INFO

Fisica

Se strofiniamo con un panno di lana una bacchetta di vetro:
A: si elettrizza la mano che strofina entrambi
B: si elettrizza solo il panno
C: si elettrizzano bacchetta e panno
D: si elettrizza solo la bacchetta
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quanti elettroni occorrono per ottenere una carica Q = 1 coulomb?
A: 1,6
B: 625 · 1016
C: 1019
D: 1,6 · 10-19
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Nel modello atomico di Rutherford gli elettroni:
A: cadono sul nucleo perché attratti dalla forza di gravità
B: si allontanano perché nucleo ed elettroni hanno cariche di segno opposto
C: ruotano attorno al nucleo su traiettorie ellittiche
D: ruotano attorno al nucleo su traiettorie circolari
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

I materiali conduttori si distinguono dagli isolanti perché con l'elettrizzazione
A: le cariche rimangono localizzate dove vengono depositate
B: le cariche negative si localizzano all'interno del conduttore
C: aumenta la loro temperatura
D: le cariche si propagano lungo tutto il conduttore
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Le cariche positive Q1 e Q2 poste a una distanza r si respingono con una forza F; se portiamo le cariche a una distanza 3 r la forza di repulsione diventa:
A: (1/9) F
B: 3 F
C: 9 F
D: (1/3) F
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Tra due cariche Q1 e Q2 poste nel vuoto ad una distanza r agisce una forza F; se le stesse cariche vengono poste a distanza doppia in una sostanza di dielettrico εr = 5; la forza diventa:
A: (1/4) F
B: (1/20) F
C: 20 F
D: 5/4
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Siano tre cariche positive poste nel vuoto Q1, Q2 e q.
F1 e F2 sono le forze che Q1 e Q2 esercitano su q.
La forza F risultante agente sulla carica q è:
A: F = F1 · F2
B: F = F1/ F2
C: F = F1 - F2
D: F = F1 + F2
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se avviciniamo un corpo carico positivamente a un corpo neutro esso si carica per induzione. Che cosa possiamo affermare?
A: Nel corpo si accumulano cariche negative nella parte vicina al corpo induttore e positive nella parte lontana.
B: Nel corpo si accumulano solo cariche negative.
C: Il corpo carico positivamente diventa neutro.
D: Nel corpo si accumulano solo cariche positive.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Perché esista un campo elettrico è sufficiente che nello spazio ci sia:
A: anche una carica di prova
B: due cariche elettriche separate da un dielettrico
C: una carica elettrica sorgente
D: due cariche elettriche che interagiscono fra di loro
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per calcolare l'intensità del campo elettrico, in un punto dello spazio, generato da una distribuzione di cariche elettriche:
A: non si applica il principio di sovrapposizione perché l'intensità del campo elettrico è una grandezza scalare
B: non si deve fare nulla, perché non si può calcolare
C: si deve fare la somma vettoriale delle intensità di campo elettrico di ogni singola carica nel punto
D: si deve fare la somma algebrica delle intensità di campo elettrico di ogni singola carica nel punto
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Possiamo rappresentare un campo elettrico con le linee di forza: quale delle seguenti affermazioni è corretta?
A: Le linee di forza escono dalle cariche negative ed entrano in quelle positive
B: Le linee di forza sono sempre linee parallele
C: Le linee di forza sono sempre linee chiuse
D: Le linee di forza escono dalle cariche positive ed entrano in quelle negative
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per spostare una carica Q da un punto A a un punto B dello spazio il lavoro compiuto dalla forza elettrica dipende:
A: solo dalla traiettoria
B: dalla distanza fra A e B
C: dai punti A e B e non dalla traiettoria
D: solo dalla carica Q trasportata
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Due sferette metalliche A e B di raggio diverso sono inizialmente scariche; dopo aver caricato A, colleghiamo B con filo metallico conduttore di carica trascurabile. Alla fine misuriamo la differenza di potenziale fra A e B. Quale fra le seguenti affermazioni è corretta?
A: Differenza di potenziale minore di zero
B: Differenza di potenziale nulla
C: Differenza di potenziale maggiore di zero
D: Differenza di potenziale uguale a QA - QB
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Dato un condensatore piano, se raddoppiamo la superficie delle armature piane e manteniamo costante la distanza fra di esse, ne deriva che la capacità C del condensatore diventa:
A: 2C
B: C/2
C: 4C
D: C
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il campo elettrico E in un condensatore piano carico è:
A: nullo
B: uniforme ai bordi e non all'interno
C: uniforme solo all'esterno
D: uniforme all'interno e non ai bordi
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Collegare due condensatori in parallelo:
A: permette di aumentare la capacità equivalente
B: permette di variare la differenza di potenziale fra le singole armature
C: permette di diminuire la capacità equivalente
D: non permette di dire nulla se non si conoscono le singole capacità
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Dati due condensatori di uguale capacità C, collegati in serie, la capacità equivalente è:
A: 4C
B: C/2
C: C2
D: 2C
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Collegare due condensatori in serie consente di:
A: non variare la differenza di potenziale fra le singole armature
B: aumentare la capacità equivalente
C: non poter dire nulla se non si conoscono le singole capacità
D: diminuire la capacità equivalente
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se fra le armature di un condensatore piano di capacità C inseriamo una sostanza di dielettrico εr = 2, la sua capacità diventa:
A: C/2
B: C2
C: 2C
D: C
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Qual è la capacità equivalente del circuito rappresentato in figura?
A: 4C
B: (5/3)C
C: (5/2)C
D: (3/5)C
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza