INFO

Storia

Le invenzioni che hanno cambiato il mondo.
Nel 1876 Nikolaus August ________ realizzò il primo modello di motore a scoppio, che fu successivamente perfezionato da Karl Friedrich ________ e Gottlieb ________: a partire da quella invenzione sarebbe stata messa a punto l'________, un mezzo destinato a segnare la storia del XX secolo e che nel giro di pochi anni sarebbe stato prodotto su scala industriale. Nel 1903 il motore a scoppio venne applicato dai fratelli Wilbur e Orville ________ a un telaio con delle ali: nasceva così il primo aeroplano, il cui primo volo durò poco più di ________; tuttavia, già nel 1909 fu possibile effettuare la traversata aerea della Manica, la prima di una lunga serie di imprese che avrebbero aperto la strada alla nascita dell'aeronautica civile.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le teorie di Haeckel.
Le teorie di Haeckel – e dei suoi successori – vennero riprese e distorte …
A: Dal socialismo.
B: Dal nazismo.
C: Dal comunismo.
D: Dal liberismo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Gli inventori del cinema.
Il cinema nacque grazie ai fratelli …
A: Lumière.
B: Marconi.
C: Bell.
D: Benz.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Scoperte.
Bacillo della tubercolosi: ________.
________ individuò per la prima volta i raggi X ed effettuò la prima radiografia della storia.
________ scoprì casualmente che un elemento chimico, l'uranio, era capace di rilasciare energia sotto forma di radiazioni.
Pochi anni dopo ________ proseguì gli studi sulla radioattività e isolò nuovi elementi radioattivi come il radio e il polonio (così chiamato in onore della sua patria), comprendendo inoltre che l'energia sprigionata dalle radiazioni era causata dalla scissione degli atomi: questa scoperta sconfessava l'idea che l'atomo fosse la particella più piccola della materia.
________ elaborò la teoria dei quanti, con cui ipotizzava che – a livello subatomico – l'energia non fosse una grandezza continua, bensì composta di quantità non divisibili.
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Taylor e il taylorismo.
Nel 1911, l'ingegnere americano Frederick Taylor (1856-1915) pubblicò un saggio intitolato L'organizzazione scientifica del lavoro, in cui venivano indicate le regole da seguire per incrementare ________ del lavoro di fabbrica: secondo Taylor, questo obiettivo poteva essere raggiunto eliminando ________ non necessarie, aumentando ________ secondo un meccanismo di incentivi, selezionando e formando i lavoratori e ________ il più possibile l'attività lavorativa. Il taylorismo rappresentava un metodo di organizzazione industriale di indubbia efficienza, che contemporaneamente, tuttavia, determinava un processo di impoverimento e di disumanizzazione del lavoro: secondo il principio del "one man, one job", infatti, gli operai dovevano svolgere ciascuno ________ di mansione semplice, ma in questo modo il lavoratore perdeva qualsiasi ________, dovendosi limitare a ripetere meccanicamente, secondo ritmi prestabiliti, ________
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La prima applicazione del metodo taylorista.
Dove fu applicato per la prima volta il metodo taylorista?
A: Nelle fabbriche della Ford.
B: Nei fast food di McDonald's.
C: Nelle acciaierie tedesche.
D: Nelle raffinerie della Shell.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Il suffragio universale maschile in Europa.
A cavallo tra Ottocento e Novecento, nel giro di pochi decenni il suffragio universale maschile si affermò in buona parte d'Europa. I primi paesi a introdurlo, dopo ________ e la Germania, furono ________, nel 1907, ________ nel 1898 e la Svezia nel 1907. Seguì ________, nel 1912, mentre i Paesi Bassi e ________ estesero il diritto di voto rispettivamente nel 1917 e nel 1918. Un discorso a parte va fatto per ________, dove l'estensione del suffragio avvenne nel 1917 ma in un contesto completamente diverso: non nel quadro di un sistema politico liberale, ma in quello di un modello di tipo socialista
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

I diritti delle donne.
Quale dei seguenti studiosi fu uno dei primi pensatori a sottolineare l'ingiusta condizione di subalternità delle donne e la mancanza di diritti?
A: Ernst Haeckel.
B: Marie Curie.
C: Sigmund Freud.
D: John Stuart Mill.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

La politica espansionistica dei Paesi europei.
Già durante la conferenza di Berlino, le mire espansionistiche tedesche avevano condizionato l'azione delle principali potenze coloniali, Spagna e Portogallo in testa. Con l'ascesa di Guglielmo II e la caduta di Bismarck, la politica estera tedesca divenne ancora più aggressiva e la reazione degli altri Stati non si fece attendere. Fu così che anche il colonialismo passò dal semplice controllo militare esclusivo di un'area, al dominio commerciale di un territorio e allo sfruttamento delle sue risorse. L'iniziativa nei territori coloniali non venne più lasciata nelle mani dei privati (imprese o compagnie), ma fu assunta direttamente dagli Stati europei. Questo fenomeno, che interessò tutte le grandi potenze europee e anche quelle extraeuropee, viene indicato dagli storici con il termine sfruttamento.
Trova erroreTrova errore
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le teorie razziali.
Nel corso dell'Ottocento molti biologi e naturalisti si erano dedicati alla classificazione delle "________" umane. Le scienze naturali muovevano ancora i primi passi e non erano ancora chiari alcuni concetti che sarebbero stati affermati e ribaditi a più riprese nel corso del Novecento, come quello, fondamentale, che non esistono ________ umane differenti. Le teorie razziali sviluppate da scrittori come Joseph Arthur de ________, che nel suo saggio del 1853-1854 Essai sur l'inégalité des races humaines (Saggio sulla disuguaglianza delle razze umane) suddivise l'umanità sulla base di presunte caratteristiche ________ innate, trovarono una sponda inattesa – e involontaria – in alcuni scienziati come Ernst ________, che volle distinguere le "________" umane, classificandole sulla base del differente grado di evoluzione. Idee come queste creavano una pericolosa corrispondenza fra l'imperialismo e l'________ e sarebbero state riprese e orientate in chiave razzista e xenofoba dalle teorie eugenetiche, che tentarono di dimostrare come ogni uomo avesse il dovere di preservare la purezza dei geni della sua comunità, controllando la procreazione: non era possibile indebolire la razza generando figli con individui malati o di "________" inferiori.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza