INFO

Fisica

La relazione tra un campo magnetico variabile Mv e il campo elettrico Ei indotto da esso in un circuito può essere scritta come:
A: (Flusso di Mv) = - (derivata temporale della circuitazione di Ei)
B: (Flusso di Ei) = - (derivata temporale della circuitazione di Mv)
C: (Circuitazione di Mv) = - (derivata temporale del flusso di Ei)
D: (Circuitazione di Ei) = - (derivata temporale del flusso di Mv)
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un circuito si genera un campo elettrico indotto ogni qual volta vi è:
A: un accumulo di cariche libere.
B: una variazione del campo magnetico.
C: una variazione del flusso del campo magnetico.
D: una variazione del flusso del campo elettrico.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Affinché in una regione dello spazio si generi un campo elettrico indotto è necessario che:
A: in quella regione sia presente un campo elettrico.
B: lo spazio sia vuoto.
C: in quella regione abbia luogo una variazione del flusso del campo magnetico.
D: in quella regione sia presente un circuito elettrico di qualsiasi tipo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La possibilità di generare campi elettrici indotti permette di spiegare il fenomeno:
A: dell'induzione elettromagnetica.
B: del ferromagnetismo.
C: della dipendenza della resistività elettrica dalla temperatura.
D: della circolazione della corrente elettrica in un circuito.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Le equazioni di Maxwell affermano che per una superficie chiusa è identicamente uguale a zero la grandezza detta:
A: flusso del campo elettrico.
B: flusso del campo magnetico.
C: circuitazione del campo elettrico.
D: circuitazione del campo magnetico.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il termine nuovo introdotto da Maxwell nelle equazioni dell'elettromagnetismo contiene la variazione rispetto al tempo della grandezza detta:
A: flusso del campo elettrico.
B: circuitazione del campo magnetico.
C: flusso del campo magnetico.
D: circuitazione del campo elettrico.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In una perturbazione elettromagnetica che si propaga autogenerandosi nel vuoto, i vettori del campo elettrico:
A: in due punti vicini sono tra loro paralleli, mentre i vettori del campo magnetico in due punti vicini sono tra loro perpendicolari.
B: in due punti vicini sono tra loro perpendicolari, e così i vettori del campo magnetico.
C: sono perpendicolari ai vettori del campo magnetico.
D: sono paralleli ai vettori del campo magnetico.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La velocità di propagazione delle onde elettromagnetiche:
A: ha un valore maggiore nella materia che non nel vuoto.
B: ha un valore nella materia che è sempre minore del valore nel vuoto.
C: ha un valore nella materia che può essere maggiore oppure minore del suo valore nel vuoto.
D: ha lo stesso valore nel vuoto e nella materia.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Affinché gli effetti di una perturbazione elettromagnetica siano avvertibili, è necessario che la perturbazione sia caratterizzata da campi elettrici e magnetici:
A: che rimangono costanti nel tempo.
B: perpendicolari tra loro.
C: che cambiano rapidamente al passare del tempo.
D: che hanno grande intensità.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una particella carica irraggia energia sotto forma di onde elettromagnetiche:
A: sempre.
B: ogni volta che si muove.
C: ogni volta che è accelerata.
D: ogni volta che si sposta all'interno di un campo elettrico o magnetico.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

I vari tipi di onde elettromagnetiche si distinguono gli uni dagli altri per il valore che assume una particolare grandezza fisica. Quale?
A: Il campo elettromagnetico.
B: L'ampiezza.
C: La velocità.
D: La frequenza.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale di queste grandezze fisiche è necessariamente differente se si confrontano raggi gamma e onde radio?
A: L'ampiezza.
B: La velocità di propagazione.
C: L'intensità.
D: La frequenza.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale di queste grandezze fisiche è certamente differente se si confrontano microonde e radiazioni ultraviolette?
A: L'ampiezza.
B: La velocità di propagazione.
C: L'intensità.
D: La lunghezza d'onda.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

All'interno di una sfera di centro O e raggio r vi sono una carica elettrica e un magnete.
Come variano i due flussi del campo elettrico e di quello magnetico attraverso la superficie sferica, se si raddoppia il raggio della sfera?
A: Entrambi i flussi quadruplicano.
B: Il flusso del campo magnetico non varia.
C: Il flusso del campo magnetico è sempre nullo.
D: Il flusso del campo elettrico non varia.
E: Entrambi i flussi si riducono a un quarto del loro valore.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un condensatore piano viene alimentato da una f.e.m. alternata.
Quali delle seguenti affermazioni sono corrette?
A: Le armature del condensatore non si caricano.
B: Il campo elettrico e il campo magnetico concatenato variano con la stessa frequenza della f.e.m. alternata.
C: Fra le armature del condensatore si instaura un campo elettrico variabile.
D: Le armature del condensatore diventano alternativamente una positiva e l'altra negativa.
E: Il campo elettrico e il campo magnetico concatenato variano con una frequenza doppia rispetto a quella della f.e.m. alternata.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un condensatore piano ad armature circolari di raggio r = 2 cm viene caricato in un tempo t.
Il campo elettrico tra le armature varia con la legge ΔE/Δt = 2 · 1010 volt/(m·s).
Quali tra le seguenti affermazioni sono corrette?
A: La variazione del flusso del campo elettrico è nulla.
B: L'intensità della corrente di spostamento è: i = 2,2 · 10-4 A.
C: L'intensità della corrente di spostamento è: i = 2,5 · 107 A.
D: La corrente di spostamento è nulla.
E: La variazione del flusso del campo elettrico è pari a 2,5 · 107 (volt · m)/s.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La quarta equazione di Maxwell:
A: si applica soltanto a campi elettrici che non variano nel tempo.
B: generalizza il teorema della circuitazione di Ampère.
C: lega il campo magnetico alle sue sorgenti.
D: contiene un termine chiamato corrente di spostamento.
E: si ottiene per simmetria dalla terza, scambiando i ruoli del campo elettrico e del campo magnetico.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un'onda elettromagnetica si propaga nello spazio senza l'ausilio di un mezzo ________, ossia si autosostiene; essa trasporta ________ (dovuta istante per istante alla somma dei contributi dei campi elettrico e ________) che è direttamente proporzionale alla sua ________.
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

A: La luce è un'onda elettromagnetica.
B: In un'onda elettromagnetica il campo elettrico e il campo magnetico sono paralleli tra loro, ma perpendicolari alla direzione di propagazione dell'onda.
C: Il rapporto tra le intensità del campo elettrico e del campo magnetico di un'onda elettromagnetica è dato dalla velocità della luce.
D: Il campo elettromagnetico si manifesta soltanto nelle vicinanze delle sorgenti che lo generano.
E: La velocità di propagazione di un'onda elettromagnetica è data dalla radice quadrata del rapporto tra la costante dielettrica e la permeabilità magnetica del vuoto.
Vero o falsoVero o falso
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Le equazioni di Maxwell descrivono il comportamento del campo elettromagnetico:
A: in qualsiasi condizione.
B: nel vuoto, ma non necessariamente nella materia.
C: soltanto quando si è lontani da cariche e da correnti elettriche.
D: soltanto quando esso non cambia troppo rapidamente al passare del tempo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il guscio dello spazio interessato da una perturbazione che si propaga con velocità c, prodotta da un processo iniziato all'istante t e terminato all'istante t', ha uno spessore pari a:
A: (t - t') / c
B: (t - t') · c
C: (t' - t) · c
D: (t' - t) / c
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

I due termini spettro elettromagnetico e spettro della luce solare indicano:
A: due classi di fenomeni che presentano analogie, ma hanno nature differenti.
B: la stessa classe di fenomeni.
C: due classi di fenomeni ben distinte e profondamente diverse l'una dall'altra.
D: due classi di fenomeni strettamente legate tra loro.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale di queste grandezze fisiche mantiene lo stesso valore se si confrontano raggi X e luce visibile?
A: L'energia.
B: La lunghezza d'onda.
C: La frequenza.
D: La velocità di propagazione.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza