Capitolo 8 - La Germania: dalla Repubblica di Weimar al Terzo Reich.

10 esercizi
SVOLGI
INFO

Storia

La Germania dopo la Grande Guerra.
La sconfitta della Germania nella Prima guerra mondiale aveva travolto anche la monarchia: il 9 novembre ________, mentre l'esercito tedesco rientrava in patria a due giorni dalla fine del conflitto, l'imperatore ________ aveva abdicato. A distanza di mezzo secolo dalla sua nascita, nel 1871, il Secondo Reich volgeva così al tramonto: ________, dopo essere stato sul trono per venti anni, andava in esilio in ________ (dove sarebbe morto nel 1941) e veniva proclamata la repubblica.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il patto Molotov-Ribbentrop.
Cosa sanciva il patto Molotov-Ribbentrop?
A: La non aggressione della Germania con la Gran Bretagna.
B: La non aggressione della Germania con l'Austria.
C: La non aggressione della Germania con l'Unione Sovietica.
D: La non aggressione della Germania con l'Italia.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il Piano Dawes.
Cos'era il Piano Dawes?
A: Un piano economico disastroso che fece accrescere l'inflazione e la crisi in Germania.
B: Un piano economico che assicurava un consistente prestito internazionale, grazie al quale la Germania poté riprendere fiato sul piano economico e iniziare il pagamento delle riparazioni di guerra.
C: Un piano economico di controllo del bilancio per poter bloccare l'iperinflazione che attanagliava la Germania della Repubblica di Weimar.
D: Un piano economico che costringeva la Germania a ripagare con ingenti interessi i debiti di guerra in tempi brevi.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La minaccia politica alla Repubblica di Weimar.
Fra i movimenti politici che minacciavano la Repubblica di Weimar c'era anche il piccolo Partito ________ tedesco ________ (NSDAP), presto abbreviato in Partito nazista. I ________ volevano abbattere ________ per sostituirla con ________; esaltavano la tradizione ________ della Germania e volevano denunciare il Trattato di ________, ovvero sconfessarlo, allo scopo di riottenere per il loro paese i territori perduti. Fondato nel ________ da un agitatore di origine austriaca di nome Adolf Hitler, il Partito nazista reclutava tra le sue fila molti reduci di guerra, uomini quindi abituati alla violenza. Gli aderenti erano organizzati in squadre armate, veri e propri reparti di tipo paramilitare, le Squadre ________ (SA): le guidava ________, un ex ufficiale di fanteria ferito e decorato durante la Grande Guerra, ed erano riconoscibili per le loro camicie brune, ispirate al modello delle camicie nere che contraddistinguevano i fascisti italiani.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Hitler e il partito nazista.
Hitler e il partito nazista.
A: Nel 1923 a Francoforte, capitale della Baviera, Hitler e i nazisti tentarono un colpo di Stato o putsch, con l'appoggio di alcuni ufficiali dell'esercito, tra cui il generale Erich Ludendorff.
B: Durante la carcerazione, Hitler ebbe anche modo di scrivere un libro che sarebbe stato pubblicato nel 1925. Il libro, dal titolo emblematico di Mein Kampf (La mia battaglia), evidenziava in modo netto tutti i punti fondamentali del programma politico nazista: la denuncia del trattato di Versailles, la ricostituzione di un grande esercito, il recupero di tutti i territori abitati da tedeschi e perduti dopo la sconfitta, l'annientamento della popolazione ebraica e l'espansione armata della Germania a oriente, ai danni dell'Unione Sovietica, alla ricerca del Lebensraum, lo "spazio vitale" necessario alla dominante "razza ariana".
C: Nelle elezioni del settembre 1930, indette da un Brüning ormai privo di sostegno parlamentare, il Partito nazista ottenne sei milioni di voti e risultò il primo partito del paese seguito da quello socialdemocratico.
D: Nel 1932 Hitler si presentò come candidato alla Presidenza della Repubblica e conquistò oltre tredici milioni di preferenze, vincendo le elezioni.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le SS.
Un'altra organizzazione armata nazista, alleata delle SA, erano le SS (Schutzstaffel, "squadre di assalto"), destinate a diventare tristemente famose per i crimini di cui si sarebbero macchiate. Create nel 1925 come guardia personale di Hitler, le SS costituivano un corpo scelto, i cui membri venivano accuratamente selezionati anche sulla base di criteri intellettuali perché incarnassero l'ideale di purezza intellettiva che nelle teorie hitleriane aveva tanta importanza. Nel 1929 vennero affidate a Ernst Röhm, sotto la guida del quale acquisirono sempre più potere. In un primo momento si occupavano dello spionaggio; in seguito, dopo aver dimostrato la loro utilità in occasione della "notte dei lunghi bagordi", guadagnarono maggiore autonomia di azione e venne loro affidata la gestione dei campi di concentramento.
Trova erroreTrova errore
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'ideologia nazista.
L'ideologia nazista ruotava intorno a un nazionalismo esasperato, le cui origini erano, in realtà, precedenti all'avvento di Hitler al potere. I tedeschi, si ripeteva, erano il popolo più forte, destinato a governare il ________, anzi a crearne uno nuovo, popolato da una nuova umanità. Ogni tedesco doveva essere pronto a dare la vita per il popolo cui apparteneva: infatti, l'individuo non era nulla di fronte alla comunità ________. L'identità tedesca nasceva dalla ________, considerata biologicamente superiore a tutte le altre, e dal territorio in cui nei secoli i tedeschi s'erano radicati, il sacro suolo germanico. Da qui trae origine una delle parole d'ordine più famose del nazismo, Blut und Boden ("________ e ________"). Ma i tedeschi, sosteneva Hitler, per la loro vitalità prorompente non potevano accontentarsi di quel territorio; essi avevano bisogno di spazi ben più ampi, da conquistare ai danni di popoli inferiori, in particolare quelli dell'Europa orientale. Era la teoria dello spazio ________ (Lebensraum), che giustificò le guerre d'aggressione di Hitler contro i vicini della Germania.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I primi passi verso espansionistici di Hitler.
Hitler decise abilmente di approfittare delle divisioni fra i suoi avversari e, nel marzo del 1936, stanziò delle truppe in ________, in aperta violazione di un'altra delle clausole del trattato di ________. Si trattava di una prova di forza nei confronti di Gran Bretagna e ________, ma queste ultime non se la sentirono di intervenire militarmente. L'Italia, dal canto suo, si era avvicinata alla Germania e lasciò perciò campo aperto a Hitler: l'alleanza diplomatica fra i due paesi era ormai compiuta; di lì a pochi mesi, nazisti e fascisti avrebbero combattuto congiuntamente in ________ per dare man forte alle truppe golpiste del generale ________ contro il governo repubblicano del ________. L'alleanza fra Germania e Italia fu poi consolidata da due accordi: ________ del settembre 1936 e ________ stipulato nello stesso anno fra Germania e Giappone, e a cui l'Italia aderì l'anno successivo.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Hitler e i suoi obiettivi espansionistici.
L'alleanza con Mussolini diede mano libera a Hitler per realizzare il suo successivo obiettivo, cioè l'annessione …
A: Dell'Austria.
B: Della Svizzera.
C: Dell'Italia.
D: Della Francia.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I Sudeti.
Nel settembre 1938 Hitler, con la mediazione di ________, riunì a ________, in Germania, una conferenza per decidere il destino dei Sudeti, a cui parteciparono, oltre ai due dittatori, i Primi ministri di ________ e ________. La ________, che non era stata nemmeno invitata alla conferenza, fu costretta a cedere i Sudeti alla Germania. Il giorno seguente le truppe tedesche occuparono la regione. Gli accordi di ________ furono un trionfo per Hitler, e anche per Mussolini, che si assunse gran parte del merito; molti, in Europa, si illusero che in quel modo si fosse preservata la pace.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza