INFO

Greco

Un nuovo tipo di intellettuale
Aristotele è un sapiente diverso dai predecessori. Non tiene conferenze a pagamento, come ________, e non fa pubblicità alla propria scuola, come ________. Egli dedica la vita allo studio e all'insegnamento, anticipando la figura dell'intellettuale ________, anche se nessuno lo eguaglierà per vastità di ________ e originalità di metodi e di analisi. Non fu un pensatore ________, come si credette: tale immagine deriva dagli studiosi ________ che operarono fino a zittire con l'________ qualsiasi dubbio.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Una vita per la scienza
Aristotele nasce nel ________-383 a.C. a Stagira. Si trasferisce ad ________, dove rimane come meteco e frequenta l'Accademia di Platone. Nel 347 a.C. muore il maestro, e, lasciata Atene, si trasferisce a Pella, in ________, su invito del re Filippo II per fare da precettore al figlio ________. Quando nel 335 a.C. ritorna ad Atene fonda il ________, altrimenti detto Peripato. Qui studia e insegna fin quando viene accusato di ________ nel 323 a.C. e preferisce non affrontare il processo fuggendo a Calcide e affidando la sua scuola ad un allievo, ________; muore nel 322 a.C.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Gli scritti essoterici
Gli scritti essoterici venivano così definiti perché:
A: erano testi destinati a un pubblico più ampio della scuola, da ἔξω, "fuori"
B: si presentavano come appunti per i corsi tenuti al Liceo o manuali di studio da usare all'interno della storia, da ἔσω, "dentro"
C: venivano utilizzati come esempi di discorsi su argomenti vari per esercitarsi nella retorica; venivano infatti definiti acroamatici, da ἀκρόασις, "ascolto"
D: erano testi destinati alla fruizione nella pubblica piazza
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

L'architettura del sapere
Scegli, tra le seguenti affermazioni sull'architettura del sapere di Aristotele, quelle che ritieni corrette.
A: Nella filosofia pratica rientrano sia la scienza della natura sia la metafisica
B: Gli scritti di logica sono costituiti dalle Categorie, dal De interpretatione, dagli Analitici primi e Analitici secondi, dai Topici e dalle Confutazioni sofistiche
C: Sono compresi dentro l'indagine sulla natura anche il De anima e i Parva naturalia
D: Nella Metafisica, Aristotele individua nel desiderio di conoscere, intrinseco all'essere umano, e nel τὸ θαυμάζειν l'origine più profonda della filosofia stessa
E: La Politica, in otto libri, è parte delle scienze poietiche in quanto prodotto dell'essere umano
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Dimenticare Platone
Aristotele critica la teoria delle ________ e la separazione tra due mondi alternativi, per lui c'è un solo mondo attestato dai nostri ________; prende di mira poi la concezione della dialettica come scienza ________, perché ogni scienza è particolare. Contesta poi la dicotomia anima e corpo e l'________ dell'anima e la città ideale di Platone perché in conflitto con le funzioni della comunità ________ e con la stessa natura umana. Infine, nella Retorica e nella Poetica, riconsidera la parola organizzata in un discorso e la parola poetica, specie della ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

Filosofia pratica e scienze poietiche
  • Aristotele sostiene che la filosofia permette a chi la coltiva di rendersi immortali pur nei limiti dell'umano, raggiungendo la ________.
  • Il passaggio dall'etica alla ________ avviene quando si considera l'uomo non più come individuo ma nei suoi rapporti con altri uomini.
  • ________, in tre libri, è l'opera dedicata all'arte della persuasione.
  • ________ è un breve trattato poi assunto come un testo normativo, in grado di spiegare come deve essere composto un dramma o un poema epico.


PosizionamentoPosizionamento
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

La Costituzione degli Ateniesi
Si tratta di una delle 158 Costituzioni attribuite ad Aristotele e alla sua scuola: esse costituiscono un enorme lavoro preparatorio della Retorica. La prima sezione è socio-economica e racconta la storia della πολιτεία di Atene dalle origini mitiche, attraverso varie μεταβολαί fino alla restaurazione della democrazia; la seconda è una descrizione del funzionamento della tirannide contemporanea, e in particolar modo del sistema giudiziario. Vi sono studiosi che negano la paternità di Aristotele: in realtà le differenze di stile si spiegano con il suo rivolgersi a un pubblico più ristretto rispetto alle altre opere; le incongruenze con la Politica non riguardano la concezione teorica.
Trova erroreTrova errore
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

La poesia è imitazione della realtà (Poetica 1, 1447a-b)
Quale criterio per determinare ciò che è poesia, adottato da quelli definiti "οἱ ἄνθρωποι", si rivela erroneo o insufficiente?
A: La μίμησις
B: Il metro
C: Gli εἴδη
D: Il ritmo
E: La parola
F: La musica
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

La Politica
A: Nel capitolo 1 della Politica Aristotele afferma che ogni città è una comunità, e poiché le comunità sorgono in vista di un bene, la città sorge in vista del bene più grande.
B: Nella Politica, l'indagine analizza le componenti costitutive della città, i cittadini, e i criteri per definirli.
C: Nel capitolo 2 della Politica vengono delineate le componenti minime della polis per la successiva analisi, la prima di queste componenti è il villaggio (κώμη).
D: Nell'analisi di Aristotele, l'οἶκος/οἰκία è basata sulla comunità uomo-donna e sulla comunità padrone-schiavo.
E: Il metodo della ricerca di Aristotele inaugurato nel capitolo 2 è sia genetico sia analitico-funzionale, volto a scoprire la funzione di ogni componente.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Greco

L'uomo è per natura un animale politico (Politica I 1-2, 1252a-1253a)
Nel capitolo 2 della Politica si incontra una sintesi del percorso argomentativo precedente con l'espressione "ὁ ἄνθρωπος φύσει πολιτικὸν ζῷον", l'uomo, cioè, è un essere vivente che deve vivere in una città. Perché, nell'architettura del sapere di Aristotele, la città va considerata per prima sul piano valoriale?
A: Perché essa è il culmine del processo di evoluzione delle forme di comunità umane
B: Perché è portatrice di civiltà, di contro alla barbarie data dalla ferinità degli uomini che vivono per aggregazione di villaggi
C: Perché, sul piano diacronico, sorge prima della famiglia e del villaggio
D: Perché costituisce il fine ultimo (τέλος) della vita di ogni uomo
E: Perché è l'unico ambito in cui l'uomo può esercitare autorità
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza