INFO

Storia

I protagonisti dell'Italia giolittiana
Associa a ciascuna frase il personaggio corretto.
A: Fu presidente del Consiglio e principale esponente del pensiero politico liberale in Italia.
B: Nel 1892 fondò il Partito socialista italiano.
C: Nel 1900, a Monza, assassinò il re d'Italia Umberto I.
D: Scrisse l'enciclica Rerum novarum, che fu alla base della «dottrina sociale» della Chiesa.
E: Guidò la repressione delle proteste di operai e lavoratori a Milano, nel 1898.
F: Nel 1899 fu tra i fondatori della Fiat, una delle prime fabbriche di automobili in Italia.
Domande in serieDomande in serie
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Le riforme di Giolitti
A: Il liberale Giovanni Giolitti non si alleò mai con i socialisti che difendevano gli interessi degli operai.
B: Tra le riforme di Giolitti ci fu l'introduzione del suffragio universale maschile (1912).
C: Giolitti era favorevole alle nazionalizzazioni.
D: Giolitti introdusse l'assistenza in caso di malattia o infortunio e creò il primo sistema di pensioni di anzianità in Italia.
E: Le riforme di Giolitti peggiorarono le condizioni degli operai italiani.
F: Giolitti abolì il diritto di sciopero.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'Italia di Giolitti
All'inizio del Novecento l'Italia usciva da una grave ________ che aveva provocato   ________, tensioni sociali, emigrazione e ________. Giovanni Giolitti apparteneva al Partito ________ e quando nel 1903 diventò ________ introdusse ________ nella società, nella politica e nell'economia, alleandosi anche con ________. Questo ________ le condizioni dei lavoratori italiani. L'età giolittiana fu caratterizzata in politica interna dalle ________________ che favorirono lo sviluppo dell'Italia e in politica estera dalla guerra contro ________, che nel 1912 portò alla conquista ________.
Completamento chiusoCompletamento chiuso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'imperialismo coloniale italiano
Alla fine dell'Ottocento l'Italia possedeva le colonie ________ e della Somalia, in ________. Nel ________ tentò di conquistare ________, ma le truppe italiane furono sconfitte ________ da quelle del re ________. All'inizio del Novecento si rafforzò la posizione dei ________, che nel ________convinsero Giolitti a combattere la guerra ________, alla quale erano contrari i ________ e che portò alla conquista della ________, dell'isola di ________ e di altre piccole isole del ________.
PosizionamentoPosizionamento
4

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

L'emigrazione italiana
La crisi ________ di fine Ottocento spinse milioni di italiani a emigrare, dapprima in Sud America, verso ________ e l'Argentina; poi soprattutto verso ________. Chi emigrava lavorava in condizioni pessime e veniva pagato ________ degli altri lavoratori; eppure le ________ degli emigrati, cioè il denaro che inviavano in patria, contribuirono all'economia italiana. Negli Stati Uniti, in particolare nella città di ________ si formarono grandi comunità di ________ italiani, spesso costretti a vivere in ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Storia

Rivolte e repressione
A: I fasci siciliani furono una grande rivolta di operai delle industrie.
B: Il presidente del Consigli Francesco Crispi lasciò mano libera all'eserciti e alla polizia nella repressione delle proteste.
C: Tra il 1890 e il 1900 in Italia scoppiarono rivolte di operai, contadini e braccianti.
D: Gli scioperi e le proteste a Milano nel 1898 scoppiarono a causa del prezzo elevato del pane.
E: Gli operai di Milano assassinarono Umberto I a Monza.
F: Crispi mise fuori legge le associazioni che rappresentavano i lavorati e sciolse il Partito socialista.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza