la velocità di un motorino, dividendo lo spazio che percorre per il tempo impiegato. Lo spazio percorso è espresso come (500 ± 5) m; il tempo impiegato viene misurato con un cronometro con ________ 0,01 s, ed è (45,00 ± 0,01) s. L'errore ________ sulla misura di spazio è del ________ %, mentre quello sul tempo è 0,02 % (errore arrotondato per difetto). Sappiamo che l'errore relativo sul quoziente, cioè sulla velocità, è pari alla ________ dei due errori relativi, che risulta comunque molto simile al 1 %: la maggiore accuratezza del dato di tempo si è persa. Quindi, è ________ spingere al massimo la precisione di uno dei due dati di una moltiplicazione o divisione, quando l'altro rimane molto grossolano. Si ottiene un risultato migliore cercando invece di migliorare almeno un po' la precisione del dato peggiore.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per ottenere un sistema di riferimento cartesiano, si tracciano due assi ________, che si incontrano in un punto chiamato origine. Si sceglie su ciascun asse ________ opportuna, considerando quanto sono grandi i valori numerici da riportare e lo spazio a disposizione sul foglio. Per ciascun asse è necessario indicare il nome della grandezza riportata, ________ e la scala usata. Sull'asse delle ascisse si riporta la variabile ________. Per ognuna delle coppie di dati a disposizione, il primo numero della coppia va sull'asse ________, il secondo sull'altro asse.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quali tra le seguenti frasi sono sbagliate?
A: Il rapporto tra due grandezze direttamente proporzionali è costante
B: L'operazione di interpolazione permette di collegare i punti sperimentali in un piano cartesiano con una linea continua.
C: Nei primi anni di vita, l'età di una persona e la sua altezza sono grandezze direttamente proporzionali, perché se aumenta una aumenta anche l'altra.
D: La velocità di un'automobile e il tempo che impiega a percorrere un dato tratto di strada sono grandezze inversamente proporzionali.
E: Il grafico della proporzionalità inversa è una linea retta che passa per l'origine degli assi.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza