INFO

Storia dell'arte

L'arte romana.
L'arte romana è l'arte della città di Roma ma è anche l'arte di un immenso territorio che va dalla ________ all'Armenia, dall'________ all'Egitto. Dunque l'attributo "romano" indica la produzione di una civiltà che ha come centro politico la città di ________ ma che si sviluppa in luoghi lontani, assumendo anche caratteristiche diverse. Ciò che resta costante è lo ________ romano, un misto di grandiosità e perfezione tecnica che caratterizza ogni espressione artistica.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

L'arte nell'età repubblicana.
La produzione artistica dell'età repubblicana si manifesta soprattutto nella pittura. In tutti i territori conquistati vengono edificati ponti e acquedotti, mura e accademie d'arte. Intorno a Roma sorgono affreschi mentre il Foro Romano si arricchisce di esposizioni di quadri. È un'arte considerata povera, in sintonia con l'idea che i Romani hanno di se stessi, cioè di un popolo umile, pratico ed refrattario alle regole.
Trova erroreTrova errore
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Arte greca e romana a confronto.
Arte greca e romana a confronto.
A: Come per i Greci, la produzione artistica dei Romani era dedita al bello e all'esaltazione degli dei.
B: L'arco è un'invenzione etrusca.
C: I Romani coprivano gli ambienti solo con soffitti piani e tetti in legno a due falde.
D: La cupola in calcestruzzo è un'invenzione greca.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

La scultura romana.
Nell'ambito della scultura i Romani riprendono dai Greci ________, le proporzioni ________ e la cura ________ ma, mentre i Greci rappresentavano principalmente atleti ________, i Romani realizzavano soprattutto statue ________, completamente ________. L'abbandono ________ non era dettato da questioni morali, quanto dal fatto che ________ era un simbolo ________ del personaggio rappresentato. Trattandosi di individui ________, anche il loro volto era quello ________, con tutti i difetti e i segni dell'età.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Le strade romane.
Le strade romane univano i principali centri urbani secondo il tragitto più breve, possibilmente in linea retta, anche a costo di scavare i fianchi delle colline o passare sopra i fiumi. La loro realizzazione prevedeva lo scavo di una profonda trincea, chiamata in latino ________, a due o quattro corsie e il suo riempimento con uno strato inferiore di grosse pietre,  ________, uno intermedio di pietrisco e cocci, il ________, uno superiore di sabbia, il ________, e la copertura con lastre poligonali di selce, il ________. Questa sequenza di materiali garantiva il perfetto drenaggio dell'acqua piovana (agevolato anche dalla sezione curva del selciato) e la solidità del manto stradale.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Materiali e utilizzo.
________ –blocchi di pietra di forma irregolare disposti a secco, incastrandoli senza usare malta o altri leganti.
________ - grossi massi squadrati a forma di parallelepipedo.
________ – calcestruzzo
________ – vari tipi di muratura in una unica opera.
________ - strisce della stessa altezza di blocchi lapidei a forma di parallelepipedo generalmente in tufo.
________ – mattoni cotti.
________ – telai in legno poggiati su una base in muratura.
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

I templi presso il Foro Boario, Roma.
A Roma, presso il Foro Boario (area commerciale sulla riva sinistra del Tevere), sono ancora visibili due templi molto diversi tra loro. Il più semplice è il Tempio di ________, noto in passato come Tempio della ________. L'edificio, risalente alla seconda metà del II secolo a.C. e rimaneggiato nel 70 a.C., è un tempio ________ pseudo-periptero, cioè con una parte della peristasi chiusa da una parete. Poco distante si trova il Tempio di ________ (impropriamente chiamato anche Tempio di ________), un edificio del 120 a.C. a pianta circolare. Lo schema riprende le ________ greche del IV secolo a.C. e quelle ellenistiche con crepidoma a gradini, peristasi e cella.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

Le abitazioni del popolo.
L'abitazione per il popolo era un palazzo multipiano chiamato …
A: Culina.
B: Domus.
C: Ostium.
D: Insula.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

La pittura romana e i suoi 4 stili.
Fai le giuste associazioni.
A: Primo stile.
B: Secondo stile.
C: Terzo stile.
D: Quarto stile.
Domande in serieDomande in serie
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia dell'arte

L'Ara Pacis.
L'Ara Pacis.
A: Fu eretto presso il Campo Marzio.
B: Celebra gli dei.
C: Ha una forma tondeggiante.
D: Ai lati stanno le Aurae velificantes, due figure femminili sedute l'una su un cigno e l'altra su un drago che rappresentano venti di mare e di terra.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza