Tipo di esercizi
Scelta multipla,
Completamento aperto,
Completamento chiuso,
Posizionamento,
Vero o falso,
Domande in serie
Libro
Il racconto della Terra - seconda edizione
Capitolo
7. Il modellamento del paesaggio
INFO

Scienze della Terra

I processi di degradazione delle rocce
Le rocce esposte sulla superficie terrestre subiscono continui "attacchi" da parte degli agenti atmosferici che ne determinano una degradazione fisica e/o chimica.
Individua i differenti processi di degradazione di seguito descritti.
A: Azione di degradazione chimica esercitata sui silicati dall'acido carbonico prodotto dalla  CO2 disciolta nell'acqua piovana.
B: Processo di degradazione fisica prodotto dall'alternarsi di fasi di gelo e disgelo dell'acqua che si accumula nelle fessure delle rocce.
C: Alterazione chimica delle rocce prodotta dall'azione dell'ossigeno atmosferico a carico dei minerali contenenti ferro in esse eventualmente presenti.
D: Processo di disgregazione fisica prodotto dalla ripetuta dilatazione e contrazione delle rocce causata dagli sbalzi di temperatura tra il giorno e la notte.
E: Azione chimica esercitata sulle rocce calcaree dall'acido carbonico prodotto dalla reazione dell'acqua piovana con la CO2 dell'aria.
Domande in serieDomande in serie
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

In che modo i corsi d'acqua modellano il paesaggio
Nella parte alta del loro percorso, caratterizzata da un flusso molto veloce, i fiumi esercitano soprattutto un'azione di ________ e di trasporto: in tal modo vengono incise ________ dal caratteristico profilo a ________.
Laddove la velocità della corrente diminuisce e prevale il deposito si possono formare ampie ________  alluvionali e, in corrispondenza della foce, i delta fluviali.
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

I massi erratici o massi "delle streghe"
Il masso erratico in primo piano nell'immagine si trova nel bel mezzo di Central Park, a New York.
Si tratta un blocco di pietra dalla composizione completamente diversa rispetto a quella del terreno su cui poggia: esso è stato trasportato nella sua posizione attuale da un ________ ed è stato deposto al momento della sua fusione.
Lo stesso agente che ha trasportato il masso, in condizioni differenti, può anche svolgere un'azione di tipo erosivo chiamata ________ che produce ampie vallate dal profilo a ________.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

L'azione modellante del mare
Il principale fattore di modellamento delle coste è l'azione incessante delle onde.
Se le coste sono alte e rocciose, in genere prevale l'azione di ________ sulle ripide pareti e si formano le ________ (A).
Se le coste sono basse, prevale l'azione di ________: i materiali asportati dai fiumi e dal mare vengono ridistribuiti dalle onde originando ________, cordoni o dune litorali (B).
Completamento apertoCompletamento aperto
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

Cosa ha modellato il paesaggio?
Quale tipo di azione può aver originato il paesaggio in figura?
A: Azione erosiva del vento.
B: Azione di deposito di un ghiacciaio.
C: Azione di deposito del vento.
D: Azione erosiva delle acque del mare.
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

Il modellamento della superficie terrestre
La superficie terrestre è continuamente modellata dall'azione di forze contrapposte.
Le forze ________, che hanno sollevato le Dolomiti (nell'immagine), sono alimentate dal calore interno ________.
Le forze ________, invece, sono azionate dall'energia ________ e contribuiscono a ________ i rilievi attraverso l'azione degli agenti atmosferici, come accaduto nel complesso dolomitico del Latemar.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

Le frane: analizziamo un caso particolare
Osserva l'immagine, ponendo particolare attenzione all'inclinazione degli strati del terreno, poi distingui le affermazioni vere da quelle false.
A: Il pendio A presenta una disposizione degli strati a reggipoggio.
B: Dovendo costruire una strada nella zona, sarebbe opportuno collocarla sul versante B perché meno predisposto per la sua struttura a favorire eventi franosi.
C: La maggiore o minore franosità degli strati è una caratteristica del terreno che non è influenzata da altri fattori.
D: In corrispondenza di un pendio simile ad A potrebbe verificarsi una frana di crollo.
Vero o falsoVero o falso
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

Il rischio idrogeologico
Quali tra le seguenti affermazioni relative al rischio idrogeologico sono vere? Quali false?
A: Il rischio idrogeologico di un territorio viene definito come la probabilità che in esso si verifichi un evento come un'esondazione, un'alluvione o una frana.
B: Il rischio idrogeologico dipende sia da fattori naturali sia da fattori antropici.
C: I danni provocati da un evento avverso quale un'alluvione o una frana dipendono da due fattori: esposizione e vulnerabilità.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

La prevenzione del rischio idrogeologico
Il terrirorio italiano è caratterizzato da numerose zone a rischio idrogeologico, come evidenziato dall'infografica in figura; tale rischio però può essere ridotto mediante azioni finalizzate alla prevenzione e alla previsione.
Prova ad individuare quali, tra le misure di seguito elencate, potrebbero rientrare in un'opera di prevenzione.
A: Monitoraggio tramite satellite dei movimenti del suolo.
B: Riforestazione.
C: Costruzione di argini o di bacini di contenimento.
D: Studio della conformazione geologica del territorio.
E: Indagini sulla frequenza storica di particolari eventi in una determinata zona.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Scienze della Terra

Il suolo
Il suolo non è semplicemente un ammasso di detriti rocciosi, ma contiene anche aria, acqua, sali minerali e materiale organico derivante dalla decomposizione di animali e piante, ________.
In genere, il suolo è costituito da una serie di strati o orizzonti:
- l'orizzonte A, superficiale, di colore scuro, povero di sali minerali solubili e di ________;
- l'orizzonte B, intermedio, più chiaro, povero di sostanza organica, ma ricco di ________;
- l'orizzonte C, profondo, praticamente privo di ________ e costituito soprattutto da materiale detritico solo parzialmente alterato.
Sotto questi strati si trova la ________, il substrato roccioso non disgregato.
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza