INFO

Fisica

Un dinamometro è sicuramente:
A: una molla tarata.
B: un dispositivo per la misura di piccole forze.
C: uno strumento tarato per misurare le forze.
D: uno strumento dotato di una scala lineare.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Tra le seguenti affermazioni soltanto una è falsa. Quale?
A: Se su un punto materiale agiscono due forze che hanno direzioni diverse, la forza totale agente sul punto avrà direzione ancora diversa.
B: Se su un punto materiale agiscono tre forze, di cui due sono eguali e opposte tra loro, il movimento del punto è determinato soltanto dalla terza forza.
C: Se tutte le forze applicate a un punto materiale hanno la stessa direzione e lo stesso verso, anche la forza totale agente sul punto avrà quella direzione e quel verso.
D: Se a uno stesso punto materiale sono applicate tre o più forze non nulle, la forza totale agente sull'oggetto è sicuramente non nulla.
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Sulla superficie della Terra la forza-peso:
A: ha la stessa direzione per tutti i corpi.
B: è la stessa per tutti i corpi.
C: è sempre diretta verso il centro della Terra.
D: ha la stessa intensità per tutti i corpi.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La forza-peso FP che sulla superficie terrestre agisce su una massa m = 1 kg vale approssimativamente:
A: 10 N.
B: 0,1 N.
C: 1 N.
D: 100 N.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se non esistessero forze d'attrito:
A: potremmo camminare molto più in fretta.
B: faremmo molta meno fatica quando camminiamo.
C: non riusciremmo a camminare.
D: potremmo camminare senza muovere le gambe.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Uno scatolone pieno è fermo sul pavimento. Se vogliamo spingerlo a velocità costante, dovremo applicare una forza:
A: maggiore all'inizio, per metterlo in moto; poi possiamo applicare una forza minore per continuare a spostarlo.
B: minore all'inizio, per metterlo in moto, rispetto a quella che va applicata poi per continuare a spostarlo.
C: soltanto all'inizio, per metterlo in movimento; poi possiamo continuare a spostarlo senza applicare alcuna forza.
D: costante nel tempo, purché sia superiore alla forza di attrito statico.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La forza elastica esercitata da una molla è:
A: direttamente proporzionale alla velocità con la quale la molla è stata piegata.
B: direttamente proporzionale alla deformazione.
C: inversamente proporzionale alla deformazione.
D: uguale al prodotto della massa della molla per l'allungamento della molla.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Qual è l'unità di misura della costante elastica k di una molla?
A: Si tratta di una costante adimensionale.
B: N · m
C: N/m
D: m/N
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La molla dell'ammortizzatore di una moto, compressa di 12,6 cm, esercita una forza di 780 N.
Calcola il valore della costante k dell'ammortizzatore.

k = ________ N/m

Per i numeri decimali usa la virgola e non il punto (per es. 56,2 e non 56.2). Fai attenzione alle cifre significative!
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In quali modi può muoversi un corpo rigido?
A: Può traslare, oppure in alternativa ruotare attorno a un asse.
B: Può soltanto ruotare attorno a un asse.
C: Per definizione, un corpo rigido non si muove.
D: Può traslare e ruotare attorno a un asse.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se a un corpo rigido sono applicate due forze parallele, l'intensità della forza risultante:
A: è sempre uguale alla somma delle intensità delle due forze.
B: è sempre uguale alla differenza delle intensità delle due forze.
C: è uguale alla somma oppure alla differenza delle intensità delle due forze.
D: può essere maggiore o minore della somma delle intensità delle due forze.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale delle seguenti affermazioni sulle forze è vera?
A: Una forza si comporta come un vettore, ma il suo effetto dipende anche dal punto in cui essa viene applicata.
B: L'intensità di una forza dipende dal suo punto di applicazione.
C: La direzione di una forza dipende dal suo punto di applicazione.
D: Non è possibile sommare due forze con il metodo del parallelogramma.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il momento di una forza F:
A: è sempre diverso da zero.
B: è indipendente dal punto di applicazione della forza.
C: ha intensità uguale al prodotto dell'intensità F della forza per l'intervallo di tempo durante il quale viene esercitata.
D: ha intensità uguale al prodotto dell'intensità F della forza per il braccio b.
E: è la grandezza responsabile della rotazione di un corpo rigido.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

A: Una coppia di forze è data da due forze, uguali e opposte, applicate in due punti diversi di un corpo rigido.
B: Una coppia di forze non può in alcun modo provocare la rotazione di un corpo rigido.
C: L'intensità del momento di una coppia è data dal prodotto dell'intensità di una delle forze per la distanza tra le rette di azione delle due forze.
D: Il momento di una coppia è dato dalla somma dei momenti delle forze rispetto al punto medio della distanza fra le rette di azione delle due forze.
Vero o falsoVero o falso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La condizione per l'equilibrio di un punto materiale è che:
A: la somma delle forze applicate sia una forza che agisce sul punto stesso.
B: tutte le forze a esso applicate siano eguali a zero.
C: la risultante delle forze applicate al punto sia il vettore nullo.
D: le forze applicate sul punto abbiano tutte modulo uguale.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un corpo rigido fermo rimane in equilibrio se:
A: la somma vettoriale delle forze applicate su di esso è uguale a zero.
B: sia la somma vettoriale delle forze applicate a esso, sia la somma vettoriale dei momenti calcolati rispetto a un punto qualsiasi sono uguali a zero.
C: la somma vettoriale delle forze è uguale e opposta alla somma vettoriale dei momenti che si esercitano sul corpo.
D: la somma vettoriale dei momenti delle forze, calcolati rispetto a un punto qualsiasi, è uguale a zero.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

F è l'intensità del peso del punto materiale P appoggiato su un piano inclinato di lunghezza a e altezza b. La forza risultante che fa scendere P lungo il piano inclinato ha intensità pari a:
A: Fba
B: Pba
C: Fab
D: Pab
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale tra le seguenti affermazioni è falsa?
A: Il baricentro di un corpo rigido non è necessariamente un punto del corpo.
B: Il baricentro di un corpo simmetrico e omogeneo è nel centro di simmetria del corpo.
C: Il centro di gravità di un corpo rigido è il punto in cui si applica la forza-peso del corpo.
D: Se due corpi hanno la stessa massa, il loro baricentro si trova nella stessa posizione.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Si dice che un corpo si trova in una posizione di equilibrio instabile quando:
A: spostando il corpo, esso resta fermo nella nuova posizione.
B: spostando il corpo da quella posizione, esso tende ad allontanarsene ancora di più.
C: non è possibile spostare il corpo da quella posizione.
D: spostando il corpo da quella posizione, esso tende a ritornarvi.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un corpo appoggiato su un piano orizzontale è in equilibrio se
A: il suo baricentro è all'interno del corpo.
B: la retta verticale che passa per il suo baricentro interseca la base di appoggio.
C: è soggetto soltanto alla forza-peso.
D: la retta verticale che passa per il suo centro di simmetria interseca la base di appoggio.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza