Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Trova errore,
Vero o falso
Area tematica
Libro
La vita dei testi / Giacomo Leopardi
Capitolo
Giovanni Verga
INFO

Italiano

Vita di Verga
Da una nobile e facoltosa famiglia catanese nasce nel 1840 Giovanni Verga. Nei primi anni della sua formazione, lo scrittore siciliano è condizionato dallo spirito romantico e patriottico del suo insegnante, Antonino Abate, da cui eredita la passione per i romanzi storici e gli ideali reazionari. A soli sedici anni inizia a scrivere il primo romanzo, Amore e patria, mai completato. Nel 1858, su insistenze della madre, s'iscrive alla facoltà di Giurisprudenza, ma abbandonerà l'università di lì a poco. Nel 1860, con lo scoppio dei moti insurrezionali e lo sbarco di Garibaldi nell'isola, Verga si arruola nella Guardia nazionale, dove rimane per circa quattro anni senza mai tralasciare la sua vera passione, la scrittura, alla quale decide di dedicarsi esclusivamente dopo la morte della madre, nel 1863. Divenuto l'ambiente siciliano troppo angusto per le sue ambizioni, Verga compie nel 1865 il suo primo viaggio a Roma e vi si trasferisce stabilmente nel 1869. Qui frequenta i circoli letterari e conosce autorevoli intellettuali. Dopo tre anni di soggiorno fiorentino decide di risiedere a Milano, vero centro culturale ed editoriale del Paese. Col passare del tempo, però, abbandona i salotti mondani; influenzato da eventi esterni come il sorgere della "questione settentrionale" e colpito da gravi lutti familiari, Verga acquisisce una nuova consapevolezza letteraria: in questo clima matura il romanzo I Malavoglia, di chiara impronta romantica, che, dato alle stampe nel 1881, non riscuote però alcun successo.
Trova erroreTrova errore
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Le città di Verga
Nell'elenco dei luoghi in cui Verga soggiorna, trova i due intrusi.
A: Parigi
B: Palermo
C: Roma
D: Firenze
E: Milano
F: Médan
G: Torino
H: Catania
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Opere di Verga
A: Amore e patria è uno dei tre romanzi giovanili di Verga.
B: Il romanzo Una peccatrice è scritto in forma epistolare.
C: Le opere dei primi anni del soggiorno milanese sono influenzate dalla poetica della Scapigliatura.
D: Il passaggio dai romanzi mondani alla poetica verista si compie con Vita dei campi.
E: I Malavoglia è il secondo romanzo dell'incompiuto "ciclo dei vinti".
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Vita dei campi
Il titolo originario della raccolta Vita dei campi, che include nove racconti, è ________. La raccolta rappresenta uno snodo centrale, un momento di svolta nella poetica verghiana, la cosiddetta "________", il passaggio dai temi ________ delle sue opere precedenti alla rappresentazione di stampo verista di un'umanità diversa, quella degli ________, degli sconfitti. Negli anni in cui sorge in Italia la "questione meridionale", lo scrittore siciliano recupera i valori della società ________, e lo scenario in cui ambienta le sue storie diviene da cittadino e mondano a popolare e agricolo. Il fulcro narrativo delle novelle è sempre costituito da sentimenti violenti e primordiali, passioni estreme, gelosie e tradimenti, situazioni di grave disagio sociale che traggono spunto dall'________ e da inchieste pubbliche; in Rosso Malpelo, per esempio, si stigmatizzano certe condizioni di lavoro, anche minorile, che interrogano la coscienza degli italiani.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

I Malavoglia
Protagonista de I Malavoglia, primo romanzo dell'incompiuto "ciclo dei vinti", è una famiglia di contadini dominata dalla figura del patriarca padron N'toni, che compie la sua parabola discendente verso la disgregazione culminata con la perdita della casa, luogo familiare per eccellenza e simbolico dei valori tradizionali. La narrazione viene condotta attraverso l'astrazione del narratore, ossia la sua completa immedesimazione nei personaggi, di cui adotta il punto di vista senza emettere alcun giudizio. Anche se è possibile suddividere la storia in quattro blocchi narrativi (presentazione dei personaggi, sviluppo della parabola discendente, esiti della fortuna dei Malavoglia), la vicenda narrativa non presenta alcuna cesura interna significativa: la continuità del racconto rappresenta simbolicamente la continuità delle vicende familiari delle diverse generazioni.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Opere di Verga
Impellenti ________ economiche impongono a Verga, fra la pubblicazione de I Malavoglia e la stesura del secondo romanzo del "ciclo dei vinti", Mastro-don Gesualdo, la produzione di alcune novelle di ambientazione nuovamente milanese e ________ riunite poi nella raccolta dal titolo Per levie, del 1883. Nei dodici racconti, dopo aver indagato il mondo dei contadini e quello dei pescatori, Verga completa la rappresentazione dell'universo degli umili con il mondo operaio della metropoli, il sottoproletariato urbano, con la sua solitudine, la sua emarginazione. Le ________ sono quelle della Scapigliatura milanese, dalle cui fonti Verga attinge, come anche dalla letteratura ________ francese, primi fra tutti i romanzi di Zola e di Hugo. Con quest'opera può dirsi completata l'indagine sociale condotta sugli umili dallo scrittore siciliano.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Mastro-don Gesualdo
A: Il romanzo Mastro-donGesualdo appartiene al "ciclo dei vinti".
B: Al centro del romanzo c'è la vicenda umana di un contadino arricchito con aspirazioni di ascesa sociale.
C: Gesualdo Motta non è uno dei "vinti".
D: La ricerca del profitto e l'attaccamento alla "roba" non sono le priorità del protagonista.
E: Il romanzo ha lo stesso impianto corale de I Malavoglia.
F: Qua e là la voce dell'autore registra ciò che vede.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Opere di Verga
1. I primi tre romanzi giovanili, composti da Verga in Sicilia, sono di argomento ________.
2. Tre sono gli strumenti stilistici utilizzati in Vita deicampi: ________ dell'autore, l'impiego di un lessico tratto dal parlato, l'uso di forme dialettali.
3. Per IMalavoglia si può parlare di "romanzo ________".
4. In Mastro-donGesualdo________ verghiano diventa radicale.
5. Il dramma Cavalleria rusticana è tratto da una novella della raccolta ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Vita e opere di Verga
Nel 1882, l'anno successivo all'uscita de IMalavoglia, Verga si reca in terra francese, prima a ________ e poi a Médan, a incontrare il grande romanziere Émile Zola. Le opere – romanzi e novelle – che si susseguono negli anni seguenti riscuotono grande successo, come pure la riduzione teatrale della novella Cavalleria rusticana, rappresentata a ________, nel 1884. Dopo ________, pubblicato da Treves nel 1889, comincia per Verga una fase di declino creativo e umano. Tornato nella sua Catania nel 1893, si dedica sempre meno alla letteratura – dal punto di vista produttivo sono anni piuttosto inconcludenti, che si chiuderanno con l'ultimo racconto intitolato ________ – e sempre più alle sue proprietà terriere e all'attività politica, orientata ormai verso posizioni radicali e ________ . Per i suoi ottant'anni, nel 1920, vengono organizzate celebrazioni ________. che culminano con la sua nomina a senatore del Regno. Due anni dopo lo scrittore siciliano muore nella sua città natale.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Italiano

Opere di Verga
1. Raccolta di novelle di ambientazione siciliana ________
2. Primo romanzo giovanile di tema patriottico ________
3. Raccolta di nove racconti di ambientazione contadina ________
4. Primo romanzo del "ciclo dei vinti" ________
5. Dramma del 1884 tratto da una novella di Vita dei campi________
6. Secondo romanzo del "ciclo dei vinti" ________
7. Ultimo romanzo verghiano tratto da un lavoro teatrale ________
8. Romanzo sentimentale dai risvolti autobiografici ________
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza