INFO

Fisica

In un moto uniformemente accelerato l'accelerazione è data dal rapporto:
A: tra la velocità media e il tempo impiegato.
B: tra la velocità finale e l'intervallo di tempo nel quale essa è stata raggiunta.
C: tra una variazione di velocità e la corrispondente distanza percorsa.
D: tra una variazione di velocità e l'intervallo di tempo in cui ha luogo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In quali punti di un grafico velocità-tempo l'accelerazione istantanea è positiva?
A: All'origine.
B: Là dove il grafico è inclinato verso l'alto.
C: Là dove il grafico è orizzontale.
D: Là dove il grafico è inclinato verso il basso.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

L'unità di misura dell'accelerazione nel Sistema Internazionale è:
A: metri quadrati al secondo quadrato.
B: metri quadrati al secondo.
C: metri al secondo quadrato.
D: metri al secondo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un grafico spazio-tempo, una accelerazione negativa si riconosce dal fatto che:
A: il grafico raggiunge il suo punto più basso.
B: la pendenza del grafico diminuisce.
C: la pendenza del grafico non cambia.
D: la pendenza del grafico aumenta.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale tra questi moti corrisponde meglio a un moto vario?
A: Il moto delle bollicine in un bicchiere di gassosa.
B: Il viaggio di un treno tra due stazioni.
C: La marcia di un soldato.
D: Il moto di una slitta su un piano ghiacciato.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un moto vario:
A: la velocità diminuisce al passare del tempo.
B: la velocità non resta mai costante.
C: la velocità aumenta al passare del tempo.
D: la velocità cambia nel tempo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Come descriveresti a parole il moto rappresentato in questo grafico velocità-tempo?
Il punto materiale si muove:
A: prima con velocità crescente, poi decrescente, quindi costante.
B: prima verso l'alto, poi verso il basso, quindi diritto.
C: prima in avanti, poi all'indietro, poi sta fermo.
D: prima verso sinistra, poi verso destra, poi diritto, sempre avanzando.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un moto uniformemente accelerato, quale tra le seguenti affermazioni è sempre valida?
A: La velocità finale è uguale al prodotto dell'accelerazione per il tempo impiegato.
B: L'accelerazione media è uguale all'accelerazione istantanea.
C: La velocità media è uguale alla velocità istantanea.
D: La distanza percorsa è uguale al semiprodotto dell'accelerazione per il quadrato del tempo impiegato.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale tra queste è la corretta espressione della velocità v all'istante t, per un punto materiale in moto uniformemente accelerato con velocità iniziale V?
A: v + V = a•t
B: a = (v + V)•t
C: v = V + a•t
D: a = (v•V) / t
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un diagramma velocità-tempo un moto uniformemente accelerato è sempre rappresentato da:
A: una parabola.
B: una retta passante per l'origine.
C: una retta.
D: una retta orizzontale.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per un moto uniformemente accelerato con partenza in velocità, la distanza percorsa:
A: è direttamente proporzionale all'accelerazione.
B: dipende sia dalla velocità iniziale che dall'accelerazione.
C: è direttamente proporzionale al quadrato del tempo trascorso.
D: dipende dalla somma di accelerazione e velocità iniziale.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un'auto inizialmente ferma si muove con accelerazione costante a in un intervallo di tempo Δt e percorre una distanza Δs. Se si muovesse con una accelerazione doppia, nello stesso intervallo di tempo percorrerebbe una distanza Δs:
A: ridotta alla metà
B: quadrupla
C: uguale
D: doppia
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un ciclomotore, inizialmente fermo, si mette in moto con un'accelerazione costante di 4 m/s².
Quali tra le seguenti relazioni descrivono il moto, se chiamiamo V la velocità, S la distanza percorsa e t il tempo trascorso?
A: V = (2 m/s) t²
B: S = (4 m/s²) t
C: V = (4 m/s²) t
D: S = (2 m/s²) t²
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un'auto inizialmente ferma si muove con accelerazione costante a in un intervallo di tempo Δt e percorre una distanza Δs. Se l'auto si muovesse con la stessa accelerazione, ma per un tempo Δt doppio, la distanza percorsa sarebbe:
A: uguale.
B: doppia.
C: ridotta alla metà.
D: quadrupla.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un sasso lanciato verticalmente verso l'alto ricade al suolo dopo un tempo t.
Quali grafici descrivono tale moto?
A: Una parabola in un grafico velocità-tempo.
B: Un segmento verticale in un grafico spazio-tempo.
C: Una retta in un grafico velocità-tempo.
D: Una retta in un grafico spazio-tempo.
E: Una parabola in un grafico spazio-tempo.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un moto vario come si calcola in generale la velocità media?
A: Dividendo per due la somma della velocità minima più la velocità massima.
B: Sommando i diversi valori della velocità, quindi dividendo per il loro numero.
C: Dividendo la distanza totale per l'intervallo di tempo impiegato.
D: Dividendo la posizione finale per l'istante finale di tempo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Come si determina la velocità istantanea in un moto vario?
A: Determinando la pendenza della retta tangente al grafico spazio-tempo all'istante considerato.
B: Dividendo una distanza molto piccola per l'intervallo di tempo complessivo impiegato.
C: Dividendo la distanza percorsa per un intervallo di tempo molto piccolo.
D: Determinando la pendenza della retta che unisce gli estremi del grafico spazio-tempo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il tachimetro di un'automobile è rotto. Usando solo il contakilometri e un orologio è possibile determinare
A: la velocità istantanea e, con minor precisione, la velocità media.
B: soltanto la velocità istantanea.
C: sia la velocità media che la velocità istantanea.
D: soltanto la velocità media.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un moto vario la velocità istantanea:
A: è sempre minore della velocità media.
B: è sempre maggiore della velocità media.
C: può essere maggiore, minore oppure uguale alla velocità media.
D: è sempre uguale alla velocità media.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Tra gli istanti t = 2 s e t = 4 s, con il passare del tempo la pendenza di questo grafico diventa più ripida.
Ciò significa che:
A: la velocità media tra t = 2 s e t = 4 s sta diminuendo.
B: la velocità istantanea sta aumentando.
C: la velocità media tra t = 2 s e t = 4 s sta aumentando.
D: la velocità istantanea sta diminuendo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Da un grafico (t, v) possiamo dedurre la natura del moto di un punto.
Se il grafico è una retta ________ all'asse dei tempi, significa che il moto è ________.
Se la retta non è parallela all'asse dei tempi, il moto è uniformemente ________.
Se essa inoltre passa per l'origine, significa che nel sistema di ________ adottato la velocità all'inizio del moto è ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un'auto che sta viaggiando a una velocità di 20 m/s si arresta a un incrocio che dista 100 m. Se l'auto decelera uniformemente, possiamo affermare che:
A: L'accelerazione è a = –4 m/s².
B: Il tempo di arresto è t = 10 s.
C: L'accelerazione è a = –2 m/s².
D: Il tempo di arresto è t = 5 s.
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza