INFO

Fisica

Le dimensioni fisiche della quantità di moto sono:
A: le stesse della velocità.
B: kg⋅m/s
C: mv
D: [m]⋅[l]/[t]
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il vettore quantità di moto:
A: può avere verso opposto a quello della velocità.
B: ha il modulo direttamente proporzionale alla massa.
C: può avere il modulo diverso dal modulo della velocità.
D: si definisce per sistemi di masse collegati da molle.
E: è un vettore costante.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La quantità di moto totale di un sistema si conserva se:
A: la quantità di moto finale è nulla.
B: nel sistema agisce la forza di attrito.
C: non agiscono forze esterne.
D: la quantità di moto iniziale è nulla.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un cannone del peso di 10 t spara orizzontalmente un proiettile di 35 kg alla velocità di 300 km/h.
Con che velocità indietreggerebbe il cannone se non ci fosse attrito?

v = ________ km/h

Per i numeri decimali usa la virgola e non il punto (per es. 56,2 e non 56.2). Fai attenzione alle cifre significative!
Completamento apertoCompletamento aperto
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Considera una biglia d'acciaio e una biglia di gomma della stessa massa. Per quale ragione, se lanciamo le due palline con la stessa velocità contro un vetro, i risultati saranno diversi?
A: Perché a parità di impulso trasferito, l'elasticità della pallina di gomma fa sì che il tempo di interazione col vetro sia maggiore di quello con cui interagisce la pallina d'acciaio: dunque la forza dell'urto con la pallina d'acciaio è maggiore della forza che esercita la pallina di gomma.
B: Il vetro è più sensibile all'acciaio che alla gomma.
C: A parità di massa, la biglia di acciaio è molto più piccola e tutta la forza è concentrata in un punto più piccolo.
D: Perché la pallina di d'acciaio ha una maggiore forza-peso.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale tra le seguenti affermazioni è una conseguenza diretta del terzo principio della dinamica?
A: La forza è uguale al rapporto tra la variazione della quantità di moto e l'intervallo di tempo durante la quale essa agisce.
B: In un sistema isolato la quantità di moto totale si conserva.
C: La variazione della quantità di moto prodotta dall'azione di una forza è data dal prodotto della forza per l'intervallo di tempo durante il quale essa agisce.
D: In un urto elastico tra due biglie la quantità di moto di ciascuna biglia varia.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Durante un urto, le forze ________ che governano l'interazione dei corpi sono sempre di molti ordini di grandezza più ________ delle forze esterne. Questa grande differenza di intensità permette di ________ le forze esterne e considerare il sistema come se fosse isolato, per cui la quantità di moto totale del sistema si ________.
PosizionamentoPosizionamento
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una forza costante, di modulo pari a 35 N, agisce per 2,0 min su un corpo di massa m, inizialmente fermo. Quanto vale la quantità di moto del corpo dopo quell'intervallo di tempo?

p = ________ kg⋅m/s.

Per i numeri decimali usa la virgola e non il punto (per es. 56,2 e non 56.2). Fai attenzione alle cifre significative!
Completamento apertoCompletamento aperto
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un proiettile di m = 3,00 g viene sparato alla velocità di 240 m/s contro un bersaglio fermo di massa M = 1,50 kg. Il proiettile rimane conficcato nel bersaglio e il sistema si mette in moto su di una superficie orizzontale senza attrito. A quanto ammonta l'energia cinetica persa a causa dell'urto?

ΔK = ________ J

Per i numeri decimali usa la virgola e non il punto (per es. 56,2 e non 56.2). Fai attenzione alle cifre significative!
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Nel corso di urto elastico tra due biglie che avviene su un piano:
A: si conserva l'energia cinetica, ma non quella meccanica totale.
B: si conserva solo la quantità di moto totale.
C: si conserva l'energia potenziale, ma non quella meccanica.
D: si conservano l'energia cinetica e la quantità di moto totale.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Considera due biglie che urtano elasticamente in modo obliquo. Puoi dire certamente che dopo l'urto:
A: le biglie hanno la stessa velocità.
B: l'energia cinetica non si conserva, ma si conserva la quantità di moto.
C: le biglie hanno velocità perpendicolari tra loro.
D: le velocità formano un angolo di 180°.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il centro di massa di un sistema di n punti materiali:
A: si può definire solo se tutte le masse sono uguali.
B: si può definire solo se tutti i punti sono fermi.
C: coincide con uno degli n punti.
D: può non corrispondere con uno dei punti materiali che costituiscono il sistema.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il centro di massa:
A: di un sistema isolato si muove di moto rettilineo ed uniforme.
B: di un sistema formato da due punti materiali che hanno la stessa massa si trova nel punto medio della segmento che li congiunge.
C: di un corpo è un punto che appartiene sempre al corpo.
D: è sempre soggetto a una forza nulla.
E: è soggetto alla stessa forza esterna risultante a cui è sottoposto il sistema.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Le dimensioni fisiche del momento angolare sono:
A: [m][l]2/[t]
B: kg⋅m2/s
C: [m][l]/[t]
D: [l]2/[t]
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Considera un satellite in orbita a velocità di modulo costante a una certa distanza dal centro della Terra. Un inconveniente provoca la perdita di alcuni strumenti e la massa del satellite si dimezza. A quale distanza dalla Terra si metterà a orbitare il satellite?
A: Impossibile stabilirlo con precisione.
B: Il raggio dell'orbita raddoppia rispetto a prima.
C: Il raggio dell'orbita si dimezza rispetto a prima.
D: Dipenderà dal nuovo valore della velocità.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il momento angolare di un sistema di corpi si conserva nel tempo:
A: se è nulla la risultante delle forze esterne.
B: se il sistema non è in rotazione.
C: se non agiscono forze esterne.
D: se è nullo il momento torcente totale delle forze esterne che agiscono su di esso.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il momento di inerzia di un corpo:
A: ha sempre lo stesso valore.
B: può assumere valori diversi a seconda del polo di rotazione a partire dal quale viene definito.
C: ha dimensioni fisiche pari a [m]/[l]2.
D: varia in base al centro di massa del corpo rigido.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

A parità di massa totale, il momento di inerzia:
A: aumenta al crescere delle dimensioni del corpo.
B: diminuisce al crescere delle dimensioni del corpo.
C: non varia, qualunque sia la dimensione del corpo.
D: dipende dalla velocità angolare del corpo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

L'energia cinetica di un corpo rigido in rotazione vale:
A: ½ mv2
B: ½ Iv2
C: ½ Iω2
D: ½ rm2ω2
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una ruota di m = 3 kg e raggio r = 1 m è accelerata con α = 3 rad/s. Quale momento torcente le è stato applicato?

M = ________ N⋅m

Per i numeri decimali usa la virgola e non il punto (per es. 56,2 e non 56.2). Fai attenzione alle cifre significative!
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza